Argomenti simili
Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti attivi
» ATTENZIONE LEGGETE TUTTI E FATE GIRARE LA VOCE. nuovo prodotto: la frode. parte 2
Da maxb. Oggi alle 10:49 am

» TIRANTI TIRFOR
Da BFausto Oggi alle 10:44 am

» Consiglio motosega
Da ferrari-tractor Oggi alle 8:44 am

» Accatastamento e stagionatura legna da ardere - parte 2
Da BFausto Oggi alle 8:14 am

» Sachs Dolmar 123
Da Alessio510 Oggi alle 7:20 am

» Aiuto acquisto motosega epoca
Da Febo Ieri alle 9:55 pm

» Pioneer P20
Da Febo Ieri alle 9:00 pm

» TELEFERICHE E VERRICELLI PER ESBOSCO E TRASPORTO MATERIALE
Da clivis Ieri alle 8:54 pm

» Pioneer P26
Da Febo Ieri alle 8:50 pm

» Husqvarna Tomos 65L
Da Fast 34 Ieri alle 8:20 pm

» Perdita miscela durante funzionamento Stihl MS 290
Da falcetto Ieri alle 6:50 pm

» OLIO CATENA parte 2
Da Andre andre Ieri alle 5:51 pm

» more e lamponi
Da luca31 Ieri alle 5:41 pm

» Restauro carburatore Carter NDR montato su Wright C-50
Da Poulanista Ieri alle 1:01 pm

» McCulloch Pro Mac 10-10 / Alpina A-40
Da fabio61 Ieri alle 9:56 am

» CATENE NORMALI parte 2
Da luca31 Ieri alle 9:05 am

» carrucola per abbattimento
Da tribo Sab Gen 28, 2023 8:38 pm

» Da una semipro al livello base?
Da Fiskar Sab Gen 28, 2023 3:54 pm

» Cerco parte di motoseghe Hokkaido 254VL
Da Xconoscere Sab Gen 28, 2023 2:11 pm

» Pompa olio Stihl 009
Da Luigi-vign2 Sab Gen 28, 2023 12:44 pm

» ASCE - ACCETTE parte 4
Da luca31 Sab Gen 28, 2023 7:44 am

» Soffiatore Echo PB770
Da jotull Sab Gen 28, 2023 7:28 am

» POTATORI elettrici e a batteria
Da cagnino Sab Gen 28, 2023 12:15 am

» Partner R11 restauro
Da Fast 34 Ven Gen 27, 2023 8:40 pm

» DIME AFFILATURA
Da belcanto Ven Gen 27, 2023 4:59 pm

» Problema lame Castelgarden
Da riccardo Ven Gen 27, 2023 4:53 pm

» Husqvarna 351 e 353
Da antonino1974 Ven Gen 27, 2023 4:49 pm

» Problema corrente Husqvarna 545 prima serie
Da falcetto Ven Gen 27, 2023 4:16 pm

» Hokkaido 254VL
Da Xconoscere Ven Gen 27, 2023 2:55 pm

» Informazioni motosega Lombard
Da Febo Ven Gen 27, 2023 11:24 am

» Albero motrice decespugliatore uscito di sede
Da Joe_UD Ven Gen 27, 2023 9:42 am

» Motore Briggs&Stratton vs Loncin
Da maxb. Ven Gen 27, 2023 7:34 am

» Come riconoscere modello Husqvarna 61
Da Febo Gio Gen 26, 2023 11:28 pm

» Problema inceppamento catena
Da Andre andre Gio Gen 26, 2023 7:54 pm

» Oleomac 730s non parte
Da Giacomo B Gio Gen 26, 2023 7:45 pm

» Dolmar PS420SC problemi a restare in moto
Da falcetto Gio Gen 26, 2023 6:52 pm

» prezzi legna da ardere
Da belcanto Gio Gen 26, 2023 6:25 pm

» manutenzione spaccalegna a vite
Da busu88 Gio Gen 26, 2023 10:48 am

» Travasi cilindro otturati
Da nitro52 Gio Gen 26, 2023 10:00 am

» Jonsered 70e
Da Vevaxel75 Mer Gen 25, 2023 11:18 pm

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 23072 membri registrati
L'ultimo utente registrato è mancino

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 297999 messaggi in 15510 argomenti
Chi è online?
In totale ci sono 212 utenti online: 7 Registrati, 0 Nascosti e 205 Ospiti :: 4 Motori di ricerca

Andre andre, demo, eugenio.bonac, mancino, maxb., robywood, Stepmeister

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 528 il Lun Lug 26, 2021 8:05 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap30%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 30% [ 158 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap35%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 35% [ 184 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap12%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 12% [ 64 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap2%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 2% [ 13 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap4%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 4% [ 20 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap5%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 5% [ 24 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap2%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 2% [ 11 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap9%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 9% [ 47 ]
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_lcap1%ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Vote_rcap 1% [ 5 ]

Voti totali : 526


ASCE - ACCETTE parte 2

+89
passione
vanloon
Alessio510
Andrea Sertori
gio68
speedsonic
worior
Anto86
bcarape
robedece
santinello
guybrush treepwood
Rancher_55
Alex2011
Ash williams
giovanni90
marco86
biker57
SANTIPPOLITO
tizianoclimb
Ducelier
Stihl 026
vittost
Galizzi Santo Snc
Carletto
ricky7
andreat63
alex84
pennato
sibari
mimmotrapa
stefen 66
Papampa
superciuk
asso23
Il Celtico
Geronimo Apache
Signor Frido
faldi
riky86
lucaxx
dobermann
MASTROTURI
stihlista
biond
DotCom
tottoli livio
scipios
peppone
donniemilano
Nonno_sprint
aldoo
claudio de rosa
loker
straker
ghezzi
pieromarc
Xtc3
maxb.
_Giuseppe_
psq
Poseidon X6
Dan56k
anto65
bubuthebest
giampy66
falcetto
gallonero
Checus
cristianc
controller
Erne
rò89bs
Birbo80
Dacci
castagnone
Motolelozzo
Smielatore
Drago 100
k250
iury1977
Dominik
andy82
emilio79
gian66
Don Camillo
ferrari-tractor
beppe65
stefano.danieli
93 partecipanti

Pagina 25 di 40 Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26 ... 32 ... 40  Successivo

Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  beppe65 Ven Ott 25, 2013 8:59 pm

straker ha scritto:
beppe65 ha scritto:Beh, se quella tecnologia ti permette a parità di condizioni di fare meno fatica e di preservare più a lungo l'attrezzo, perchè rinunciarvi?
la parità di condizioni fra le asce indicate non può esistere, fosse anche solo per una: il prezzo. che, per la maggior parte degli utilizzatori, non è una condizione al contorno
Non sono d'accordo, qui non si parla di estetica della quale io sono ovviamente ammaliato, ma di fatti concreti.
Andiamo al sodo? una mazzascure Rinaldi da 3500 gr costa manicata  qui dove la producono 35 euro a fronte del prezzo della X25 su amazon di 55 euro.
Ciò premesso, facciamo una valutazione rapida sugli attrezzi citati:
Compro la Rinaldi e mi trovo un attrezzo lungo 900 mm, dal peso complessivo di più di  quattro Kg. Non male come mezzo...forse non così facile da usare perchè con più di quattro Kg e 90 cm sopra la testa o sei uno tosto o se arrivi al decimo colpo di seguito sei un eroe.
Vabbè, si può dire, la puoi usare con i cunei... wow, grande vantaggio...
Domanda: ma su cento che usiamo la scure per far legna, quanti usano i cunei???? Lo dico: se arriviamo a dieci, per me son tanti...
Passo alla X25... costa 20 euro in più, ma pesa quasi 2 kg in meno quindi vuol dire che ci puoi lavorare più a lungo, penso... poi il manico è lungo  72 cm quindi maneggevole, se non sei alto 2 metri oppure meno di uno...
Conclusione.
Vogliam parlare di prezzo? Scegliete voi: è meglio aver risparmiato 20 euri ed aver lavorato solo per un'ora e non essere in condizione di non muovere le braccia oppure non averne risparmiato nemmeno uno ma aver lavorato per tre ore ed avere la legna pronta ed a misura per la stufa??
Io, se compro una scure, è per usarla nel modo più efficiente possibile. Se devo guardare solo agli euri forse risparmiati...beh, lascio perdere che è meglio.
Saluti a tutti.
Beppe65
beppe65
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6050
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 57
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Don Camillo Ven Ott 25, 2013 9:58 pm

Premetto:
Non ho mai utilizzato una X 25 quale attrezzo da spacco,quindi non posso giudicarne il rendimento.
Ho invece esperienza sulla mazza scure di 4 kg e rotti utilizzata con i cunei per lo spacco di tronchi della lunghezza fino a 1 m, durante mezze giornate.
In questi casi ben venga un attrezzo pesante anche se stancante.
Secondo il mio parere,avendo la possibilità,sarebbe auspicabile possedere la scure adatta o quella che si avvicina maggiormente alle esigenze imposte dalla difficoltà del lavoro da svolgere.
Queste scuri super tecnologiche da spacco non mi hanno mai ispirato troppa fiducia. ?????  anche per questo motivo non ne ho mai acquistate.

E se fosse la volta buona Don che ti decidi a comprarne una,lavorandoci,magari finisce che cambi idea sulle prestazioni fornite da questi attrezzi.
Buona notte da D.C.ok capo

******************************************************************************************************
Diffida delle imitazioni
Don Camillo
Don Camillo
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 1914
Data d'iscrizione : 17.03.12
Età : 58
Località : Svizzera Italiana

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Carletto Dom Ott 27, 2013 7:07 am

Don Camillo ha scritto: Secondo il mio parere,avendo la possibilità,sarebbe auspicabile possedere la scure adatta o quella che si avvicina maggiormente alle esigenze imposte dalla difficoltà del lavoro da svolgere.
Queste scuri super tecnologiche da spacco non mi hanno mai ispirato troppa fiducia. ?????  anche per questo motivo non ne ho mai acquistate.

E se fosse la volta buona Don che ti decidi a comprarne una,lavorandoci,magari finisce che cambi idea sulle prestazioni fornite da questi attrezzi.
Buona notte da D.C.ok capo
Giusto! Con la mia Angelo B. da 3,5 Kg e la mia Rinaldi  da circa 1,8 Kg spacco ogni tipo di legna. Le alterno per non stancarmi troppo. Le reputo due ottimi attrezzi.  In particolare quella da 3,5 quando cala sul ceppo, fessurandolo, produce un rumore sordo, che è un piacere sentirlo. Utilizzando un'ascia da 3,5 Kg. uso molto meno i cunei. Comunque mi è rimasta una gran  voglia di provarla questa Fiskars. Tra qualche mese è Natale e non è detto che mi faccia un regalo.


Ultima modifica di beppe65 il Dom Ott 27, 2013 10:32 am - modificato 1 volta. (Motivazione : sistemazione quote...)
Carletto
Carletto
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 22.01.12

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  gian66 Dom Ott 27, 2013 11:01 am

Carletto ha scritto:
Don Camillo ha scritto: Secondo il mio parere,avendo la possibilità,sarebbe auspicabile possedere la scure adatta o quella che si avvicina maggiormente alle esigenze imposte dalla difficoltà del lavoro da svolgere.
Queste scuri super tecnologiche da spacco non mi hanno mai ispirato troppa fiducia. ?????  anche per questo motivo non ne ho mai acquistate.

E se fosse la volta buona Don che ti decidi a comprarne una,lavorandoci,magari finisce che cambi idea sulle prestazioni fornite da questi attrezzi.
Buona notte da D.C.ok capo
Giusto! Con la mia Angelo B. da 3,5 Kg e la mia Rinaldi  da circa 1,8 Kg spacco ogni tipo di legna. Le alterno per non stancarmi troppo. Le reputo due ottimi attrezzi.  In particolare quella da 3,5 quando cala sul ceppo, fessurandolo, produce un rumore sordo, che è un piacere sentirlo. Utilizzando un'ascia da 3,5 Kg. uso molto meno i cunei. Comunque mi è rimasta una gran  voglia di provarla questa Fiskars. Tra qualche mese è Natale e non è detto che mi faccia un regalo.
eh!! ... vedi!! anche tu sei tentato Very Happy 
basterebbero 2/3 scuri per fare tanto di quel lavoro !! ... però la passione per questi attrezzi ci fà venire voglia di acquistarne altri, non solo per confrontarli, ma anche per puro piacere di possederli e ..... ogni tanto usarli.
se ti fai il regalo, ... poi ci dirai come ti trovi ok capo .

saluti!
gian66
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 4165
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 56
Località : Prov. di Cuneo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Galizzi Santo

Messaggio  Galizzi Santo Snc Mer Ott 30, 2013 10:51 am

Don Camillo ha scritto:Curiosità del giorno:????? 
Qualcuno di voi sa dire quale destino ha subito G Samto ditta produttrice di scuri e attrezzi da taglio in genere oltre che attrezzi per l'agricoltura  che a quanto ho sentito oggi,produceva ancora fino a qualche tempo fa nel comune di S.Giovanni Bianco in Valle Brembana BG
Ho cercato sulla rete,ma non ne ho trovato traccia.
Buona serata da D.C.  ok capo
Ciao a tutti,
mi chiamo Andrea Galizzi e sono figlio di Galizzi Matteo a sua volta figlio di Galizzi Santo, fondatore della ditta G.Santo Snc. Desidero ringraziarvi tutti per l'interessamento circa l'azienda portata avanti da mio padre fino a qualche anno fa.
L'azienda nasce, cresce e muore a San Giovanni Bianco in Valle Brembana di Bergamo nel 1892 contraddistinguendosi sempre per la sua produzione a vocazione artiginale basata sulla forgiatura del ferro. La Galizzi Santo ha vissuto un secolo ed ha attraversato due guerre mondiali, durante tali periodi si utilizzarono i binari dei treni per ricavare la materia prima per la produzione.
Come dicevo la produzione si è sempre basata sulla forgiatura del ferro tramite il maglio, e questo significa che bisogna essere dei maestri per lavorare il ferro e con mio padre, che ha iniziato a 10 anni a lavorare davanti al maglio, tale maestria a raggiunto un livello altissimo.
Veramente non lo voglio dire con esaltazione, ma la piccola ditta di mio padre ha venduto attrezzi boschivi in tutta europa (principalmente Francia e Svizzera) e Brasile. Quando parlo di italiani che all'inizio del secolo scorso partivano a cercare fortuna in Francia e Svizzera partendo a piedi dalle nostre terre con in mano solo una scure, davvero non racconto frottole ma parlo di storia vera.
Mio padre ha dovuto chiudere l'azienda nel 2000 a causa di problemi con le normative ASL in particolare per i rumori. Con le lacrime agli occhi ha dovuto chiudere perché nel duemila il rumore dei magli era ritenuto un disturbo per coloro che esigevano la penichella pomeridiana.
Ricordo che abbiamo venduto tutti i macchinari ed un giorno qualcuno ci ha voluto comprare anche il marchio, investigherò meglio su l'ha fatto ma posso assicurare che non conosciamo la ditta di Macerata di cui parlate nel forum (però ricordo che li avevamo parecchi clienti...).
La maestria per la produzione è rimasta a mio papà che oggi ha 83 anni e si è rinventato cuoco e nonno dei suoi nipotini.
In quanto a me io non ho mai imparato l'arte della forgiatura del ferro e questo mi spiace tantissimo. Ricordo solo che ogni tanto durante le vacanze estive da scuola,lavoravo nel reparto verniciatura dei falcetti e delle scuri. La scure rossa postata non mi porta, infatti non avevamo vernici rosse, credo si tratti una che verso la fine compravamo da terzi, mi spiace ma di scadente qualità.
Avrò sicuramente premura di portare alla lettura di mio padre i vostri post in è sempre stato convinto che ormai nessuno cercasse più qualità negli attrezzi boschivi e che ormai nessuno sapesse distinguere un forgiato da uno stampato, voi siete la conferma che questo non è vero.ok capo

Galizzi Santo Snc
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 30.10.13

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  peppone Mer Ott 30, 2013 11:00 am

Galizzi Santo Snc ha scritto:
Don Camillo ha scritto:Curiosità del giorno:????? 
Qualcuno di voi sa dire quale destino ha subito G Samto ditta produttrice di scuri e attrezzi da taglio in genere oltre che attrezzi per l'agricoltura  che a quanto ho sentito oggi,produceva ancora fino a qualche tempo fa nel comune di S.Giovanni Bianco in Valle Brembana BG
Ho cercato sulla rete,ma non ne ho trovato traccia.
Buona serata da D.C.  ok capo
Ciao a tutti,
mi chiamo Andrea Galizzi e sono figlio di Galizzi Matteo a sua volta figlio di Galizzi Santo, fondatore della ditta G.Santo Snc. Desidero ringraziarvi tutti per l'interessamento circa l'azienda portata avanti da mio padre fino a qualche anno fa.
L'azienda nasce, cresce e muore a San Giovanni Bianco in Valle Brembana di Bergamo nel 1892 contraddistinguendosi sempre per la sua produzione a vocazione artiginale basata sulla forgiatura del ferro. La Galizzi Santo ha vissuto un secolo ed ha attraversato due guerre mondiali, durante tali periodi si utilizzarono i binari dei treni per ricavare la materia prima per la produzione.
Come dicevo la produzione si è sempre basata sulla forgiatura del ferro tramite il maglio, e questo significa che bisogna essere dei maestri per lavorare il ferro e con mio padre, che ha iniziato a 10 anni a lavorare davanti al maglio, tale maestria a raggiunto un livello altissimo.
Veramente non lo voglio dire con esaltazione, ma la piccola ditta di mio padre ha venduto attrezzi boschivi in tutta europa (principalmente Francia e Svizzera) e Brasile. Quando parlo di italiani che all'inizio del secolo scorso partivano a cercare fortuna in Francia e Svizzera partendo a piedi dalle nostre terre con in mano solo una scure, davvero non racconto frottole ma parlo di storia vera.
Mio padre ha dovuto chiudere l'azienda nel 2000 a causa di problemi con le normative ASL in particolare per i rumori. Con le lacrime agli occhi ha dovuto chiudere perché nel duemila il rumore dei magli era ritenuto un disturbo per coloro che esigevano la penichella pomeridiana.
Ricordo che abbiamo venduto tutti i macchinari ed un giorno qualcuno ci ha voluto comprare anche il marchio, investigherò meglio su l'ha fatto ma posso assicurare che non conosciamo la ditta di Macerata di cui parlate nel forum (però ricordo che li avevamo parecchi clienti...).
La maestria per la produzione è rimasta a mio papà che oggi ha 83 anni e si è rinventato cuoco e nonno dei suoi nipotini.
In quanto a me io non ho mai imparato l'arte della forgiatura del ferro e questo mi spiace tantissimo. Ricordo solo che ogni tanto durante le vacanze estive da scuola,lavoravo nel reparto verniciatura dei falcetti e delle scuri. La scure rossa postata non mi porta, infatti non avevamo vernici rosse, credo si tratti una che verso la fine compravamo da terzi, mi spiace ma di scadente qualità.
Avrò sicuramente premura di portare alla lettura di mio padre i vostri post in è sempre stato convinto che ormai nessuno cercasse più qualità negli attrezzi boschivi e che ormai nessuno sapesse distinguere un forgiato da uno stampato, voi siete la conferma che questo non è vero.ok capo
andrea, noi tutti ti ringraziamo per la stima che ci riconosci e per la precisione della tua testimonianza.
noi, qui, alla qualità ci teniamo al di sopra di qualsiasi altra considerazione.
fai leggere queste pagine a tuo padre, con la speranza che abbia il tempo e la voglia di metterci a conoscenza di quello che soltanto un uomo come lui conosce in materia di forgiature, di lame e di asce.

saluti
peppone

******************************************************************************************************
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Diviet10      "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
peppone
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13257
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 53
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

https://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  andreat63 Mer Ott 30, 2013 11:44 am

grazie delle info, ho in collezione qualcosa di vostro, tra scuri e roncole. avevate ancora i magli idraulici?

andreat63
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 07.11.11
Località : mantova

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Galizzi Santo Snc Mer Ott 30, 2013 12:11 pm

andreat63 ha scritto:grazie delle info, ho in collezione qualcosa di vostro, tra scuri e roncole. avevate ancora i magli idraulici?

Ciao! Ti ricompreri volentieri qualcosa, una scure, una roncola, sai che a me non è rimasto nulla? Infatti quelle poche volte che frequento mercatini provo a cercare ma senza risultati!
I magli idraulici li avevamo quando l'azienda era sul fiume, ma già negli anni trenta si erano trasferiti in un capannone più grande utilizzando l'elettricità.
Forse qualche maglio idraulico lo trovi ancora in Val Trompia (BS) ma non credo per la produzione di serie, forse più per lavorazioni artistiche!

Galizzi Santo Snc
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 30.10.13

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  vittost Mer Ott 30, 2013 1:20 pm

Se vi interessa vedere un maglio funzionante (museo) questo è quello che si trova in provincia di Bergamo a Ponte Nossa (Val Seriana).
http://www.maglinossa.it/

Da piccolo con la scuola ci sono stato ed era ancora attivo (non come museo) e per la loro produzione di articoli forgiati la base di partenza erano le rotaie del treno.

Ricordo che era stato molto interessante.

VittoST
vittost
vittost
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 15.07.11
Località : Bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  ferrari-tractor Mer Ott 30, 2013 6:12 pm

Galizzi Santo Snc ha scritto:
Veramente non lo voglio dire con esaltazione, ma la piccola ditta di mio padre ha venduto attrezzi boschivi in tutta europa (principalmente Francia e Svizzera) e Brasile. Quando parlo di italiani che all'inizio del secolo scorso partivano a cercare fortuna in Francia e Svizzera partendo a piedi dalle nostre terre con in mano solo una scure, davvero non racconto frottole ma parlo di storia vera.
Grazie Andrea del tuo graditissimo intervento.
Ho un paio di accette G. Santo (una mi pare nuova mai usata), l'altra l'ho usata e la uso con molta soddisfazione e l'ho verniciata di rosso per nonperderla nel bosco.

Galizzi Santo Snc ha scritto:
Mio padre ha dovuto chiudere l'azienda nel 2000 a causa di problemi con le normative ASL in particolare per i rumori. Con le lacrime agli occhi ha dovuto chiudere perché nel duemila il rumore dei magli era ritenuto un disturbo per coloro che esigevano la penichella pomeridiana.
Ricordo che abbiamo venduto tutti i macchinari ed un giorno qualcuno ci ha voluto comprare anche il marchio, investigherò meglio su l'ha fatto ma posso assicurare che non conosciamo la ditta di Macerata di cui parlate nel forum (però ricordo che li avevamo parecchi clienti...).
Che brutta notizia.
Pensa che in Svezia c'è una ditta che ha fatto la sua fortuna nell'aver rimesso a norma macchinari "antiquati" e adottando lavorazioni artigianali... se vuoi vedere il loro sito è http://www.gransforsbruk.com/

Galizzi Santo Snc ha scritto:
Avrò sicuramente premura di portare alla lettura di mio padre i vostri post in è sempre stato convinto che ormai nessuno cercasse più qualità negli attrezzi boschivi e che ormai nessuno sapesse distinguere un forgiato da uno stampato, voi siete la conferma che questo non è vero.ok capo
Porta i saluti a tuo padre ed anche i ringraziamenti miei e di tutto il forum per la qualità dei suoi prodotti.
ferrari-tractor
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 12994
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 41
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  ricky7 Mer Ott 30, 2013 6:29 pm

eccomi dopo qualche giorno che mi è arrivata  la Muller da 3 kg manico in frassino, molto bella e ben fatta, la sento anche molto ben bilanciata, il peso c'è ma non mi affatica. l'ho provata oggi su tronchi di abete rosso tagliato in mattinata quindi freschissimo e resinoso, i primi colpi non riuscivo a spaccare bene, ci rimbalzavo quasi, dovevo capire l'ascia, entrarci in sintonia, diventare tutt'uno con essa, farle assaggiare il legno e farle capire perchè essa esiste a questo mondo. Dopo nessun problema nonostante il legno fresco e qualche nodo ogni tanto. mi sono proprio divertito e per niente stancato, ho fatto circa un'ora, contentissimo del mio acquisto! compliments! 

Allego qualche foto con e senza la scure che usavo in precedenza per spaccare. Spero sia di vostro gradimento il confronto tra il vecchio e il nuovo attrezzo per lo scopo.


ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 8nrf



ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 0hw2


ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 3lf6


ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Gkld
ricky7
ricky7
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 20.10.13
Età : 34
Località : Pistoia

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  beppe65 Mer Ott 30, 2013 6:54 pm

Signor Frido ha scritto:
Don Camillo ha scritto:
straker ha scritto:sono attrezzi prodotti da quella che oggi è la leonelli cav. lanfranco
http://www.leonelliattrezzi.com/index.php
Il discorso si fa interessante ok capo 
Allora la produzione dalla Valle Brembana si é spostata a Macerata,sotto il buon nome del Cavalier Lanfranco.Probabilmente asce,scuri e accette non rientrano negli obbiettivi imprenditoriali di questo gruppo.
A questo punto é interessante sapere se gli attrezzi vengono ancora marchiati G.Santo oppure con  altro logo.????? ????? 
Sarebbe stato un vero peccato se quel bagaglio di competenze fosse giunto al capolinea.
Buona serata a tutti dal Reverendo.
Buongiorno a tutti, mi permetto di intervenire senza essermi prima presentato e spero mi scuserete. Alcuni mesi fa ho acquistato in un mercatino una testa d'ascia in ottime condizioni marchiata G.Santo 2, la forma simile al tipo "america" della Rinaldi. Il venditore si è detto dispiaciuto che la produzione fosse cessata, perchè in effetti è un ottimo attrezzo. Da hobbysta appassionato ho voluto indagare e la ditta Leonelli mi ha confermato che in effetti è un marchio di loro proprietà . E' un vero peccato che si perdano questi marchi di piccoli produttori.
Questo messaggio è anche una scusa per registrarmi in questo bel forum che "lurko" da un pò, spero di riuscire a postare qualche foto dei miei ferri, prima o poi.
Buona giornata a tutti.
La storia del marchio, va approfondita... Very Happy ok capo 
beppe65
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6050
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 57
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  ferrari-tractor Gio Ott 31, 2013 8:03 pm

Queste sono le mie due accette G.SANTO (le uniche che posseggo purtroppo, non ho altri attrezzi della ditta Santo).
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3510

Quella rossa (verniciata da me per non perderla nel bosco) porta la scritta "00", e come si può vedere è stata usata e la uso tuttora sebbene il manico sia stato sostituito con uno non sagomato e più lungo. Il manico originale era sagomato molto simile a quello dell'altra.

Quella non colorata porta la scritta "0" ee è così come è stata comprata, manico compreso, e a detta di mio padre è stata acquistata ancora da mio nonno quindi parliamo prima del 1985.
Conserva ancora uno strato di lacca sul tagliente per preservarla dalla ruggine, il tagliente stesso è solo sbozzato non è certo un rasoio come l'altra.
Le lavorazioni del ferro forse sono utili al Sig. Galizzi per "datarle" con più precisione.

Come dimensioni del tagliente, sono circa 8,5 cm per la "00" e quasi 10 cm per la "0".
Avendo usato la "00" confermo che l'acciaio è ottimo, tiene un buon filo e non scheggia neanche con temperature rigide.
L'unica cosa negativa è stata il manico, troppo piccolo per la mia mano e di legno debole (faggio penso), quando si è rotto l'ho sostituito con uno lungo 60cm il che mi consente di usarla come "metro" nel bosco per segnare la lunghezza dei tronchi da tagliare a 120 o 180 cm.

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3511

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3512

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3513

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3514

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Dscn3515
ferrari-tractor
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 12994
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 41
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Signor Frido Ven Nov 01, 2013 9:22 pm

Galizzi Santo Snc ha scritto:
Don Camillo ha scritto:Curiosità del giorno:????? 
Qualcuno di voi sa dire quale destino ha subito G Samto ditta produttrice di scuri e attrezzi da taglio in genere oltre che attrezzi per l'agricoltura  che a quanto ho sentito oggi,produceva ancora fino a qualche tempo fa nel comune di S.Giovanni Bianco in Valle Brembana BG
Ho cercato sulla rete,ma non ne ho trovato traccia.
Buona serata da D.C.  ok capo
Ciao a tutti,
mi chiamo Andrea Galizzi e sono figlio di Galizzi Matteo a sua volta figlio di Galizzi Santo, fondatore della ditta G.Santo Snc. Desidero ringraziarvi tutti per l'interessamento circa l'azienda portata avanti da mio padre fino a qualche anno fa.
L'azienda nasce, cresce e muore a San Giovanni Bianco in Valle Brembana di Bergamo nel 1892 contraddistinguendosi sempre per la sua produzione a vocazione artiginale basata sulla forgiatura del ferro. La Galizzi Santo ha vissuto un secolo ed ha attraversato due guerre mondiali, durante tali periodi si utilizzarono i binari dei treni per ricavare la materia prima per la produzione.
Come dicevo la produzione si è sempre basata sulla forgiatura del ferro tramite il maglio, e questo significa che bisogna essere dei maestri per lavorare il ferro e con mio padre, che ha iniziato a 10 anni a lavorare davanti al maglio, tale maestria a raggiunto un livello altissimo.
Veramente non lo voglio dire con esaltazione, ma la piccola ditta di mio padre ha venduto attrezzi boschivi in tutta europa (principalmente Francia e Svizzera) e Brasile. Quando parlo di italiani che all'inizio del secolo scorso partivano a cercare fortuna in Francia e Svizzera partendo a piedi dalle nostre terre con in mano solo una scure, davvero non racconto frottole ma parlo di storia vera.
Mio padre ha dovuto chiudere l'azienda nel 2000 a causa di problemi con le normative ASL in particolare per i rumori. Con le lacrime agli occhi ha dovuto chiudere perché nel duemila il rumore dei magli era ritenuto un disturbo per coloro che esigevano la penichella pomeridiana.
Ricordo che abbiamo venduto tutti i macchinari ed un giorno qualcuno ci ha voluto comprare anche il marchio, investigherò meglio su l'ha fatto ma posso assicurare che non conosciamo la ditta di Macerata di cui parlate nel forum (però ricordo che li avevamo parecchi clienti...).
La maestria per la produzione è rimasta a mio papà che oggi ha 83 anni e si è rinventato cuoco e nonno dei suoi nipotini.
In quanto a me io non ho mai imparato l'arte della forgiatura del ferro e questo mi spiace tantissimo. Ricordo solo che ogni tanto durante le vacanze estive da scuola,lavoravo nel reparto verniciatura dei falcetti e delle scuri. La scure rossa postata non mi porta, infatti non avevamo vernici rosse, credo si tratti una che verso la fine compravamo da terzi, mi spiace ma di scadente qualità.
Avrò sicuramente premura di portare alla lettura di mio padre i vostri post in è sempre stato convinto che ormai nessuno cercasse più qualità negli attrezzi boschivi e che ormai nessuno sapesse distinguere un forgiato da uno stampato, voi siete la conferma che questo non è vero.ok capo
Questo post mi ha riempito di tristezza, è assurdo che una ditta così sia costretta a chiudere per inquinamento acustico, poi ci lamentiamo di come va il paese... Signor Galizzi io ho trovato una vostra testa di scure n°2 in un mercato settimanale di Marina di Massa, d'estate c'è al venerdì mi pare, il venditore ne aveva diverse altre e si diceva molto dispiaciuto della chiusura di una ditta che produceva attrezzi di qualità, mi sono trovato molto bene usandola, è molto affilata, tiene il filo e l'acciaio "canta". Non faccia caso al manico che è una roba provvisoria già sostituita:
ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Qetk
Se le interessa la prossima estate posso vedere di comprarne qualcuna e inviarvela, se le ritrovo.

edit: la ditta a cui appartiene il marchio dovrebbe essere Leonelli di Macerata.
Signor Frido
Signor Frido
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 25.07.13
Località : Reggio emilia

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Stihl 026 Ven Nov 01, 2013 9:37 pm

Anche noi possediamo 2-3 asce G.SANTO. Leggendo la storia che ha raccontato Andrea mi è molto dispiaciuto che un'azienda come la loro ha chiuso ed ha smesso di produrre attrezzi very cry di un'ottimo acciaio che difficilmente perde il filo. Qui nella mia zona il marchio Santo è molto conosciuto sopratutto nell'ambito delle asce. Cercherò a breve immortalarle in qualche foto anche perchè se le proprio meritano Very Happy ok capo 
Saluti e buonanotte da Francesco
Stihl 026
Stihl 026
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 303
Data d'iscrizione : 07.11.12
Località : Cosenza

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  stefano.danieli Dom Nov 03, 2013 5:19 am

Ciao a tutti.
Avrei bisogno di un consiglio in merito all'acquisto di una nuova ascia da spacco.

Quest'anno ho utilizzato con soddisfazione una mazza scure della Rinaldi da 2500 gr per spaccare castagno e robinia (diametro max 40 cm).
L'anno prossimo dovro' tagliare alberi importanti (castagno diametro 50-60 cm) e gia da quest'anno ho notato che la rinaldi da 2500 sopra i 40 cm inizia ad essere "leggerina".

Oltre alla sorella maggiore (Rinaldi 3500 gr) quale altra ascia da spacco mi consigliereste per calibri sopra citati?

Grazie.

stefano.danieli
UTENTE BANNATO

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 13.01.13

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Carletto Dom Nov 03, 2013 7:37 am

stefano.danieli ha scritto:Ciao a tutti.
Avrei bisogno di un consiglio in merito all'acquisto di una nuova ascia da spacco.

Quest'anno ho utilizzato con soddisfazione una mazza scure della Rinaldi da 2500 gr per spaccare castagno e robinia (diametro max 40 cm).
L'anno prossimo dovro' tagliare alberi importanti (castagno diametro 50-60 cm) e gia da quest'anno ho notato che la rinaldi da 2500 sopra i 40 cm inizia ad essere "leggerina".

Oltre alla sorella maggiore (Rinaldi 3500 gr) quale altra ascia da spacco mi consigliereste per calibri sopra citati?

Grazie.
Ciao Stefano,
quì nel forum esistono due scuole di pensiero per quanto riguarda le asce da spacco.
La prima predilige le asce classiche, meno tecnologiche, semplici, che basano principalmente le loro prestazioni sul peso del tagliente. Spesso hanno il manico in legno, leggermente sagomato ma spesso dritto o in plastica facilmente sostituibile.
La seconda che predilige le asce tecnologiche, meno pesanti, con manici prevalentemente in fibra (spesso cava all'interno per alleggerirne il peso e spostare il baricentro verso il tagliente). Taglienti rivestite in materiali speciali che ne garantiscano la penetrazione. Il bilanciamento dell'ascia è studiato a lungo in modo da avere un attrezzo leggero e con molta forza di penetrazione, favorita anche dalla forma del tagliente. Sono più costose delle prime e molti le apprezzano per la indubbia bellezza estetica.
Cosa consigliarti?
Ti direi di fare una bella prova sul campo tra l'ottima Rinaldi da 3500 e un'ascia tecnologica tipo Fiskars x27 e farci sapere qual è la migliore sui ceppi di castagno da 60 cm.
Carletto
Carletto
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 22.01.12

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  beppe65 Dom Nov 03, 2013 11:39 am

Carletto ha scritto:
stefano.danieli ha scritto:Ciao a tutti.
Avrei bisogno di un consiglio in merito all'acquisto di una nuova ascia da spacco.

Quest'anno ho utilizzato con soddisfazione una mazza scure della Rinaldi da 2500 gr per spaccare castagno e robinia (diametro max 40 cm).
L'anno prossimo dovro' tagliare alberi importanti (castagno diametro 50-60 cm) e gia da quest'anno ho notato che la rinaldi da 2500 sopra i 40 cm inizia ad essere "leggerina".

Oltre alla sorella maggiore (Rinaldi 3500 gr) quale altra ascia da spacco mi consigliereste per calibri sopra citati?

Grazie.
...
Cosa consigliarti?
Ti direi di fare una bella prova sul campo tra l'ottima  Rinaldi da 3500 e un'ascia tecnologica tipo Fiskars x27 e farci sapere qual è la migliore sui ceppi di castagno da 60 cm.
Beh, è una prova non equilibrata...la testa della X27 pesa circa milleottocento grammi, come la X25, contro i 3500 della Rinaldi.
Il confronto andrebbe fatto eventualmente con la X39 o la X46.
In alternativa alla Rinaldi potresti considerare la mazzascure Ariex, come prezzi siamo lì.
beppe65
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6050
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 57
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  stefano.danieli Dom Nov 03, 2013 12:13 pm

beppe65 ha scritto:Beh, è una prova non equilibrata...la testa della X27 pesa circa milleottocento grammi, come la X25, contro i 3500 della Rinaldi.
Il confronto andrebbe fatto eventualmente con la X39 o la X46.
In alternativa alla Rinaldi potresti considerare la mazzascure Ariex, come prezzi siamo lì.
Ciao Beppe.
La mazzascure della ariex arriva a 2500 gr. A me servirebbe uno strumento sopra i 3 kg : cosa ne pensate della Muller?

Per X39 o X46 : credo i prezzi siano un po troppo oltre il mio budget (anche le muller da 3 kg lo sono, ma per 68 euro posso ancora farci un pensierino).

stefano.danieli
UTENTE BANNATO

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 13.01.13

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  beppe65 Dom Nov 03, 2013 12:30 pm

stefano.danieli ha scritto:
beppe65 ha scritto:Beh, è una prova non equilibrata...la testa della X27 pesa circa milleottocento grammi, come la X25, contro i 3500 della Rinaldi.
Il confronto andrebbe fatto eventualmente con la X39 o la X46.
In alternativa alla Rinaldi potresti considerare la mazzascure Ariex, come prezzi siamo lì.
Ciao Beppe.
La mazzascure della ariex arriva a 2500 gr. A me servirebbe uno strumento sopra i 3 kg : cosa ne pensate della Muller?

Per X39 o X46 : credo i prezzi siano un po troppo oltre il mio budget (anche le muller da 3 kg lo sono, ma per 68 euro posso ancora farci un pensierino).
La mazza scure Ariex arriva a 3500 gr, quella che si ferma a 2500 è la scure spaccalegna.
Muller, buona ma costosa. A quel punto meglio una Stubai da 3500 che costa sui 50 euro.
beppe65
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6050
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 57
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  stefano.danieli Dom Nov 03, 2013 1:18 pm

beppe65 ha scritto:
stefano.danieli ha scritto:
beppe65 ha scritto:Beh, è una prova non equilibrata...la testa della X27 pesa circa milleottocento grammi, come la X25, contro i 3500 della Rinaldi.
Il confronto andrebbe fatto eventualmente con la X39 o la X46.
In alternativa alla Rinaldi potresti considerare la mazzascure Ariex, come prezzi siamo lì.
Ciao Beppe.
La mazzascure della ariex arriva a 2500 gr. A me servirebbe uno strumento sopra i 3 kg : cosa ne pensate della Muller?

Per X39 o X46 : credo i prezzi siano un po troppo oltre il mio budget (anche le muller da 3 kg lo sono, ma per 68 euro posso ancora farci un pensierino).
La mazza scure Ariex arriva a 3500 gr, quella che si ferma a 2500 è la scure spaccalegna.
Muller, buona ma costosa. A quel punto meglio una Stubai da 3500 che costa sui 50 euro.
... se non fosse cosi complesso trovare un negozio online che vende le mazze scuri della ARIEX o Rinaldi da 3500 gr con manico in fibra!!

L'alternativa (per evitare di girare 3000 negozi di ferramente) sarebbe quella di andare in Valsassina o in Prov. di Bergamo per comprarle direttamente dal produttore.

stefano.danieli
UTENTE BANNATO

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 13.01.13

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Ducelier Dom Nov 03, 2013 4:13 pm

Ciao a tutti l settimana scorsa mi è stato regalato da mio suocere un ascia,sarà anche economica per carità ma ridirsi così dopo aver spaccato 5 pezzi di legna del diametro 25 cm circa mi sembra strano,sarò io che sono troppo potente Very Happy Very Happy  ma ditemi voi se ho magari intrapreso qualche errata manovra a mio avviso non è nemmeno proprio un accetta da spacco però deformarsi così ma Shocked ????? 

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 W9ya

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Jf4y

Ducelier
Ducelier
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 420
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 44
Località : Pavia

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  beppe65 Dom Nov 03, 2013 4:20 pm

Mah, per piegarla così...forse era di latta Laughing  Laughing 
Scusa, ma come hai fatto? ????? 
beppe65
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6050
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 57
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Carletto Dom Nov 03, 2013 4:30 pm

Incredibile! Mi è capitato di scheggiare le asce, di rompere una marea manici, ma una cosa così non mi è mai successa. Penso di tratti di un tagliente di ferro extradolce (meno dello 0,15% di carbonio) , morbido come un cioccolatino; a meno che non sia passato sotto un carro armato
Carletto
Carletto
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 22.01.12

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Ducelier Dom Nov 03, 2013 4:38 pm

Grazie delle risposte premetto che sono allibito anchio ho altre due ascie che avranno non so di preciso ma almeno 50 anni mai successa una cosa similea mio avviso cè la scarsa qualità del materiale però così scarso very cry ho semplicemento spaccato la legna nient altro a dimenticavo la marca dell attrezzo è Gabbiani se non ricordo male.
Ducelier
Ducelier
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 420
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 44
Località : Pavia

Torna in alto Andare in basso

ASCE - ACCETTE parte 2 - Pagina 26 Empty Re: ASCE - ACCETTE parte 2

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 25 di 40 Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26 ... 32 ... 40  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.