Argomenti simili
Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti
» tosaerba aspera
Da SuperUCCU Ieri alle 9:36 pm

» McCulloch CS380 non esce l'olio catena
Da Enrico59 Ieri alle 8:49 pm

» * soffiatore grippato
Da belpaolo Ieri alle 8:36 pm

» sega a nastro
Da stihl23 Ieri alle 8:33 pm

» Parere Efco MT5200
Da Jefry Ieri alle 8:26 pm

» ACCATASTAMENTO E STAGIONATURA LEGNA DA ARDERE
Da superciuk Ieri alle 8:17 pm

» zenoah komatsu G 250
Da carlo_demo Ieri alle 5:37 pm

» zenoah G300
Da carlo_demo Ieri alle 5:20 pm

» TAGLIO LUNGO VENA
Da ferrari-tractor Ieri alle 4:53 pm

» Active 5.5
Da giacomone Ieri alle 4:39 pm

» Grazie a tutti
Da giacomone Ieri alle 4:21 pm

» Buon ferragosto
Da giacomone Ieri alle 4:17 pm

» * Tanaka TCS-3401
Da Dan56k Ieri alle 2:43 pm

» generatore vinco sil 950 si ingolfa
Da denti d'acciaio Ieri alle 2:35 pm

» Consiglio per nuova motosega
Da luca31 Ieri alle 2:17 pm

» SOFFIATORI
Da morris ugo Ieri alle 12:17 pm

» forti vibrazioni al decespugliatore
Da Msr797 Ieri alle 11:58 am

» * Echo cs4601
Da Federico Mo Ieri alle 10:02 am

» * Oleomac 931
Da Federico Mo Ieri alle 9:59 am

» BARRE NORMALI
Da luca31 Ieri alle 6:39 am

» MOTOCARRIOLE
Da lovato Ieri alle 6:13 am

» Acquisto prima motosega uso sporadico
Da ferrari-tractor Mer Ago 16, 2017 6:43 pm

» DISERBANTI
Da simmy106 Mer Ago 16, 2017 5:52 pm

» Scavapatate per motozappa
Da hokkaido254vl Mer Ago 16, 2017 5:18 pm

» Husqvarna 2017
Da lovato Mer Ago 16, 2017 1:14 pm

» Testine a filo e fili di vario genere
Da Kromer Mer Ago 16, 2017 12:05 pm

» Efco Jet 401
Da Msr797 Mer Ago 16, 2017 8:08 am

» Decespugliatore Zenoah Ignoto
Da Kromer Mer Ago 16, 2017 5:55 am

» Pareri mytilla
Da luca31 Mar Ago 15, 2017 5:49 pm

» Valutazione vecchia motosega
Da rg7474 Mar Ago 15, 2017 4:50 pm

» Testine a flagelli di vario genere
Da rg7474 Mar Ago 15, 2017 4:36 pm

» pezzo metallico dentro la marmitta
Da luca31 Mar Ago 15, 2017 9:41 am

» ABBIGLIAMENTO ANTIINFORTUNISTICO - DPI- Parte 2
Da luca31 Lun Ago 14, 2017 8:26 pm

» Stihl MS193C non parte piu
Da Diego prof Lun Ago 14, 2017 7:30 pm

» Ad una fiera di paese... la sorpresa!
Da simmy106 Lun Ago 14, 2017 6:43 pm

» Trafilamento olio
Da Otello52 Lun Ago 14, 2017 4:21 pm

» Jonsered GC 2236 appena acquistato - strano rumore e vibrazione in partenza
Da hokkaido254vl Dom Ago 13, 2017 9:07 pm

» SOS GIRALDA
Da SuperUCCU Dom Ago 13, 2017 9:05 pm

» Rottura supporto lama BCS 204 a doppio foro, dove trovarlo??
Da rg7474 Sab Ago 12, 2017 9:01 pm

» TAGLIASIEPI ELETTRICI E A BATTERIA
Da luca31 Sab Ago 12, 2017 5:54 pm

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 16789 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Jefry

I nostri membri hanno inviato un totale di 219261 messaggi in 10422 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 52 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 47 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

alep1960, Celli Enrico, Ghepardo, mikhele, Stepmeister

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 370 il Lun Mar 23, 2015 8:17 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

30% 30% [ 158 ]
35% 35% [ 184 ]
12% 12% [ 64 ]
2% 2% [ 13 ]
4% 4% [ 20 ]
5% 5% [ 24 ]
2% 2% [ 11 ]
9% 9% [ 47 ]
1% 1% [ 5 ]

Totale dei voti : 526


cinipide galligeno del castagno

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  ghezzi il Lun Lug 08, 2013 7:31 pm

facendo parte dell'Associazione Castanicoltori del Lario Orientale, come membro attivo vi posso dire che quest'anno si denota (almeno da noi) una situazione un po' particolare.
l'entità dei danni al contrario degli anni passati non si è manifestata uniformemente su tutte le piante.
infatti si ha avuto modo di constatare che nelle qualità più tardive il cinipide è completamente o quasi assente, mentre sulle altre piante precoci o normali il danno persiste o comunque varia in base ai rilasci di torimide ok capo ok capo ok capo 
quindi se volete rimboschire i vostri castagneti vi consiglio di innestare qualità tardive
avatar
ghezzi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 21
Località : merate(lc)

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  ferrari-tractor il Mar Lug 09, 2013 6:42 am

ghezzi ha scritto:
quindi se volete rimboschire i vostri castagneti vi consiglio di innestare qualità tardive
Per quello che ho potuto osservare, l'infestazione durante l'anno in corso dipende dallo sfarfallamento avvenuto l'anno precedente.
Alcuni anni sfarfallano presto e trovano poche gemme da colpire, altri anni "ci vanno a nozze"...
Può darsi che l'anno precedente le varietà tardive abbiano messo le foglie con un po' di ritardo, questo può spiegare la differenza di infestazione.
Ci sono poi varietà più sensibili di altre, su questo non discuto.
avatar
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 8125
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 36
Località : Prov. Cuneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  ghezzi il Mer Lug 10, 2013 5:44 am

in realta la qualità tardiva, almeno da noi, ne è rimasta esente dagli attacchi cinipidei in quanto essa ha sfarfallato prima che essi abbiano messo le gemme, non credo che ne sia rimasto esente dal parassita per via di una maggiore resistenza agli attacchi parassitariooookkkeeyyy ok capo 
non so se questa situazione si è presentata solo nostra zona poiche l'inverno si è protratto a lungo ritardando lo sviluppo delle piante, ms ds noi quest'anno è così Very Happy Very Happy 
avatar
ghezzi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 21
Località : merate(lc)

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  khristianv il Mer Lug 10, 2013 7:53 pm


Io credo invece che la minor influenza Dell infestazione nelle nostre zone sia stata causata dal ritardo dello sviluppo delle gemme nuove, poiché ad aprile ci sono stati 21 gg di poggia e basse temperature.

@ ghezzi
Che varietà hai piantato come tardiva?

Credo che bisogna fare un po' di chiarezza
Le "vespe" che infestano le gemme nuove nel 2013 sono quelle sfarfallate (nate) nel 2012 che raggiungono la maturità sessuale nella primavera del 2013 e nel compimento Dell atto di riproduzione deposita le uova nelle gemme nuove da li le larve si sviluppano e nell'estate sfarfallano le nuove nate che rifaranno il ciclo di riproduzione l anno prossimo
Se ho sbagliato qualcosa prego di correggermi
Grazie
Ciao
avatar
khristianv
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 10.06.11
Località : prov. di Lecco

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  ghezzi il Mer Lug 10, 2013 8:31 pm

no, il processo che hai descritto è giusto, comunque io ho una garavina che ha resistito molto bene e ne risulta poco intaccata pur non essendo una razza tardiva, mentre le tardive che vi ho parlato prima non so che razza siano in quanto non hanno saputo darmi maggiori informazioni.
comunque per chi ne volesse sapere di più, la seconda settimana di ottobre alla fiera della castagna di Erve molto probabilmente saremo presenti e troverete gente molto più esperta di me a cui far domande, quindi ne approfitto per invitare quelli della zona a farci un salto ok capo ok capo 
avatar
ghezzi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 21
Località : merate(lc)

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Alessio510 il Ven Lug 12, 2013 7:05 am

Quest'anno, da noi, la situazione sembra migliorata..... vuoi per il periodo invernale protrattosi più a lungo, vuoi per le grandi piogge.... i boschi dove di solito bazzico ( e raccolgo castagne, ovviamente)sembrano stare un po meglio.... speriamo in bene! ok capo 
avatar
Alessio510
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 6200
Data d'iscrizione : 03.03.11
Località : Insubria

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Sab Lug 13, 2013 1:05 pm

E' stato riscontrato che ci sono delle varietà meno sensibili di altre agli attacchi del cinipide, ma non può dipendere dalla precocità o tardività delle varietà stesse.
Questo perchè gli adulti, che depongono le uova, sfarfallano dalle galle da metà giugno fino a tutto luglio (a seconda delle zone climatiche), epoca in cui anche le varietà più tardive hanno già nuovi germogli e nuove gemme.
Semmai, se a fine agosto-settembre piove e riparte un pò la vegetazione, le nuove gemme che si formano in questo periodo non vengono infestate perchè non ci sono più adulti in giro.

Quella che segue è la locandina di un incontro-dibattito sul tema Castagno e Cinipide galligeno, spero possa interessare ai frequentatori del forum della zona.

AVVISO AI CASTANICOLTORI
mercoledì 24 luglio 2013,
presso la Sala Don Dallari (ex-cinema), via Cuoghi 75, Montese (Modena)
alle ore 20,30
si terrà un incontro pubblico dedicato al tema:
LA LOTTA AL CINIPEDE GALLIGENO
DEL CASTAGNO ED AGLI ALTRI
PARASSITI E LE BUONE PRATICHE
NELLA CASTANICOLTURA
Interverranno:
Luciano Mazza, Sindaco di Montese
Luigi Vezzalini, Responsabile Tecnico Associazioni Castagno ATS –
progetto BIOINFOCAST
Giovanna Montepaone, Consorzio Fitosanitario Provinciale di Modena
Stefano Caruso, Consorzio Fitosanitario Provinciale di Modena
I cittadini ed i castanicoltori interessati sono invitati a partecipare
-------------------------------------------------------------------------------------------------------
L’iniziativa sarà ripetuta martedì 27 agosto 2013 a Monteombraro (Zocca)


Ultima modifica di Nonno_sprint il Sab Lug 13, 2013 4:00 pm, modificato 1 volta (Motivazione : Unione Post consecutivi.)
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  gian66 il Lun Lug 15, 2013 10:43 am

ecco quanto recentemente, è stato pubblicato su un noto giornale della mia zona.

Cinipide del castagno
Positivi i primi risultati della lotta biologica

Boves - La lotta biologica contro il cinipide del castagno, insetto che da una decina di anni minaccia i castagneti bovesani, ma anche quelli di tante altre zone italiane, potrebbe essere vinta.
La buona notizia riguarda le zone dove, nel 2002, venne segnalata per la prima volta la presenza sui castagni di grosse galle riconducibili ad un insetto di origine cinese, il cinipide Dryocosmus kuriphilus, considerato una vera minaccia per il castagno a livello mondiale.
La battaglia si era mostrata da subito difficile, anche considerata la resistenza agli agenti chimici. Nell’arco di pochi anni quasi tutti i castagneti sono stati infestati: le galle, bloccando il normale sviluppo dei germogli, hanno determinato una drastica riduzione della produzione dei frutti, ma anche un deperimento vegetativo degli alberi, già provati da altre malattie come il cancro corticale.
L’esperienza giapponese ha permesso di utilizzare un antagonista naturale del cinipide, l’imenottero Torymus sinesi e con un progetto finanziato dalla Regione Piemonte e attuato dall’Istituto di entomologia dell’Università di Torino sono stati rilasciati, nei castagneti infestati del Cuneese già nel 2005, grandi quantità di insetti antagonisti negli areali castanicoli.
“Dopo undici anni da quando venne segnalato il problema - spiega l’assessore all’agricoltura, Silvana Dutto – stiamo raccogliendo ora i primi risultati, che sono positivi perché l’antagonista del cinipide sta lavorando bene e la presenza dei due parassiti si sta equilibrando.
La presenza delle galle si è ridotta e la produzione di frutti è in fase di leggero recupero, anche se non è così dappertutto, perché ci sono zone che non hanno ancora produzione, mentre in altre va meglio.
Sono consapevole del fatto che non avremo forse mai più la produzione castanicola di una volta e poi c’è il problema della grandinata di maggio che, oltre a danneggiare molto fragole e frutteti, ha colpito i castagneti distruggendone
la fioritura. Abbiamo chiesto il riconoscimento della calamità naturale tramite la Comunità montana, vedremo se ci sarà qualche fondo”.
Nelle zone dove i lanci sono iniziati più tardi la riduzione della presenza di galle avverrà soltanto l’anno prossimo, quando saranno superati i valori di parassitizzazione pari all’85-90%.
“Forse possiamo dire – conclude l’assessore - che il settore potrà tornare a vivere, con vantaggi non solo per i produttori e la filiera di lavorazione e commercializzazione delle castagne, ma anche sul fronte della salvaguardia del territorio collinare e montano”.
Il successo della “terapia d’urto” sui castagni è stato esteso anche al resto d’Italia e, grazie al piano nazionale del settore castanicolo 2010/2013, eviterà la distruzione di un intero comparto e del relativo indotto.
La presenza del cinipide nel castagneto può portare alla perdita di produzione di castagne stimata tra il 65 e l’85%.
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3848
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 50
Località : Prov. di Cuneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Lun Lug 15, 2013 4:20 pm

Questi dati sono molto incoraggianti, speriamo che anche nelle altre regioni in cui sono stati fatti i lanci del Torymus si arrivi presto al controllo. Nella zona dove ho la marroneta (Comune di Dicomano) i primi due lanci sono stati fatti quest'anno e l'anno scorso per la prima volta abbiamo fatto i conti con il crollo della produzione, solo 4 q.li rispetto ai soliti 16-18. Quest'anno fiori e ricci quasi zero, almeno nella mia, ma sono convinto che una volta che la vegetazione riprenderà, torneremo anche alle produzioni di un tempo. Intanto l'aspetto del bosco è proprio scoraggiante...fino a due-tre anni fa lavorarci era un divertimento e dopo lo sgobbo ci si metteva a riposare accanto a un tronco all'omba delle chiome folte, ora le foglie sono piccole e rade, sempre più rami secchi per colpa del cancro e alcune piante muoiono a "bollate" per il mal dell'inchiostro. Da non trascurare anche la siccità e la vampa delle ultime estati. Confido nella forza del Castagno e nella grande generosità di questa pianta. La sua importanza va oltre i frutti che fornisce, dà forma ad un paesaggio e lo difende dall'erosione e dal dissesto idrogeologico, il suo bosco dà ospitalità ad un infinità di altri esseri viventi (piante e animali) e porta con se una storia di secoli e di generazioni che di castagno hanno vissuto.
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Lun Lug 15, 2013 7:40 pm

Dimenticavo.. nell'articolo si legge che contro il cinipide non si è potuto attuare la lotta chimica perchè l'insetto ha mostrato di essere resistente, in realtà non lo si può fare perchè sarebbe disastrosa nei confronti di tutti gli insetti utili presenti nell'ecosistema del bosco, (api, ma non solo), e porterebbe a danni molto superiori rispetto a quelli del cinipide stesso.
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  silvano68 il Lun Lug 15, 2013 8:51 pm

Il cipinide è proprio resistente alla lotta chimica.
Ho sentito dire che in un istituto di agraria della mia zona sono state fatte delle prove in laboratorio con insetticidi impiegati in agricoltura e non, e l' insetto ha dimostrato una resistenza straordinaria alla totalità dei principi attivi.
avatar
silvano68
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 30.11.10
Età : 49
Località : follina, treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  khristianv il Lun Lug 15, 2013 9:11 pm

Ragazzi più ne parliamo meglio e' io vorrei che i miei figli scoprissero cosa sono le castagne
Le comunità montane dovrebbero sensibilizzarsi e oltre alla lotta biologica con l antagonista dovrebbero sovvenzionare anche il reimboschimento offrendo nuove piante da piantare
Per curiosità quali varietà sono risultate più resistenti?
avatar
khristianv
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 10.06.11
Località : prov. di Lecco

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  ghezzi il Mar Lug 16, 2013 2:18 pm

alcune delle cose da te sollecitate stanno gia avvenendo nella comunità montana di cui fai parte, essendo pure la mia, se vuoi avere maggiori informazioni sull'operato inviami pure una mail, comunque puoi iscriverti ala newsletter dei castanicoltori del lario orientale, in modo da esser sempre aggiornato sull'operato della comunità montana dell lario orientale e della val sammartino
avatar
ghezzi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 21
Località : merate(lc)

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Mer Lug 17, 2013 6:02 am

Sempre a proposito della lotta chimica, ringrazio silvano68 per il suo post, ho letto proprio ieri che in effetti i prodotti sistemici contro le larve risultano del tutto inefficaci perchè il tessuto delle galle impedisce che il principio attivo raggiunga le celle in cui la larva stessa è contenuta.
Invece prodotti ad elevata persistenza sono risultati efficaci sugli adulti nel periodo dello sfarfallamento.
Resta il fatto che sarebbe una follia dal punto di vista ecologico applicare certi trattamenti in maniera estensiva nel bosco, su questo credo siamo tutti d'accordo.

khristianv ha scritto: Per curiosità quali varietà sono risultate più resistenti?

L'unica che per ora sembra resistere al cinipide è una varietà di ibrido euro-giapponese "Bouche de Betizac", ma la sua importanza almeno in Italia direi che è quasi irrilevante perchè la qualità dei frutti non è all'altezza dei marroni e delle castagne europei e italiani soprattutto. Tra il nostro germoplasma, che è molto ricco e sul quale a mio parere dobbiamo concentrarci, sono state studiate differenze di suscettibilità, ma nessuna varietà si è dimostrata finora resistente...


Ultima modifica di ferrari-tractor il Gio Lug 18, 2013 7:31 am, modificato 1 volta (Motivazione : unione post consecutivi, per favore usare EDIT per modificare/aggiungere o CITAZIONI MULTIPLE)
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  khristianv il Mer Lug 17, 2013 7:53 pm

Vi ringrazio la coltura del castagno per me ha una doppia valenza perché sono anche un piccolo apicoltore hobbista e quindi l importanza della permanenza nei nostri boschi del castagno per me e' ancora più importante
avatar
khristianv
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 10.06.11
Località : prov. di Lecco

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Ven Ago 16, 2013 3:27 pm

Sono venuto a conoscenza di un incontro europeo sul castagno che si terrà il 12-13 settembre a bologna, il programma e tutti i dettagli si trovano a questo indirizzo http://www.incontro-castagna.org/. Purtroppo sono richiesti 60€ per l'iscrizione. Il primo giorno interverranno degli esperti sui principali temi che riguardano il Castagno (piano castanicolo taliano, lotta biologica al cinipide, politica agricola comunitaria ecc), mentre il secondo giorno ci sarà una visita ad alcuni castagneti da frutto.
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Tristezza :-(

Messaggio  aldoo il Dom Ott 06, 2013 2:46 pm

Come ogni anno nel mio piccolo paese del torinese è stata organizzata la classica castagnata. E quest'anno per la prima volta in tutta la mia vita mi sono visto servire dai gentili organizzatori un cartoccio di brusatà provenienti non dai nostri boschi ma bensì dalla Toscana... E ho detto tutto.

aldoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 28.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Dom Ott 06, 2013 5:33 pm

ciao, io ho la marroneta tra mugello e val di sieve ebbene in questa zona quest'anno non raccoglieremo un bel niente, complici i vari cancro, mal dell'inchiostro, cinipide e la grandine maledetta! Probabilmente ci sono zone della Toscana che ancora si salvano.
Ero al corrente che nella tua regione la lotta biologica aveva iniziato a dare i primi risultati già dall'anno passato, più che altro nei comuni di boves, peveragno e limitrofi, ne sai qualcosa?
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  gian66 il Dom Ott 06, 2013 9:19 pm

Leos86 ha scritto:ciao, io ho la marroneta tra mugello e val di sieve ebbene in questa zona quest'anno non raccoglieremo un bel niente, complici i vari cancro, mal dell'inchiostro, cinipide e la grandine maledetta! Probabilmente ci sono zone della Toscana che ancora si salvano.
Ero al corrente che nella tua regione la lotta biologica aveva iniziato a dare i primi risultati già dall'anno passato, più che altro nei comuni di boves, peveragno e limitrofi, ne sai qualcosa?
vero!! quest'anno si è notata la differenza rispetto agli anni precedenti, complice anche la stagione non particoramente calda.
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3848
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 50
Località : Prov. di Cuneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Lun Ott 07, 2013 11:49 am

bene, ne avevo sentito parlare e avevo letto i documenti postati in questa sezione del forum, ma avere una conferma diretta è un'altra cosa. sarebbe interessante che anche altri scrivessero di eventuali segnali positivi di miglioramento (sempre che ce ne siano, ovviamente).

grazie gian66
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Stihl 026 il Lun Ott 07, 2013 12:10 pm

Ragazzi buonpomeriggio a tutti, il mio paese (Mendicino (CS)) fino all'anno scorso è stato un grande produttore di castagne; pensate che la maggior parte dei i miei paesani possiediamo un piccolo castagneto e molti di noi in questi mesi, soprattutto se le cultivar sono precoci, racimolavamo un bel gruzzoletto di denaro. Purtroppo quest'anno, causa cinipide galligeno bonk!bonk! , le produzioni, almeno nella mia zona, sono pari allo zero; molti di noi nemmeno abbiamo pulito il sottobosco perchè sarebbe stata spesa senza rientrata.Crying or Very sad 
Migliorie da quando hanno liberato l'insetto antagonista non ne abbiamo visto, e a malincuore penso che nemmeno il prossimo anno raccoglieremo qualcosa. 
Saluti da Stihl 026
avatar
Stihl 026
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 07.11.12
Località : Cosenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Carletto il Lun Ott 07, 2013 12:29 pm

Anche da me in Valcuvia, situata a nord della provincia di Varese, è il secondo anno che di castagne non vi è neanche l'ombra.
avatar
Carletto
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 22.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  rapanui il Lun Ott 07, 2013 4:37 pm

Un aggettivo per la situazione castanicola nella mia zona..."triste"....Sad 

rapanui
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 07.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Leos86 il Lun Ott 07, 2013 6:34 pm

scusa rapanui, qual è la tua zona?
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 31
Località : Firenze

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  passione il Lun Ott 07, 2013 6:47 pm

anche dalle mie parti è un vero disastro, pochi ricci tutti vuoti con castagne non fruttificate. anche le foglie sono più brutte
avatar
passione
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 13.01.12
Età : 26
Località : collina piemontese

Tornare in alto Andare in basso

Re: cinipide galligeno del castagno

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum