Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti attivi
» Echo 255 es
Da Kalimero Oggi alle 9:30 pm

» Rasaerba Honda-Castelgarden (lo stesso del precedente problema alle ruote posteriori): ora inserendo la trazione non procede
Da erofilo Oggi alle 9:23 pm

» agristar 350
Da luca31 Oggi alle 9:03 pm

» Problema decespugliatore kawasaki tj 35
Da peppe62 Oggi alle 6:49 pm

» Barra Oregon Oleomac 350
Da lellolampone Oggi alle 5:06 pm

» Estrazione albero motore dai semicarter Jonsered 2149
Da falcetto Oggi alle 9:15 am

» OLIO CATENA parte 2
Da Andre andre Oggi alle 2:34 am

» Sostituzione tubo miscela Alpina A40
Da Brichetto Ieri alle 8:53 am

» motosega a batteria... cosa ne pensate...??
Da halehale Ieri alle 3:40 am

» Quando il lavoro diventa tragedia
Da luca31 Ven Dic 02, 2022 10:09 pm

» Oleomac 730s non parte
Da Giacomo B Ven Dic 02, 2022 6:48 pm

» Oleomac 981
Da luca31 Ven Dic 02, 2022 6:46 pm

» *Ricambi Landoni
Da xperia Ven Dic 02, 2022 6:11 pm

» che attrezzo é ??
Da superciuk Ven Dic 02, 2022 5:29 pm

» *Blitz 600 - Oleomac 261
Da Santi Ven Dic 02, 2022 4:53 pm

» Recupero di una HOMELITE Super EZ
Da Fast 34 Ven Dic 02, 2022 11:25 am

» MC Culloch 600014B
Da Fast 34 Ven Dic 02, 2022 11:10 am

» Husqvarna 66: non parte! e successiva riesumazione
Da xfeli Ven Dic 02, 2022 8:50 am

» Carburazione Active 39.39
Da Andre andre Ven Dic 02, 2022 7:30 am

» TRINCIAERBA/TRINCIASARMENTI
Da Charles2014 Gio Dic 01, 2022 10:29 pm

» Echo SRM4000
Da galero96 Gio Dic 01, 2022 12:57 pm

» Stihl MS440
Da giovanni89 Gio Dic 01, 2022 11:58 am

» TOPIC PER RICHIEDERE I MANUALI OFFICINA ED ESPLOSI
Da Morys Gio Dic 01, 2022 7:55 am

» Carburatore
Da Andre andre Mer Nov 30, 2022 9:23 am

» decespugliatore e rimessaggio mansarda
Da maxi Mar Nov 29, 2022 5:28 pm

» Carriole e motocarriole autocostruite
Da cecc Lun Nov 28, 2022 11:59 am

» OLIO MISCELA: TIPI - QUALITA' - DOSI parte 4
Da simmy106 Lun Nov 28, 2022 11:37 am

» spandicompost o spanditerriccio manuale
Da mais73 Lun Nov 28, 2022 5:05 am

» Affilatura coltelli ,forbici, asce, falci, ed utensili vari
Da ferrari-tractor Sab Nov 26, 2022 7:39 pm

» Alpina A305 si spegne
Da Ales Ven Nov 25, 2022 7:19 pm

» COMPRESSORI
Da galero96 Ven Nov 25, 2022 6:39 pm

» Scampanellio nei pressi della frizione maruyama mcv 3100
Da falcetto Ven Nov 25, 2022 3:57 pm

» ABBACCHIATORI E SCUOTITORI
Da adeej Ven Nov 25, 2022 3:03 pm

» Maruyama MCV3100 carburatore stenta
Da coals Ven Nov 25, 2022 12:02 pm

» consigli motosega da potatura oppure....?
Da luca31 Ven Nov 25, 2022 9:37 am

» CESOIE - FORBICI - TRONCARAMI
Da luca31 Ven Nov 25, 2022 9:24 am

» Cavo bobina tranciato
Da rappys Ven Nov 25, 2022 6:43 am

» Rasaerba AMA NRT522
Da Lino23 Gio Nov 24, 2022 10:12 pm

» Bobina McCulloch Mac 740
Da Kalimero Gio Nov 24, 2022 12:03 pm

» Elettrosega: non lubrifica la catena
Da galero96 Mer Nov 23, 2022 5:20 pm

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 22907 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Vincenzo Sonzogni

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 296322 messaggi in 15384 argomenti
Chi è online?
In totale ci sono 204 utenti online: 9 Registrati, 0 Nascosti e 195 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

Charles2014, erofilo, ferrari-tractor, Kalimero, lellolampone, peppe62, Totò 97, xperia, zucco

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 528 il Lun Lug 26, 2021 8:05 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap30%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 30% [ 158 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap35%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 35% [ 184 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap12%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 12% [ 64 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap2%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 2% [ 13 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap4%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 4% [ 20 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap5%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 5% [ 24 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap2%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 2% [ 11 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap9%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 9% [ 47 ]
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_lcap1%OLIVO parte 1 - Pagina 39 Vote_rcap 1% [ 5 ]

Voti totali : 526


OLIVO parte 1

+107
timberoak
Kromer
tramonto
Issels03
stihl
luca31
brunobus62
lupus
persson
nonno sport
alpinalido
prrpql
PEPPE65
faldi
Lucus65
Alessio510
LorenzoG
lucky_ciciu
giacomone
sanremese
AGRICOL-TURI
HapLuc94
albo93
orsetta
Peppe76
DotCom
SANTIPPOLITO
damiano78
pw31
lucio alciati
Rondine
popeye85
speedsonic
Nonno_sprint
Windof
JR1987
nespolo 65
sgaragnone
mesodcaburei
robertolupo
Alex2011
loker
Aleomac240
441 c-m
pablito
Genchy
francesco80
genny
amelanchier
Dan56k
cmmj
vanloon
mikele88
pennato
Stihl 026
Anto86
MET80100
Leos86
giperf
Ireneo
emilio79
cpstihl
gian66
wolfmurex
CanBastardo
claudiog1
Riccardo Macari
DODY
cetrone
Don Camillo
gianlucabelfo
MASTROTURI
Cerrini
dobermann
Giò82
Luca MS660
claudio 0-70s
Robinia
Dominik
eugenolo
Dudum
iury1977
polmau
tottoli livio
nic.la
Checus
piccolo boscaiolo
dautàrr
belcanto
JACI
luigi-vign
pmatteo
cri393
mastiff
Delavega
Araba Fenice
nich88
Angelo
dolmar85
gianninettis
lazadruga
peppone
curva
Leonardo
paolaas
maxi
rhove
111 partecipanti

Pagina 39 di 40 Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Successivo

Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  ferrari-tractor Lun Nov 19, 2018 7:11 pm

da perfetto ignorante di olivo non posso che seguire la discussione con molto interesse e ringraziare chi vi partecipa ok capo
certo che... il video col camion tra i filari!!! Shocked Crying or Very sad bonk!bonk! ed io che ho deciso che nella vigna userò solo più la motocarriola come portaattrezzi per ridurre il compattamento What a Face
ferrari-tractor
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 12887
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 41
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  Issels03 Lun Nov 19, 2018 7:39 pm

Non avevo proprio idea e devo dire che mai avrei immaginato queste tempistiche e questo genere di coltivazione applicate alla produzione delle olive. Sono legato,come credo molti, ad una immagine della coltivazione di questa pianta con tradizione millenaria molto diversa ma mi rendo conto che una coltivazione di questo genere da prospettive interessanti anche a chi vuole investire partendo da zero. Devo dire che sono molto colpito più che dal tipo di impianto dalle tempistiche per la piena produttività. A regime quanto è previsto che produca una pianta di 4 anni?

Issels03
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 31.07.15

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  tramonto Lun Nov 19, 2018 8:19 pm

Chiaramente, come tutte le cose, non c'è un modo semplice per realizzarle e pur innovando, anche nelle innovazioni ci sono sempre i pro ed i contro.

I vantaggi di questo tipo di coltivazione sono:
- velocità di entrata in produzione
- quasi totale meccanizzazione
- freschezza del prodotto ottenuto, considerando che queste macchine raccolgono varie decine di qli/h, avendo un    frantoio che può stargli dietro (e chi fa questi investimenti lo ha) la cosa si traduce nel fatto che nel giro di  2 - 3 ore dalla drupa attaccata all'albero si ha l'olio o in bottiglia o nella botte sotto azoto, e questo ha un valore notevole!
- facilità di esecuzione di (nuove) pratiche agronomiche. Faccio un esempio, ormai, causa anche i cambiamenti climatici, uno dei problemi che seriamente affligge questa coltura è la mosca (bactocera oleae), soluzione maggiormente adottata, dimetoato (Rogor), io non amo molto la chimica o quanto meno se posso la evito ed una alternativa interessante è il caolino, che altro non è che polvere di argilla che comprendo la pianta (la pianta diventa bianca) oltre a creare un effetto ombreggiante, minor evapotraspirazione (quindi minor fabbisogno idrico) e non impedendo la fotosintesi, non permette l'attacco da parte di insetti in quanto la polvere li infastidisce e non gli fa percepire i frutti sotto di essa... il problema della caolinite è che è facilmente dilavabile, alla prima pioggia la pianta si pulisce, pensate che difficoltà a far diventare bianche chiome in volume o alla facilità ed alla velocità di farlo su una siepe, passando con un atomizzatore.

Gli svantaggi sono:
- costo di impianto, tra tutto siamo intorno ai 10.000€/Ha
- vita dell'impianto limitata, a circa 12- 15 anni è necessario tagliare tutto di fondo e riallevare un pollone, dopo un ulteriore tempo è necessario smantellare totalmente l'impianto
- fabbisogno idrico, senza buone fonti di acqua non è pensabile attuare questa scelta, l'irrigazione a mezzo di ale goccianti sarà necessaria per tutta la vita dell'impianto
- costi di gestione  e maggior attenzione nella stessa, una densità tale implica un supporto nutritivo notevole a mezzo di fertirrigazione e concimazioni mirate oltre al fatto che infittendo tutti gli eventuali problemi sanitari e patogenici aumentano esponenzialmente.

Ormai, per come è impostata la nostra società, tutte le colture in agricoltura vertono verso l'aumento di intensità, nella produzione di frutta in particolare questo aspetto e il passaggio dalla coltivazione in volume a quello in parete ormai riguarda tutte le colture, i vigneti hanno sesti di impianto sulla fila inferiori al metro, nelle pomacee ormai si punta su forme di allevamento tipo spindel o fusetto, pensate alla Val di Non o alla Val Venosta ad esempio.
Nel resto del mondo, Spagna, Grecia, Turchia, ecc. ormai gli olivi per come li immaginiamo noi esistono più giusto nei giardini, ci sono solo distese sterminate come quelle che avete visto nel precedente video, in italia non è possibile questo perchè gli olivi tradizionali sono censiti ed il loro espianto non è consentito per fini paesaggistici.
Facendo un parallelo con il mondo dei cereali è come se noi mietessimo a mano ed il resto del monto avesse le  mietitrebbiatrici, comprendete che non c'è storia in questo modo, la gestione tradizione degli olivi ha dei costi enormemente alti e non può essere competitiva con tutto ciò, quindi tagliare tutto? no ma se lo Stato vuole che gli olivi tradizionali restino li per far territorio sarebbe il caso che pagasse chi questo territorio  deve mantenerlo, perchè con il solo valore dell'olio non potrà certo viverci da ora (anzi già da qualche anno) in poi.

p.s. quanto alle produzioni dovremmo essere sui 90 qli/Ha... tra uno o due anni saprò dirvelo con più precisione  Very Happy, speriamo...

Ah, esiste anche l'intensivo, con piante meno fitte (4x4, 5x4, 6x3 ecc.) e sviluppo in volume... questi sono i 700 Ha tutti un corpo che Monini possiede in Australia...


tramonto
UTENTE BANNATO

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 07.11.18
Località : Montefalco (PG)

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  tramonto Gio Dic 06, 2018 2:13 pm

Varietà Don Carlo (C.N.R. Perugia) due anni e mezzo dall'impianto (06/2016)
La caratteristica saliente di queste nuove cultivar che hanno reso possibile la coltivazione superintensiva è quella che si vede in foto, la pianta, potendo fruttifica sui rami giovani nati l'anno precedente (come per ogni cultivar di olivo conosciuta) ma se non ci dovessero essere allora può anche fruttificare su rami di 2, 3 o più anni, cosa che invece le cultivar tradizionali non possono fare e questo fa si che queste nuove varietà riescano a sopportare fruttificando una potatura "indiscriminata", fatta cioè con barre meccaniche che chiaramente tendono a tagliar via tutti o quasi i ramoscelli giovani dell'anno precedente che si trovano sempre al più esterno della chioma.

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Img-2011

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Img-2012

tramonto
UTENTE BANNATO

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 07.11.18
Località : Montefalco (PG)

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  Nonno_sprint Gio Dic 13, 2018 8:55 am

Non c'è pace tra gli olivi.
https://www.lastampa.it/2018/12/12/italia/dalla-puglia-alla-toscana-la-xylella-adesso-allarma-largentario-ma-per-ora-gli-olivi-sono-salvi-JEGL1js9xNvBCe9cS9yyQJ/pagina.html
Nonno_sprint
Nonno_sprint
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 4171
Data d'iscrizione : 03.01.10

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  tramonto Gio Dic 13, 2018 10:36 am

Io direi che spesso non c'è pace per gli speculatori.
proprio martedì mattina ho partecipato a questo seminario dove tutti gli auditori hanno ampiamente ribadito che la sola zona interessata da questo flagello batterico (che tra l'altro non è nato ieri) in Italia é solo ed esclusivamente quella Salentina intorni alla quale vi é una notevole fascia tampone.
Poi tra le righe e gli interventi finali, comprendi che l'allarmismo spesso é utile a qualcuno, c'è ci spinge per abbattimenti quasi preventivi (vivaisti) e reimpianto di cultivar tolleranti (l'FS17 Favolosa e la Don Carlo dei 3,5Ha impiantati da noi e che hai visti nei post precedenti attualmente sono quelle che hanno fornito migliori risultati in questo senso fischio), chi invece presenta sperimentazioni con prodotti quasi miracolosi (nello specifico DiAgro Dentamet), chi reputa che si debba ulteriormente finanziare la ricerca. Tutti propongono soluzioni, che se non esistesse un problema non sarebbero necessarie e chi presumibilmente avrà solo da rimetterci indovinate un po' chi sarà...

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Wp_ss_14

tramonto
UTENTE BANNATO

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 07.11.18
Località : Montefalco (PG)

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  Kromer Gio Dic 13, 2018 8:06 pm

Quali sono le varietà resistenti note? Per mettersi a vento con futuri nuovi impianti...

Kromer
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 2450
Data d'iscrizione : 05.11.12
Età : 38

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  tramonto Gio Dic 13, 2018 9:16 pm

solitamente a questi incontri dicono che non esistono varietà resistenti, esistono quelle tolleranti e ad oggi i migliori risultati sono stati con il Leccino e la FS-17 Favolosa
per il resto è tutto work in progress

questo documento è un interessante approfondomento e li per queste due varietà parlano di resistenza e non di tolleranza... bhò
http://cartografia.sit.puglia.it/doc/xylella/convegno_20180613/Boscia.pdf

tramonto
UTENTE BANNATO

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 07.11.18
Località : Montefalco (PG)

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  timberoak Sab Dic 15, 2018 4:39 pm

tramonto ha scritto:Varietà Don Carlo...ma se non ci dovessero essere allora può anche fruttificare su rami di 2, 3 o più anni.... riescano a sopportare fruttificando una potatura "indiscriminata", fatta cioè con barre meccaniche....
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Img-2011

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Img-2012

Buonasera, incredibile, sono molto interessato a questa nuova forma di coltivazione!
Ma come sono state create queste nuove cultivar che hanno queste caratteristiche così particolari???
Grazie!

timberoak
UTENTE BANNATO

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 15.12.18

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  ferrari-tractor Lun Dic 17, 2018 11:40 am

Messaggio di servizio per timberoak
La risposta la sai già visto che tu (timberoak) e tramonto siete la stessa persona.
Il web è ampio e potrai trovare spazio per il tuo ego in altri forum.
Qui da noi sei fuori, e non credere di rientrare dalla finestra.
ferrari-tractor
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 12887
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 41
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  marcoo Lun Nov 25, 2019 9:13 pm

Impianti intensivi?
Che tristezza questi impianti intensivi e industriali per tagliare le piante dopo 15 anni  siamo arrivati alla follia... Questo olivo di Luras in Sardegna a quasi 4000 anni OLIVO parte 1 - Pagina 39 Olivo_10 che meraviglia della natura!! Ma cosa facciamo vogliamo imitare  Carapelli ,Monini, Ecc. Ecc. Fate un prodotto di qualità, a queste schifezze già ci pensa la Spagna  Grecia e Marocco e le nostre ditte industriali che vendono l'olio ai supermercati a 3 euro litro, che amarezza Crying or Very sad

A chi interessa :
OLIVO parte 1 - Pagina 39 Inkedc10 si farà a Prato Toscana.
marcoo
marcoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 56
Località : PRATO

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  popeye85 Lun Nov 25, 2019 9:41 pm


Presumo potatura a vaso policonico. Giusto?
L'ho fatto anche io l'anno scorso e anche se non si condivide il tipo di potatura non posso che consigliarlo in quanto sempre sede di dibattito e, condivisone di esperienze e nuove conoscenze.


Ultima modifica di luca31 il Mar Nov 26, 2019 3:52 am - modificato 1 volta. (Motivazione : Rimozione quote)

popeye85
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 21.02.13
Età : 37
Località : Salentu (Leuca)

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  marcoo Mar Nov 26, 2019 6:54 pm


Si  vasopoliconico semplificato , potato da terra, per me è la migliore potaura: sicura veloce economica e produttiva,  tu che potatura preferisci? Grazie


Ultima modifica di falcetto il Mar Nov 26, 2019 7:11 pm - modificato 1 volta. (Motivazione : Rimosso quote msg immediatamente precedente)
marcoo
marcoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 56
Località : PRATO

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  genny Mar Nov 26, 2019 8:17 pm

BUONASERA.QUANDO SI PARLA DI ULIVO NON POSSO RESISTERE.DOPO AVER VISTO TUTTI I VIDEO DEL DOTTOR GIORGIO PANNELLI RIGUARDA LA POTATURA A VASO POLICONICO, E CERCATO DI APPLICARE SULLE MIE PIANTE NON POSSO CHE CONFERMARE CHE QUESTO MODO DI POTARE SIA IL MIGLIORE COMPROMESSO TRA LA PIANTA E L UOMO. TRA LALTRO QUESTA TECNICA RISALE A MOLTI ANNI FA.(ROVENTINI) NELLA MIA ZONA ALTO IONICO CI SONO MOLTI POTATORI CHE POTANO ANCHE BENE,BRAVI HA SALIRE SULLE PIANTE (ANCHE SE E VIETATO)E LASCIANO LA PIANTA COL GIUSTO EQUILIBRIO CHIOMA RADICE.PERO ALLA FINE SEMBRANO ALBERI PIANGENTI CHE AGLI OCCHI DI MOLTI SEMBRANO BEN POTATI (BELLI).PERO IL PROBLEMA SONO LA MANCANZA DELLE CIME,CHE SERVONO ATTIRARE LINFA GREZZA CHE VIENE TRASFORMATA IN LINFA ELABORATA ,PER VIA GRAVITAZIONALE.UN ALTRO ERRORE VIENE FATTO QUANDO LASCIANO TROPPE BRANCHE PRIMARIE,(E QUI VORREI APRIRE UN QUESITO,IL DOTT PANNELLA PARLA DI 4 O 5 ADDIRITTURA 6 ALTRI PARLANO DI 3 VORREI SAPERE IL NUMERO GIUSTO PER IL MIO ULIVETO.DA NOI SE CE UNA COSA CHE NON POSSIAMO LAMENTARCI E LA LUCE DEL SOLE,SPESSO MI TROVO A FARNETICARE SE LASCIARNE 3 O 4 bonk!bonk!) MOLTO LEGNO RISPETTO ALLE FRONDE. QUESTO E QUELLO CHE HO APPRESO DAI VIDEO E CERCO DI METTERLO IN PRATICA.NON VOGLIO FARE IL PRESUNTUOSO DICENDO TUTTE QUESTE PAROLE PERO E QUELLO CHE FACCIO E MI STO TROVANDO MOLTO BENE.
(SCUSATEMI PER LE LETTERE IN STANPAtello:oops:)

genny
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 04.02.13
Età : 51
Località : mirto crosia

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  marcoo Mar Nov 26, 2019 9:16 pm

Condivido tutto ..... Giorgio Pannelli è un grande ,  ha fondato la scuola,  io  porto avanti questo tipo di potatura e ci credo molto, come dicevi tu già il Roventini aveva capito questo sistema molti anni fa:
Il vaso policonico nasce con Alfredo Roventini (1889-1950) che iniziò la sua opera nel 1914 in provincia di Ascoli Piceno, per proseguire poi in provincia di Pisa e, infine, in quella di Livorno. Nel 1936 con una pubblicazione su “Nuovi Annali dell’Agricoltura”, espone dettagliatamente il proprio sistema di potatura avente quale presupposto, per l’incremento della produzione, la riforma degli olivi, per la necessità di riportare l’albero il più vicino possibile al suo sviluppo naturale. Partendo dalla tradizionale forma a vaso dicotomico o tronco di cono rovescio, propone che all’eccessivo numero di branche che i soggetti di solito presentano e all’acefalia periodicamente praticata per ridurre l’altezza degli alberi, debba essere sostituito un limitato numero di branche primarie equidistanti tra loro e fino a conclusione naturale, cioè senza mai più cimature e/o divisioni dicotomiche.
La forma proposta consente quindi lo sviluppo della chioma fino all’altezza desiderata, ma su di un solo germoglio “signoreggiante” per ognuna delle originarie branche primarie (variabile in funzione di varietà, età e stato sanitario degli alberi, ambiente e tecnica colturale). La chioma appare formata da altrettanti coni inclinati di 30-45° circa, vuoti internamente, uniti per la base ma separati nettamente al vertice, in modo tale da assegnare ad ognuno di essi la “funzione di cima”. Così facendo le piante evitano l’affermazione della porzione superiore di chioma escludendo la riforma periodica, mentre esprimono pienamente il potenziale produttivo nella porzione inferiore, ricca di branche secondarie pienamente funzionali e rinnovabili.
Anche alla luce delle attuali migliorate conoscenze di fisiologia vegetale, tutti i suddetti insegnamenti sono confermati, sia per soddisfare il naturale desiderio di sviluppo della chioma che per salvaguardare una benché minima parte della sua porzione apicale. La prima necessità deriva dal rapporto chioma/radici che, dovendo produrre un risultato tendenzialmente stabile, consente di condizionare gli equilibri tra attività vegetativa e produttiva. Nel secondo caso le piante esercitano il fenomeno fisiologico della dominanza apicale mediante il quale le foglie e le gemme apicali regolano l’entità della crescita, l’angolo d’inserzione, il numero e la lunghezza dei rami e delle branche determinando, nel complesso, le dimensioni e la forma dell’albero.

Interventi manuali ad hoc
Il vaso policonico può ritenersi la migliore forma di allevamento, dovrà, però, essere resa aderente alle attuali necessità agronomiche, economiche e sociali, praticando da terra rapidi interventi cesori con attrezzatura eventualmente prolungabile (potatura agevolata), su una struttura legnosa limitata all’essenziale (potatura semplificata).
Al vaso policonico “semplificato” nella struttura primaria e nelle modalità di gestione è riconosciuto il merito di assecondare per decenni il naturale modello di sviluppo dell’olivo, di consentire l’intercettazione di una elevata quantità di energia radiante e l’esposizione alla luce delle foglie e della superficie fruttificante, di presentarsi compatibile con le esigenze sia dei sistemi di raccolta con pettini agevolatori che meccanica con vibratori del tronco. Questa versatilità deriva dalla possibilità di modificare la forma dell’albero da un cilindro basso e largo ad uno stretto ed alto, semplicemente orientando diversamente le cime e modificando l’espansione laterale delle branche secondarie, senza incidere sullo sviluppo volumetrico della chioma......


Ultima modifica di falcetto il Mer Nov 27, 2019 5:56 pm - modificato 1 volta. (Motivazione : Rimosso quote)
marcoo
marcoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 56
Località : PRATO

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  marcoo Mar Nov 26, 2019 9:24 pm

chimenti gennaro ha scritto:BUONASERA.QUANDO SI PARLA DI ULIVO NON POSSO RESISTERE.DOPO AVER VISTO TUTTI I VIDEO DEL DOTTOR GIORGIO PANNELLI RIGUARDA LA POTATURA A VASO POLICONICO, E CERCATO DI APPLICARE SULLE MIE PIANTE  NON POSSO CHE CONFERMARE CHE QUESTO MODO DI POTARE SIA IL MIGLIORE COMPROMESSO TRA LA PIANTA E L UOMO. TRA LALTRO QUESTA TECNICA RISALE A MOLTI ANNI FA.(ROVENTINI)  NELLA  MIA  ZONA ALTO IONICO CI SONO MOLTI POTATORI CHE POTANO ANCHE BENE,BRAVI HA SALIRE SULLE PIANTE (ANCHE SE E VIETATO)E LASCIANO LA PIANTA COL GIUSTO EQUILIBRIO CHIOMA RADICE.PERO ALLA FINE  SEMBRANO ALBERI PIANGENTI CHE AGLI OCCHI DI MOLTI SEMBRANO BEN POTATI (BELLI).PERO IL PROBLEMA SONO LA MANCANZA DELLE CIME,CHE SERVONO ATTIRARE LINFA GREZZA CHE VIENE TRASFORMATA IN LINFA  ELABORATA ,PER VIA GRAVITAZIONALE.UN ALTRO ERRORE VIENE FATTO QUANDO LASCIANO  TROPPE BRANCHE PRIMARIE,(E QUI VORREI APRIRE UN QUESITO,IL DOTT PANNELLA PARLA DI 4 O 5 ADDIRITTURA 6 ALTRI PARLANO DI 3 VORREI SAPERE IL NUMERO GIUSTO  PER IL MIO ULIVETO.DA NOI SE CE UNA COSA CHE NON POSSIAMO LAMENTARCI E LA LUCE DEL SOLE,SPESSO MI TROVO A FARNETICARE SE LASCIARNE 3 O 4 bonk!bonk!)  MOLTO LEGNO RISPETTO ALLE FRONDE. QUESTO E QUELLO CHE HO APPRESO DAI VIDEO E CERCO DI METTERLO IN PRATICA.NON VOGLIO FARE IL PRESUNTUOSO DICENDO TUTTE QUESTE PAROLE PERO E QUELLO CHE FACCIO E MI STO TROVANDO MOLTO BENE.
(SCUSATEMI PER LE LETTERE IN STANPAtello:oops:)  

Le branche primarie devono essere 4  equidistanti a 90  gradi , oppure 3 a 120 gradi . una sotto branchia non deve  mai  superare la metà del  diametro della branca primaria....  Ma fai un  corso con Pannelli .... ok capo
marcoo
marcoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 56
Località : PRATO

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  genny Mar Nov 26, 2019 9:57 pm

grazie per la risposta,quinti 3 o 4 branche primarie.pero penso che 3 sia il numero perfetto.in quanto si sfrutterebbe meglio lo spazio tra le piante per avere piu luce e aria.riguarda il corso con Giorgio Pannella mi anno detto che alcuni anni fa e passato dal mio paese al centro sperimentare regione calabria a sapere sarei andato a piedi, sara per la prossima volta, primo ho poi riusciro a stringergli la mano.comunque neanche tu scherzi ai detto delle cose fantastiche sulla potatura,sembra il vangelo dell ulivo mio signore mio signore .farti i complimenti mi sembra doveroso grazie compliments! compliments!

genny
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 04.02.13
Età : 51
Località : mirto crosia

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  marcoo Mer Nov 27, 2019 5:39 pm

Grazie , il numero perfetto dipende dalla disposizione della pianta.... l'importante è che siano tutte equidistanti tra loro.
I  corsi vengono fatti in tutta Italia, guarda il sito  scuolapotaturaolivo.it  ci sono le date e le città dove verranno svolti. ok capo


Ultima modifica di falcetto il Mer Nov 27, 2019 5:57 pm - modificato 1 volta. (Motivazione : Rimosso quote)
marcoo
marcoo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 56
Località : PRATO

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  r-riga Lun Ago 17, 2020 9:06 am

Buongiorno a tutti,
mi sono accorto che alla base di due piante dei miei olivi c'era del legno marcio, quindi ho provveduto a ripulirlo nel modo migliore che ho potuto, chiaramente è venuto fuori un sacco di schifezza, formiche, tagliaforbici e dei vermi abbastanza grossi e veramente schifosi che non ho idea cosa siano.
Allego delle foto per chiarire la situazione e chiedo come dovrei procedere per sanificare le piante.
OLIVO parte 1 - Pagina 39 20200810

OLIVO parte 1 - Pagina 39 20200811

OLIVO parte 1 - Pagina 39 20200812

r-riga
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 10.09.13
Età : 51
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  sgaragnone Lun Ago 17, 2020 9:34 am

rodilegno

sgaragnone
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 27.12.11

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  r-riga Lun Ago 17, 2020 9:49 am

Io non so dire se siano rodilegno o meno, quello che ho notato è che non c'era presenza di rosura alla base del tronco prima di togliere il marciume, e le piante non hanno emesso resina.
Questi vermi sono dei grossi salsicciotti della lunghezza di circa 8-10 cm., ma come bisogna procedere per eliminare l'infestazione?

r-riga
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 10.09.13
Età : 51
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  galero96 Lun Ago 17, 2020 10:51 am

ciao, quei salsicciotti non fanno nulla, sono larve di coleottero ma non fanno altri danni. lì avrai sicuramente del marciume chiaro (funghi che degradano la lignina) ma è normale negli olivi e non porta perdite di produzione nè di stabilità. gli insetti presenti mangiucchiano qualche altro loro collega arrivato prima ma non ucciderli, sono animali innocui.

ad esercitazione di entomologia li ho tenuti in mano da vivi ed è davvero una esperienza indimenticabile.
galero96
galero96
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 2716
Data d'iscrizione : 20.12.19
Età : 26
Località : prov. Salerno

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  r-riga Lun Ago 17, 2020 12:10 pm

Grazie dell'informazione, sicuramente sono innocui come dici tu ma l'aspetto è veramente orrendo.
Per quanto riguarda l'albero, una volta ripulita la cavità dal marciume che era effettivamente di colore chiaro e aveva odore di muffa, occorre fare qualcosa? oppure basta che mi accerti che non ci sia ristagno d'acqua.

r-riga
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 10.09.13
Età : 51
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  galero96 Lun Ago 17, 2020 12:35 pm

sisi, lo so hahahahaaaa!!!
ratatatataaa
accertati che non ci siano ristagni e che quindi non provochi una più veloce progressione del fungo ma soprattutto accetta che non puoi farci nulla e devi tenertelo così.
galero96
galero96
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 2716
Data d'iscrizione : 20.12.19
Età : 26
Località : prov. Salerno

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  r-riga Lun Ago 17, 2020 12:45 pm

Grazie mille per l'aiuto che mi hai dato.

r-riga
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 10.09.13
Età : 51
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

OLIVO parte 1 - Pagina 39 Empty Re: OLIVO parte 1

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 39 di 40 Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.