Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti
» pulizia filtro aria
Da Stepmeister Oggi alle 12:22 am

» BENZINE: TIPI - QUALITA'
Da wolfnyght Oggi alle 12:19 am

» motosega per abbattimenti
Da wolfnyght Ieri alle 11:56 pm

» Solo 665 appena arrivata dalla Germania.. primo avviamento
Da Roberto1962 Ieri alle 10:04 pm

» MOTOSEGHE CINESI parte 2
Da luca31 Ieri alle 8:41 pm

» valvola decompressione Husqvarna 365
Da alex95 Ieri alle 8:21 pm

» olio per compressore
Da hurricane E235 Ieri alle 8:18 pm

» Consigli su acquisto nuova motosega
Da ferrari-tractor Ieri alle 7:39 pm

» Barra per Oleo Mac 260
Da Giorgio83 Ieri alle 7:09 pm

» Catene marca Tallox
Da masmary65 Ieri alle 6:12 pm

» Oleomac agristar 350
Da Stepmeister Ieri alle 5:27 pm

» Scoppi nel filtro aria
Da Alessio510 Ieri alle 4:46 pm

» Alpina 45 pro
Da Alessio510 Ieri alle 4:44 pm

» Scelta motoseghe
Da luca31 Ieri alle 12:51 pm

» Consigli per nuovo acquisto motosega
Da luca31 Ieri alle 12:41 pm

» LEVE - GIRATRONCHI - TIRATRONCHI
Da luca31 Ieri alle 10:07 am

» Decespugliatore Cifarelli
Da CARTERINO Sab Gen 19, 2019 10:47 pm

» Consigli su motosega castor c40
Da nitro52 Sab Gen 19, 2019 7:20 pm

» MOTOCOLTIVATORI
Da ferrari-tractor Sab Gen 19, 2019 7:02 pm

» Dece Sparta 441S si spegne a caldo.
Da hurricane E235 Sab Gen 19, 2019 6:56 pm

» Catena Oregon o Stihl su barra 30 cm?
Da wolfnyght Sab Gen 19, 2019 6:00 pm

» TELEFERICHE E VERRICELLI PER ESBOSCO E TRASPORTO MATERIALE
Da ferrari-tractor Sab Gen 19, 2019 5:52 pm

» MOTOSEGHE DA POTATURA PARTE 2
Da fim Sab Gen 19, 2019 10:38 am

» La saggezza degli alberi
Da luca. Sab Gen 19, 2019 8:04 am

» Olio catena in motoseghe ferme da più di un anno
Da Peso Ven Gen 18, 2019 8:36 pm

» Impressioni e recensione mio acquisto active 40 40 ..
Da giorgiocangi Ven Gen 18, 2019 6:01 pm

» cloni cinesi ?
Da nitro52 Ven Gen 18, 2019 4:23 pm

» carburatore motosega castor p 660
Da carmine55 Ven Gen 18, 2019 2:38 pm

» MOTOSEGHE SEMI-PROFESSIONALI
Da Andrea01 Gio Gen 17, 2019 9:01 pm

» oleomac 320
Da hurricane E235 Gio Gen 17, 2019 8:52 pm

» DISERBANTI
Da simmy106 Gio Gen 17, 2019 5:39 pm

» Tensionamento catena Zenoah G3800
Da falcetto Gio Gen 17, 2019 4:56 pm

» Restauro Castor C40E
Da Antonio Tripoli Gio Gen 17, 2019 4:38 pm

» sega circolare autocostruita
Da marzot Gio Gen 17, 2019 2:40 pm

» Pignone catena Husqvarna 61
Da Alessio510 Gio Gen 17, 2019 7:33 am

» CATENE NORMALI
Da Cortinarius Mer Gen 16, 2019 6:27 pm

» bullone lama motore tagliaerba toro
Da falcetto Mer Gen 16, 2019 4:15 pm

» Stihl o Husqvarna?
Da omarp Mer Gen 16, 2019 7:37 am

» Bobina OPEM 150
Da Stepmeister Mer Gen 16, 2019 7:03 am

» Echo CS 352 la consigliate?
Da ferrari-tractor Mer Gen 16, 2019 7:03 am

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 18386 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ciprini Ludovico

I nostri membri hanno inviato un totale di 240373 messaggi in 11714 argomenti
Chi è online?
In totale ci sono 71 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 66 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

dan.dl, ferrari-tractor, luca.bongis, luca31, Roberto1962

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 370 il Lun Mar 23, 2015 8:17 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

30% 30% [ 158 ]
35% 35% [ 184 ]
12% 12% [ 64 ]
2% 2% [ 13 ]
4% 4% [ 20 ]
5% 5% [ 24 ]
2% 2% [ 11 ]
9% 9% [ 47 ]
1% 1% [ 5 ]

Voti totali : 526


Il laborioso mondo delle api

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Araba Fenice il Sab Feb 26, 2011 2:16 am

Un ape su di un fiore, come ne vediamo tante, ma molto spesso la nostra conoscenza di questo meraviglioso insetto si ferma qui.
Seguiamo quindi quest'ape fino a casa per conoscerne la sua vita e scoprire i suoi segreti.





L'arnia


L'ape è un insetto sociale, e vive in una colonia chiamata alveare, l'apicoltore offre alle api, in cambio dei loro prodotti, una casa, l'arnia.

Davanti al predellino


L'ingresso di un'arnia, il predellino, come una pista di atterraggio accoglie le api di ritorno dal raccolto. Entriamo anche noi nell'alveare.....

I Favi


La vita dell'alveare si svolge tutta sui favi. Essi sono costruiti interamente dalle api con una sostanza da loro secreta chiamata cera.
Sono disposti in senso verticale paralleli l'uno all'altro e distano tra di loro giusto lo spazio per permettere il passaggio di due api.


Il Favo


Il favo è formato da centinaia di cellette esagonali che servono per accogliere le uova e le larve, la covata, disposta nella parte centrale del favo, il miele ed il polline nelle zone superiori e laterali.
Possiamo anche individuare l'ape regina al centro del favo, andiamo ora a conoscere in dettaglio i componenti di questa grande famiglia.


L'ape Regina


La regina è l'unica femmina fertile, si distingue dalle operaie per l'addome più lungo e voluminoso. Il suo compito è quello di deporre le uova. Può vivere fino a 4 o 5 anni.

Il Fuco


Il fuco è il maschio e non possiede il pungiglione. Il suo compito è quello di fecondare la regina, vive all'incirca una stagione.

L'ape Operaia


L'operaia è una femmina sterile. Nell'alveare ne possiamo contare qualche decina di migliaia. Il suo corpo è estremamente versatile infatti essa compie nell'arco della sua vita tutti i lavori necessari nell'alveare.
Vive circa 40 giorni d'estate, sopravvive all'inverno durante la brutta stagione.


La regina controlla la celletta


La regina controlla che la celletta sia pulita e adatta per ospitarvi un uovo.
Ne controlla anche le dimensioni, infatti deporrà un uovo fecondato nelle celle di dimensioni normali e un uovo non fecondato nelle celle più grandi; il primo darà origine ad una femmina il secondo ad un maschio.


La regina depone un uovo


Introducendo l'addome nella cella la regina vi depone un uovo. Nel pieno della buona stagione essa ne può deporre fino a duemila in un giorno.

L'uovo e la larva appena nata


L'uovo si schiude dopo tre giorni e ne nasce una piccola larva. Li vediamo entrambi in queste celle con una parete trasparente.

Uova e larve di varie età


La larva durante la sua crescita cambia cinque volte (muta) la cuticola esterna.

Le nutrici alimentano le giovani larve


le larve dell'ape operaia vengono nutrite per i primi tre giorni con la gelatina reale e poi con polline e miele.
La pappa reale viene secreta dalle ghiandole ipofaringee e mandibolari delle api nutrici.


La larva


All'ottavo giorno dalla deposizione dell'uovo, la pupa è ormai matura, essa per tutto questo tempo ha trattenuto gli escrementi per non sporcare la sua celletta. (si noti la macchia giallognola nel corpo della larva)

Le cellette vengono opercolate


Le cellette delle larve mature vengono ora sigillate con un tappo di cera detto opercolo.

Larve di varie età nelle celle in sezione


Alcune di queste immagini sono state realizzate fotografando un favo con una parete di vetro in modo da non disturbare lo sviluppo dell'ape.

La propupa


La larva in questo stadio (10° giorno) ha espulso gli escrementi ed è pronta a subire la quinta e ultima muta. Inizia ora la metamorfosi del corpo della larva in quello dell'ape adulta.

La pupa


Tra l'11° e il 12° giorno la pelle della larva si rompe scoprendo la pupa, all'interno di essa i tessuti della larva si trasformano in ape.

La pupa al 16° giorno


La giovane operaia si libera della pelle pupale


Al 20° giorno l'operaia è ormai pronta e si libera dalla pelle pupale sfregandosi contro le pareti della cella.

Sfarfalla l'ape operaia


Dopo 21 giorni dalla deposizione dell'uovo la giovane ape rompe con le mandibole l'opercolo....

Sfarfalla l'ape operaia


.... per uscire finalmente dalla celletta. (sfarfalla).

L'operaia appena sfarfallata


L'operaia si concede qualche tempo di riposo per lasciar asciugare i suoi tegumenti.
Nell'arco della sua vita assumerà tutti i ruoli necessari al buon andamento della colonia.


La pulizia delle cellette


Questo è uno dei primi lavori che svolgono le giovani operaie:
le cellette devono essere perfettamente pulite per accogliere la covata, il polline e il miele.


Le ancelle della regina


La regina viene nutrita e pulita dalle operaie: nel continuo contatto con le sue nutrici essa trasmette i suoi messaggi chimici in tutto l'alveare. (feromoni)

Le api nutrici


Dal terzo al settimo giorno di vita l'operaia si dedica alla nutrizione delle larve.

L'ape magazziniera


Le operaie ricevono il nettare dalle bottinatrici, lo trasformano in miele e lo immagazzinano nei favi; quando raggiunge la giusta maturazione sigillano le cellette.

La trofallassi


Viene detta trofallassi lo scambio di cibo tra le api.
In questo modo vengono scambiati anche i messaggi chimici che regolano la vita dell'alveare.


La pulizia dell'alveare


L'interno dell'arnia viene tenuto pulito dalle api spazzine che provvedono a trasportare al di fuori le scorie.
In questa foto una farfalla, troppo grossa per essere trasportata fuori dalle operaie, è stata imbalsamata con il propoli.


Costruzione di un nuovo favo


Intorno al 16 giorno di vita le operaie di dedicano alla costruzione dei favi.
La cera viene secreta dalle ghiandole ceripare poste sotto l'addome.


Le api architetto


Le operaie formano con i loro corpi una specie di impalcatura che servirà da guida per la costruzione del nuovo favo.

L'ape ventilatrice


Nelle giornate calde le operaie creano, con il battito delle loro ali, un flusso d'aria fresca proveniente dall'esterno per regolare la temperatura interna dell'alveare.
Ventilando sopra i favi, le operaie favoriscono la maturazione del miele permettendo l'evaporazione dell'umidità in eccesso.


I primi voli di orientamento


Intorno al 18°, 20° giiorno di vita l'operaia iniza ad esplorare i dintorni dell'alveare.

L'ape guardiana


Sul predellino la guardiana controlla che nessun intruso entri nell'alveare.
Essa è disposta a sacrificare la propria vita per il bene della colonia.
A volte, nei periodi di scarso raccolto, anche le api di un'altra colonia possono diventare nemiche, esse sono dette saccheggiatrici.


L'ape bottinatrice


L'operaia svolgerà dal 20° giorno circa sino al termine della sua breve vita, il compito più bello e più duro: la bottinatrice.
E' questa l'ape che ha il compito di raccogliere all'esterno il necessario per la vita dell'alveare: acqua, nettare, polline e propoli.

La raccolta dell'acqua


La bottinatrice raccoglie l'acqua su di un abbeveratoio costruito dall'apicoltore.

La raccolta del nettare,del polline e della melata


Il nettare viene "succhiato" con la ligula dal calice dei fiori. Per essere immagazzinato nella "sacca melaria" e trasportato all'alveare.
Il polline viene raccolto dall'ape sugli stami, la parte maschile dei fiori, utilizzando le mandibole. Per poi impacchettato e trasportato sulle setole delle zampe posteriori dette "cestelle".


Le bottinatrici raccolgono sulle foglie delle piante, le secrezioni zuccherine prodotte da alcune specie di insetti. Si tratta della melata.

Rientro al nido


La bottinatrice rientra all'alveare con il suo prezioso carico.

La deposizione del polline

La bottinatrice cerca una celletta dove depositare il polline.

La trofallassi


La bottinatrice cede il nettare all'ape magazziniera per essere subito pronta per un nuovo viaggio.

La danza


Per comunicare alle compagne la direzione e la distanza della fonte di nettare la bottinatrice utilizza una particolare danza.

L'impollinazione


Tra le api ed i fiori c'è un patto simbiotico: in cambio di nettare e polline le api favoriscono l'impollinazione incrociata delle piante.

I pericoli


Dietro ad ogni fiore può nascondersi un pericolo: un ragno ha catturato l'ape nella sua tela.

Sui fiori


La bottinatrice conclude la sua vita sui fiori, migliaia di viaggi per donarci una goccia di miele.

Se vedete un’ape che muore, preoccupatevi.Trasportano il polline e trasformano il mondo in cibo. Le api, un bioindicatore dell’ambiente, sono una specie a rischio. Oggi loro, domani noi.

(fonte mondoapi.it Luca Mazzocchi)
avatar
Araba Fenice
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 50
Località : Pedemontana Veneta. Lat: 45.77° Lon: 11.74° Alt: 129m s.l.m.

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  davide depaoli il Sab Feb 26, 2011 5:25 am

Bellissimo articolo su questo meraviglioso insetto
avatar
davide depaoli
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 849
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 46
Località : Cameri (novara) Piemonte

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  maxi il Sab Feb 26, 2011 7:03 am

Very Happy Very Happy c è da dire che tra la primavera e l estate un alveare da luogo a migrazzioni in cui la vecchia regina lascia l alveare per dar vita con altre api a una nuova colonia.......quindi un nuovo alveare Very Happy ...........da partre mia ho istallato un arnia nel mio campo drunken drunken
avatar
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1362
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 43
Località : terni

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  trip il Sab Feb 26, 2011 10:46 am

anche noi avevamo due arnie. Uno sciame aveva fatto nido su un albero del nostro giardino e mio padre le "addomesticò" con l'aiuto di un suo amico che ne sapeva qualcosa. A distanza di tempo mi chiedo se abbiamo fatto poi bene a loro. Il fumo che si usa per renderle inoffensive non è nocivo per loro? E poi non è la prima volta che sento che sono a rischio di estinzione. Vi mando dei link con articoli che ne parlano

Strage di api, pesticidi sotto accusa
http://www.corriere.it/cronache/08_luglio_26/miele_calo_produzione_moria_api_bca2575c-5b26-11dd-95e7-00144f02aabc.shtml

Wikileaks: conferma del sordido intreccio che protegge la Bayer
http://www.mieliditalia.it/index.php/il-declino-delle-api/pesticidi-e-insetti-utili/80002-wikileaks-conferma-del-sordido-intreccio-che-protegge-la-bayer-

Moria di api: colpa dei pesticidi, fuorvianti le altre ipotesi
http://www.apicolturaonline.it/ilvelino8507.html

Legambiente e apicoltori: "Stop ai pesticidi killer delle api e dell'ambiente"
http://www.newsfood.com/q/a1c626d9/legambiente-e-apicoltori-stop-ai-pesticidi-killer-delle-api-e-dellambiente/

Lo stop ai pesticidi ha fatto bene. Boom di miele italiano nel 2009
http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=14000

Il declino delle api imputabile a un cocktail chimico che interferisce
con il cervello (in inglese)
http://www.guardian.co.uk/environment/2010/jun/22/chemicals-bees-decline-major-study?INTCMP=SRCH
avatar
trip
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 16.01.11
Località : Reggio Calabria

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  peppone il Sab Feb 26, 2011 11:21 am

la clothianidina (di cui si parla nel link wikileaks) non è l'unico principio attivo della bayer che agisce in modo nefasto sulle api.
gli stessi effetti vengono procurati dall' imidacloprid (confidor, gaucho ed altri nomi commerciali bayer):

http://www.apicolturaonline.it/ilvelino.html

http://www.mieliditalia.it/gaucho.htm

http://www.mieliditalia.it/imidacloprida.htm

di questo comunque ne parlavamo già in un altro topic sui pesticidi.
esattamente qui:
http://lamotosega.forumattivo.com/t1480-vite-con-infestante

******************************************************************************************************
     "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
avatar
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13272
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 49
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

http://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Araba Fenice il Sab Feb 26, 2011 11:35 am

Ciao trip
la moria di api è senz'altro dovuta a pesticidi usati in agricoltura....a volte anche da forme batteriche.

Riguardo al fumo..... per renderle inoffensive sò che usano un prodotto particolare,che quasi sicuramente non sarà del tutto naturale.
Volendo quello non è l'unico sistema,ho assistito alla nebulizzazione di acqua e zucchero....qui da noi la chiamano la melata.
Le api se ne stanno buone,buone, ed è uno spettacolo vederle mentre si puliscono a vicenda in una sorta di danza fatta di coccole,mentre l'apicoltore indisturbato opera nell'arnia.
avatar
Araba Fenice
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 50
Località : Pedemontana Veneta. Lat: 45.77° Lon: 11.74° Alt: 129m s.l.m.

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  maxi il Sab Feb 26, 2011 6:48 pm

LE API IN NATURA MUOIONO!!.......se vediamo quelle selvatiche dopo due tre anni un alveare viene sterminato dalla varroa(pidocchi che succhiano le larve)......oppure ci sono altre malattie che causano lo sterminio delle api "selvatiche".........grazie agli apicoltori che usano trattamenti naturali tengono in vita il mondo delle api e contribuiscono alla loro esistenza..........le api sono un meccanismo naturale per vedere l inquinamento delle zone............ma certo bisogna "curarle"dai loro parassiti Rolling Eyes .......tenere un arnia con api dentro senza controllarle non si ottiene altro che farle morire Crying or Very sad Crying or Very sad
avatar
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1362
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 43
Località : terni

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  dautàrr il Dom Feb 27, 2011 5:48 am

Grazie Araba fenice, distillaci pure i tuoi articoli. Dalla fine della scuola sono un pò arrugginito in entomologia..
E poi paragonare l'ape alla nostra pensione: loro di fiore in fiore e noi a giocare a briscola al bar sport!
Si potrebbe dire un diverso "tenore di vita". Veramente molto bello, direi romantico. Ma alla fine si sposa?
Zao
avatar
dautàrr
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 545
Data d'iscrizione : 06.02.10
Età : 52
Località : Bologna appennino

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  maxi il Dom Feb 27, 2011 7:10 am

hahahahaaaa!!! hahahahaaaa!!! .....le api non anno compagni.........solo la regina si fa fecondare SOLO nel viaggio nuzziale e rimane fertile........gli ""sposi"" muoiono immediatamente dopo il rapporto affraid affraid ........gli altri fuchi(il maschio delle api) vengono sbattuti leteralmente fuori dal arnia ai primi freddi invernali pale pale .......(che bella fine i maschi.......he"???? pale )
avatar
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1362
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 43
Località : terni

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  garfield il Dom Feb 27, 2011 8:48 pm

Complimenti ad araba fenice per il bellissimo ed interessantissimo articolo sul mondo delle api.
avatar
garfield
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 06.01.11
Età : 28
Località : Capri (NA)

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  belcanto il Dom Feb 27, 2011 11:14 pm

Salute Araba
sempre belli i tuoi servizi.
Conosco poco le api,le osservo soltanto d'estate quando vengono a bere nell'abbeveratoio che ho preparato per loro,con acqua di sorgente.
Dovresti vedere la fila!
Non ho mai subito una puntura,nonostante il traffico.
'notte a tutti

Belcanto
avatar
belcanto
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1031
Data d'iscrizione : 12.11.10
Età : 72
Località : 44°10'19N - 11°05'05E

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  stefano8362 il Lun Feb 28, 2011 10:55 am

Complimenti anche da parte mia, articolo molto interessante e foto straordinarie!
Quanto dà da fare tenere un paio d'arnie? Visto che non ho la terra sotto casa, mi chiedevo se un paio di interventi a settimana potrebbero bastare.

stefano8362
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 06.10.10

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Araba Fenice il Lun Feb 28, 2011 9:58 pm

dautàrr ha scritto:Grazie Araba fenice, distillaci pure i tuoi articoli. Dalla fine della scuola sono un pò arrugginito in entomologia..
E poi paragonare l'ape alla nostra pensione: loro di fiore in fiore e noi a giocare a briscola al bar sport!
Si potrebbe dire un diverso "tenore di vita". Veramente molto bello, direi romantico. Ma alla fine si sposa?
Zao

maxi ha scritto: hahahahaaaa!!! hahahahaaaa!!! .....le api non hanno compagni.........solo la regina si fa fecondare SOLO nel viaggio nuzziale e rimane fertile........gli ""sposi"" muoiono immediatamente dopo il rapporto affraid affraid ........gli altri fuchi(il maschio delle api) vengono sbattuti leteralmente fuori dal arnia ai primi freddi invernali pale pale .......(che bella fine i maschi.......he"???? pale )

garfield ha scritto:Complimenti ad araba fenice per il bellissimo ed interessantissimo articolo sul mondo delle api.

belcanto ha scritto:Salute Araba
sempre belli i tuoi servizi.
Conosco poco le api,le osservo soltanto d'estate quando vengono a bere nell'abbeveratoio che ho preparato per loro,con acqua di sorgente.
Dovresti vedere la fila!
Non ho mai subito una puntura,nonostante il traffico.
'notte a tutti

Belcanto

stefano8362 ha scritto:Complimenti anche da parte mia, articolo molto interessante e foto straordinarie!
Quanto dà da fare tenere un paio d'arnie? Visto che non ho la terra sotto casa, mi chiedevo se un paio di interventi a settimana potrebbero bastare.

Grazie a tutti siete molto gentili,sono contenta che questo topic vi sia piaciuto.
L'ape è un insetto piccolino, ma svolge un grande lavoro nel rispetto piu' totale della natura....

@ Maxi ha risposto giusto a dautàrr ....La fecondazione della regina avviene durante il “volo nuziale” ovvero quando una regina ancora vergine esce dall’alveare (unica volta nella sua vita esclusa la sciamatura) seguita da alcuni fuchi.

Durante il volo avverrà la copulazione a seguito della quale i fuchi moriranno (il loro apparato riproduttore rimane ancorato alla regina). La regina quindi conserva lo sperma in delle sacche interne dette spermateche, per utilizzarlo nel corso della sua vita per fecondare le uova. Si calcola che un’ape regina arrivi a vivere sino a 5 anni. La prima distinzione che si può fare nella covata, è nel fatto che le uova fecondate danno origine ad operaie o ad una regina, le altre a fuchi. Quindi, nel caso una regina dovesse terminare lo sperma contenuto nella spermatica o non venisse fecondata, dalle sue uova nascerebbero solo fuchi (regina fucaiola). Anche le operaie possono deporre uova non fecondate (ad esempio se viene a mancare la regina e non riescono a sostituirla) che danno origine pure in questo caso a fuchi. Un alveare che presenti solo covata maschile è destinato a morire (salvo il tempestivo intervento dell’apicoltore).

@Stefano non conosco le tecniche di allevamento delle api e di quali esigenze abbiano bisogno....vediamo se qualcuno qui nel forum può darti qualche risposta in merito, altrimenti visto che vivo in un posto dove ci sono tanti produttori di miele proverò a informarmi e magari farò un post dedicato alle cure.
avatar
Araba Fenice
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 50
Località : Pedemontana Veneta. Lat: 45.77° Lon: 11.74° Alt: 129m s.l.m.

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Angelo il Mar Mar 01, 2011 2:29 pm

Anche se in ritardo, complimenti per il servizio: interessante e ben fatto.
Le api sono da rispettare ed aiutare, l'ho sempre pensato. Loro fanno molto per noi, quindi.....
avatar
Angelo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 12.04.10
Età : 62
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Araba Fenice il Mar Mar 01, 2011 9:15 pm

Angelo ha scritto:Anche se in ritardo, complimenti per il servizio: interessante e ben fatto.
Le api sono da rispettare ed aiutare, l'ho sempre pensato. Loro fanno molto per noi, quindi.....

Condivido, le api svolgono un ruolo importante in natura,vanno rispettate senz'altro.
Grazie Angelo,ciao.
avatar
Araba Fenice
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 50
Località : Pedemontana Veneta. Lat: 45.77° Lon: 11.74° Alt: 129m s.l.m.

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  daniele75 il Mar Mar 01, 2011 10:36 pm

bellissimo articolo,
io con mio padre ho circa 25 arnie.
l'anno scorso sono andate bene poca moria e abbiamo controllato bene anche la varroa. non abbiamo avuto neanche infezioni di peste americana. pratichiamo il nomadismo, le facciamo svernare sul lago di garda poi le portiamo a impollinare i campi di ciliegi nel nostro comune.poi durante l'anno le spostiamo per fare miele di vari tipi. qualche volta ci sono state morie improvvise dovute a pesticidi o a diserbanti fatti da gente negligente durante la fioritura.
a nostra esperienza la situazione di moria è migliorata confronto a due anni fà, anche per l'efficacia delle nuove cure contro la varroa.
però l'uso dei pesticidi da noi è sempre più in aumento almeno sui ciliegi. ormai conta solo la qualità del prodotto e per ottenerla ci vogliono anche 15 trattamenti fitosanitari,
dove andremo a finire??


daniele75
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 14.02.11
Località : Pergine Valsugana Trento

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  maxi il Mer Mar 02, 2011 8:05 am

study vi ricordo che le api sono animali protetti pure dalla legge!!!!!..........se si individua un nucleo in posti "pericolosi" bisogna chiamare i vigili che avvertiranno dei apicoltori per prelevarle senza ucciderle!.........ed è un vostro diritto assicurarvi che aggiscano da procedura di legge Suspect
avatar
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1362
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 43
Località : terni

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  peppone il Mer Mar 02, 2011 5:00 pm

maxi ha scritto: study vi ricordo che le api sono animali protetti pure dalla legge!!!!!..........se si individua un nucleo in posti "pericolosi" bisogna chiamare i vigili che avvertiranno dei apicoltori per prelevarle senza ucciderle!.........ed è un vostro diritto assicurarvi che aggiscano da procedura di legge Suspect
interessante...questo non lo sapevo proprio

******************************************************************************************************
     "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
avatar
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13272
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 49
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

http://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Perchè le arnie sono colorate?

Messaggio  Araba Fenice il Gio Mar 03, 2011 5:09 pm



Le api non vedono i colori come noi, sono in grado di riconoscere il giallo, il verde, l’azzurro ma non distinguono il rosso, lo vedono nero……
In compenso, a differenza degli uomini, vedono perfettamente l’ultravioletto.

Il colore per le api è fondamentale, per questo spesso le arnie, disposte una vicina all’altra, vengono colorate dagli apicoltori di colori diversi per far sì che le api riconoscano la propria arnia, se un’ape operaia sbaglia arnia poco male spesso sono accettate, forza lavoro in più fa sempre comodo, ma una regina che ritorna dal volo nuziale o di orientamento è in pericolo… se entra nell’alveare sbagliato viene uccisa sicuramente.

Quindi un bravo apicoltore può dipingere sull’arnia dei simboli che aiutano le api a riconoscere subito la propria casa.

Le api riconoscono solo le forme“raggiate”, ossia concave, che ricordano un fiore, mentre non riescono a distinguere le figure convesse come un triangolo, un quadrato, un rettangolo, un cerchio. In effetti solo le figure “raggiate” forniscono un’impressione visiva tremolante che viene notata dalle api.

Quindi armatevi di pazienza e dipingete le vostre arnie fate magari una bella X gialla….


blogdelleapi.files.wordpress.com (foto di luca mazzocchi)
avatar
Araba Fenice
esperto meteo
esperto meteo

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 17.06.10
Età : 50
Località : Pedemontana Veneta. Lat: 45.77° Lon: 11.74° Alt: 129m s.l.m.

Torna in alto Andare in basso

Apicultura

Messaggio  Spirito libero il Sab Feb 11, 2012 5:06 pm

Ciao a tutti!!! Vorrei cominciare, sempre a livello hobbistico, l'apicultura però, siccome non so quasi nulla di questo "nuovo mondo" chiedo aiuto a voi, cari amici!!! Le mie domande sono queste:
- Quanto può costare l'inizio di questa nuova attività?
- Le api di che cure hanno bisogno?
- Come si svolge una "giornata tipo" di un apicultore?
Ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno...
Ciao a tutti

Spirito Libero
avatar
Spirito libero
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 09.08.11
Età : 36

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  peppone il Sab Feb 11, 2012 9:11 pm

Spirito libero ha scritto:Ciao a tutti!!! Vorrei cominciare, sempre a livello hobbistico, l'apicultura però, siccome non so quasi nulla di questo "nuovo mondo" chiedo aiuto a voi, cari amici!!! Le mie domande sono queste:
- Quanto può costare l'inizio di questa nuova attività?
- Le api di che cure hanno bisogno?
- Come si svolge una "giornata tipo" di un apicultore?
Ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno...
Ciao a tutti

Spirito Libero
ho chiesto ad una mia cara amica che fa la apicultrice di iscriversi apposta per risponderti. credo che a breve avrai risposte competenti alla tue domande...non siamo un forum specializzato in questi argomenti ed infatti il tuo post si trova nella sezione ALTRO ma ugualmente, essendo tu un iscritto già conosciuto, cercheremo di aiutarti al meglio delle nostre possibilità anche in questa tua richiesta la quale esula dai temi classici di questa web community.

saluti
peppone

******************************************************************************************************
     "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
avatar
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13272
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 49
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

http://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Spirito libero il Dom Feb 12, 2012 8:01 am

Ti ringrazio peppone, sei sempre molto gentile!!!
avatar
Spirito libero
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 09.08.11
Età : 36

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  maxi il Dom Feb 12, 2012 8:18 am

Very Happy ti posso dire che prima di tutto per impiantare un apiario bisogna avere delle misure di confine tra lo stesso e le abitazioni vicine,non che pure da strade e da confini;se ai delle barriere con siepi le distanze si dimezzano,ma dovresti chiedere alla tua regione,per mettere delle api devi denunciarle al tuo comune,ma è tutto gratuito ok capo ..............c è molto da dire e non basterebbe un libro......... bla bla bla ..

Very Happy il costo base:calcola almeno per iniziare una casetta per le api completa(ma una sola non ti basta,con ).......in piu dovresti comperare un nucleo con regina.......e atrezzature base(maschera,guanti,affumicatore)....ma la cosa migliore è che cerchi nella tua provincia un associazzione di apicoltori che normalmente in primavera organizzano corsi di teoria e pratica ok capo
avatar
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1362
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 43
Località : terni

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  roberta tos il Ven Feb 17, 2012 8:56 pm

Spirito libero ha scritto:Ciao a tutti!!! Vorrei cominciare, sempre a livello hobbistico, l'apicultura però, siccome non so quasi nulla di questo "nuovo mondo" chiedo aiuto a voi, cari amici!!! Le mie domande sono queste:
- Quanto può costare l'inizio di questa nuova attività?
- Le api di che cure hanno bisogno?
- Come si svolge una "giornata tipo" di un apicultore?
Ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno...
Ciao a tutti

Spirito Libero
Ciao Spirito libero, io ho iniziato quasi per caso con l'apicoltura, ho preso il mio primo nucleo( una regina + 4 telaini di api) da un amico apicoltore e mi sono iscritta ad uno di quei corsi che svolgono annualmente molte associazioni di apicoltori, per iniziare ti consiglerei la lettura di un libro meraviglioso che si occupa delle api,e delle tecniche di apicoltura,si chiama 'le api' di alberto contessi, edizione edagricole..così ti farai un'idea di questo mondo meraviglioso e poi, per iniziare ti consiglierei di comprare un nucleo di api da un apicoltore di fiducia, procurarti un'arnia da 12 ,xhe per iniziare è piu' pratica, affumicatore, leva ,maschera,spazzola e trovare un buon terreno su cui metterle, lontano da colture trattate ..in bocca al lupo!

roberta tos
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 17.02.12

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Spirito libero il Mar Feb 28, 2012 9:30 am

Grazie Roberta... sei veramente molto gentile Very Happy Ti ringrazio per le informazioni che mi hai dato e, ti assicuro, che corro subito in edicola per ordinare la copia del libro che mi hai consigliato! Grazie di cuore!!!
avatar
Spirito libero
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 128
Data d'iscrizione : 09.08.11
Età : 36

Torna in alto Andare in basso

Re: Il laborioso mondo delle api

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum