Accedi

Recuperare la parola d'ordine

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti
» ASTE E COPPIE CONICHE
Da Fluffy Oggi a 11:43 am

» Motosega per taglio piante da costruzione
Da luca31 Oggi a 10:52 am

» Candela solo 670
Da stihl23 Oggi a 7:56 am

» MOTOCARRIOLE
Da ferrari-tractor Oggi a 7:22 am

» consiglio 70cc
Da Albè Oggi a 7:09 am

» Identificazione e Restauro OleoMac 481
Da lockeid Ieri a 7:17 pm

» Barra per oleomac 962
Da Ceppo77 Ieri a 7:08 pm

» MOTOAGRICOLE
Da BFausto Ieri a 7:04 pm

» Sculture con motosega- Parte2
Da Tigrin della Sassetta Ieri a 7:03 pm

» Smontare la pompa olio su castor cp400
Da nitro52 Ieri a 4:25 pm

» riconoscimento modello motosega Jonsered del 1984
Da jons85 Ieri a 4:21 pm

» Sfiato serbatoio Stihl 025
Da nitro52 Ieri a 3:02 pm

» consigli sull'abbattimento di una pianta di Alloro in giardino privato
Da iury1977 Ieri a 12:34 pm

» NOVITA' DI FINE 2016 dalla Fiera EIMA di Bologna.
Da damiano78 Ieri a 11:57 am

» marchio stihl
Da maxb. Ieri a 8:15 am

» MOTOSEGHE CINESI parte 2
Da Motosegaro 94 Ieri a 8:02 am

» incidenti.........buffi
Da Motosegaro 94 Ieri a 7:49 am

» OLIO CATENA
Da Tigrin della Sassetta Ieri a 6:57 am

» SEGHE CIRCOLARI PER LEGNA
Da Ghepardo Lun Dic 05, 2016 7:54 pm

» MOTOCOLTIVATORI
Da albo93 Lun Dic 05, 2016 5:35 pm

» Motosega potatura CAMPEON TCS 2600. Cinese?
Da Nonno_sprint Lun Dic 05, 2016 5:27 pm

» Hitachi CS25EC contro Makita EA3110T25B
Da ferrari-tractor Lun Dic 05, 2016 1:01 pm

» Sede prigionero sfilettato.
Da Il Celtico Dom Dic 04, 2016 8:34 pm

» motosega per uso occasionale
Da Ceppo77 Dom Dic 04, 2016 7:21 pm

» MOTOZAPPE - parte 2
Da aldo1976 Dom Dic 04, 2016 5:51 pm

» motocarriola - consigli manutenzione
Da mpappala Dom Dic 04, 2016 3:09 pm

» Catena MauroP.
Da Nonno_sprint Dom Dic 04, 2016 3:03 pm

» Impossibile tagliare la legna
Da Nonno_sprint Dom Dic 04, 2016 2:59 pm

» Dischi, lame e simili
Da rospo Dom Dic 04, 2016 11:52 am

» taglio storto
Da tottoli livio Dom Dic 04, 2016 11:00 am

» Buonasera a tutti
Da Nonno_sprint Sab Dic 03, 2016 8:15 pm

» MOTOSEGHE PROFESSIONALI parte 3
Da Lucas91 Sab Dic 03, 2016 7:15 pm

» SOFFIATORI
Da falcetto Sab Dic 03, 2016 5:16 pm

» argano a batteria
Da masmary65 Sab Dic 03, 2016 4:11 pm

» Barra da 16" su Efco 3500
Da Dan56k Sab Dic 03, 2016 6:37 am

» * Ruote in ferro e aratro
Da Dan56k Sab Dic 03, 2016 6:33 am

» Rimessaggio con benzine alchilate : pro e contro
Da giacomone Sab Dic 03, 2016 6:21 am

» DECESPUGLIATORI HOBBISTICI
Da aldo1976 Sab Dic 03, 2016 12:29 am

» Motosega oleomac 951 problema
Da pasquale oleo mac 951 Ven Dic 02, 2016 10:22 pm

» che musica stiamo ascoltando
Da luca31 Ven Dic 02, 2016 6:30 pm

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 15772 membri registrati
L'ultimo utente registrato è laverda

I nostri membri hanno inviato un totale di 205352 messaggi in 9712 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 128 utenti in linea :: 10 Registrati, 0 Nascosti e 118 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

albo93, Ceppo77, Crono 574zz, ferrari-tractor, giovanni lauria, husqvarna610, luca31, pollosud, speedsonic, stihl23

Il numero massimo degli utenti in linea è stato 370 il Lun Mar 23, 2015 8:17 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

29% 29% [ 149 ]
35% 35% [ 179 ]
12% 12% [ 62 ]
3% 3% [ 13 ]
4% 4% [ 19 ]
5% 5% [ 23 ]
2% 2% [ 11 ]
9% 9% [ 47 ]
1% 1% [ 5 ]

Totale dei voti : 508


carburatori elettronici autotune

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

carburatori elettronici autotune

Messaggio  tottoli livio il Gio Lug 08, 2010 4:20 pm

riprende da qui:
http://lamotosega.forumattivo.com/dizionario-tecnico-della-motosega-f13/regime-massimo-e-minimo-in-carburazione-regolazione-del-t521.htm#15292



fernando62 ha scritto:sembra che husqvarna esce con un carburatore su un nuovo modello che sostituirà la 346xp) con carburatore elettronico (autotune)regolabile con interfaccia e software tramite PC


questo sistema mi sembra buono (oggi l'elettronica e' miracolosa)...forse pero' complichera' un po' le cose ha chi adopera l'orecchio.....sicuramente portera' dei vantaggi nelle regolazioni fini,penso poi che si potranno scaricare i diagrammi...e vorrei vedere le faccie di chi' non sa' di questo sistema quando il meccanico collega la motosega al pc.. affraid affraid

tottoli livio
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 4717
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 49
Località : omegna (vb) piemonte

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  tonino il Gio Lug 08, 2010 4:44 pm

secondo me si tatta di un'inutile complicazione ed esagerazione, voglio vederlo il boscaiolo mentre fa la carburazione in mezzo al bosco col pc....mi sembra di sognare, spero veramente che vengano lasciate le vecchie care viti...

tonino
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 1181
Data d'iscrizione : 16.12.09
Età : 31
Località : bologna

http://cosedicasa.forumcommunity.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  fernando62 il Gio Lug 08, 2010 4:50 pm

tonino ha scritto:secondo me si tatta di un'inutile complicazione ed esagerazione, voglio vederlo il boscaiolo mentre fa la carburazione in mezzo al bosco col pc....mi sembra di sognare, spero veramente che vengano lasciate le vecchie care viti...

no, il carburatore è autoregolabile, tiene conto di vari fattori sia altitudine pressione giri mot ecc.
è gia montato sulla 576XP e chi ha questa macchina con carburatore autotune èampiamente soddisfatto
sul nuovo modello (che sembra abbia la sigla commerciale 550XP) ha questa ulteriore opzione sembra però destinata al "service"

fernando62
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 3838
Data d'iscrizione : 11.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Valentine il Gio Lug 08, 2010 9:10 pm

Anche la Stihl ne ha tirata fuori una elettronica 441 m-tronic si chiama mi pare il rivenditore mi ha detto che ha una sorta di microprocessore che regola "tutto" giri motore punto di accensione ecc..
Gran bella guida Orso!!

Valentine
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 03.08.09
Età : 30
Località : Alessandria e zone adiacenti...

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Lello78 il Mer Apr 01, 2015 7:33 pm

Tratto da manuale huskwarna
Regolazione del motore
Seguire le istruzioni indicate nel seguito se la motosega viene accesa per la prima volta o quando le condizioni esterne cambiano (carburante, altitudine, filtro dell'aria, ecc).
Avviare il motore. Far accelerare il motore ed effettuare una serie di tagli su un tronco spesso (3 - 5 min). La motosega deve restare in funzione (8.000 - 12.000 g/min) per tutto il tempo, in modo che il carburatore si possa regolare automaticamente.
Quando si lavora per lunghi periodi in una foresta giovane di piccole dimensioni e/o con molti rami, le operazioni di taglio devono essere più frequenti sui tronchi più grandi. Il taglio deve essere effettuato con il pieno acceleratore sotto carico. In tal modo può essere attivata la funzione di controllo automatico del carburatore.


????? tali operazioni vanno effettuate solo la prima volta per regolare l' autotune oppure tutte le volte che serve la mts?
come si fa a capire se gira dagli 8.000 ai 12.000 g/min?
La serie di tagli è possibile farla tagliando a misura da ardere sul cavalletto oppure intanto che carico il cavalletto fra un legno e l' altro se appoggio la mts che rimane al minimo cio non va bene con quello sopra citato, meglio affettare un tronco lungo impiegando circa 3 minuti solo per portare a termine la procedura?
Insomma, voi possessori di mts Huskw. con autotune come avete proceduto la prima volta o le volte successive prima di mettervi al lavoro?

Lello78
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 16.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  worior il Mer Apr 01, 2015 7:55 pm

Ciao io ho la 2258 jonsered che è praticamente gemella della husky 555 Non ho mai rispettato quella procedura.Praticamente quando l'ho presa il rivenditore me l'ha messa in moto,fatta scaldare un paio di minuti e poi due o tre sgasate,sparito il fumo blu l'ha lasciata accesa ancora qualche secondo e mi ha detto che potevo portarmela via.Penso che quindi sia da fare solo la prima volta;quando vado in bosco,faccio più o meno la stessa cosa,poi mi metto a tagliare Problemi non ne ho mai avuti Nemmeno col cambio di temperatura di questi giorni non ho mai avuto problemi Per il cambio di quota non saprei dire in quanto non varia di molto ok capo

worior
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Lello78 il Mer Apr 08, 2015 7:07 pm

Il regime del minimo di questi carburatori elettronici viene regolato in fabbrica durante la costruzione, si regola automaticamente dopo quanche minuto dall' accensione oppure il rivenditore al momento della consegna della mts dotata di autotune deve regolare e stabilire alcuni parametri tipo la regolazione del minimo tramite collegamento del carburatore con qualche software o altro dispositivo elettronico?

Lello78
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 16.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  worior il Mer Apr 08, 2015 7:58 pm

Penso sia regolato in fabbrica,il rivenditore oltre ad accenderla e scaldarla non ha regolato nulla,però magari aspetta ancora qualche parere ok capo

worior
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  ferrari giacomo il Gio Apr 09, 2015 6:02 am

tutte le regolazioni del caso la macchina le fa automaticamente quando è in funzione mentre si lavora chiaramente quando e ferma al minimo non si regola

ferrari giacomo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 447
Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 30
Località : montereale valcellina pordenone

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  entoni il Gio Apr 09, 2015 7:43 pm

preferisco le cari viti, sistema che darà noie per un po di anni,chissa quante incazzature e bestemmie al mal capitato che si trova in montagna ,che con questa che gli da noie e gli verrebbe voglia di prenderla e sbatterla in un fosso ...il sistema si perfezionerà col passar del tempo....il tempo aggiusta tutto

entoni
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 376
Data d'iscrizione : 21.02.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  ferrari giacomo il Ven Apr 10, 2015 6:14 am

in casa husqvarna è gia perfetto

ferrari giacomo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 447
Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 30
Località : montereale valcellina pordenone

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Don Camillo il Ven Apr 10, 2015 7:16 am

Lello78 ha scritto:Tratto da manuale huskwarna
[i]Regolazione del motore
Seguire le istruzioni indicate nel seguito se la motosega viene accesa per la prima volta o quando le condizioni esterne cambiano (carburante, altitudine, filtro dell'aria, ecc).
Avviare il motore. Far accelerare il motore ed effettuare una serie di tagli su un tronco spesso (3 - 5 min). La motosega deve restare in funzione (8.000 - 12.000 g/min) per tutto il tempo, in modo che il carburatore si possa regolare automaticamente.
La prima messa in moto deve essere eseguita esattamente come descritto dal manuale se si desidera che i parametri di carburazione vengano regolati dall`elettronica della macchina in modo corretto.
Il rivenditore dove mi fornisco abitualmente, prima di consegnare al cliente una macchina nuova munita di autotune, la prepara tagliando a pieno regime due fette di un tronco avente grosso diametro.
Buona giornata tutti da D.C. ok capo

******************************************************************************************************
Diffida delle imitazioni

Don Camillo
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 1781
Data d'iscrizione : 17.03.12
Età : 52
Località : Svizzera Italiana

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  worior il Ven Apr 10, 2015 6:57 pm

Posso solo confermare quello che dice ferrari giacomo,nessun problema fino ad ora con la jonsered 2258,anzi tante soddisfazioni
Don Camillo;il mio rivenditore non ha tagliato nessun tronco prima di darmi la motosega,non vorrei abbia omesso qualcosa secondo te(e tutto il forum,naturalmente) è meglio andare a faglielo presente? Sono in dubbio perchè la motosega va benissimo,tanta coppia e potenza non vorrei rompegli le... per nulla ?????

worior
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Don Camillo il Sab Apr 11, 2015 1:20 am

Citando la metodologia adottata dal mio rivenditore, volevo porre l"accento sull"importanza della prima messa in servizio eseguita in modo corretto. Per scrupolo suo,  lui adotta tale sistema. Ovviamente non tutti i rivenditori possono disporre di un"area in cui depositare dei tronchi, per di più in luogo appartato dove poter fare  girare motori ad alti regimi senza disturbare la quiete pubblica. Va da se che ogni officina si arrangia come può. Ciò non toglie che con una corretta istruzione quanto non può esser fatto presso il rivenditore può esser fatto nel bosco,  dall"aquirente.
A mio avviso visto che abbiamo a che fare con una nuova tecnologia risulta di capitale importanza  una corretta spiegazione delle semplici regole da adottare per ottenere un funzionamento ottimale della macchina in quanto la maggior parte degli utilizzatori, non si prende il tempo per un"attenta lettura del manuale d'uso. Inoltre ciò andrebbe a tutto vantaggio del venditore stesso il quale non verrebbe confrontato con possibili reclami per mal funzionamento.
Nel tuo caso specifico, hai una macchina perfettamente funzionante sebbene la procedura non sia stata eseguita in maniera perfettamente corretta, quindi, lato pratico tutto ok. Con il rivenditore focalizzerei unicamente il discorso sull"aspetto informazione all'utente.
Saluti da D.C. ok capo

******************************************************************************************************
Diffida delle imitazioni

Don Camillo
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 1781
Data d'iscrizione : 17.03.12
Età : 52
Località : Svizzera Italiana

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  worior il Sab Apr 11, 2015 10:27 am

Grazie della risposta.aggiungo solo che poi la procedura l'ho eseguita io nel bosco seguendo il manuale Comunque appena passo(spesso:hahahaaaa: ) lo faccio presente .

worior
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Lello78 il Sab Apr 11, 2015 5:08 pm

Quanto al fatto di portare il motore al massimo dei giri non è in contraddizione su quanto scritto sempre nel manuale per la fase di rodaggio:[i] evitare regimi eccessivi per periodi prolungati durante le prime 10 ore di esercizio ?????
A 12.000 giri siamo al massimo dei giri?

Lello78
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 16.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  flick il Sab Mag 02, 2015 2:19 am

Non ho ancora avuto accesso alla logica degli autotune in questione ma conosco bene quella usata su altri motori dai piu piccoli ai piu grandi, benzina e diesel.
Sono decenni che le centraline delle auto hanno l'autotune, sostanzialmente consiste nel monitorare l'andamento del motore facendo una media sul lungo periodo (per le auto supera le 6h) e usando i dati del lungo periodo in tempo reale per correggere la curva di alimentazione ed anticipo a seconda del carico e dell acceleratore.
Al primo avvio se si sgasa per qualche secondo la media (che aprte da valori di fabbrica) si basa solo su quelle sgassate, viene smagrita la miscela aria carburante e smette di fumare perchè la serie di dati è corta (ha solo pochi secondi di dati ma il suo buffer probablimente è di ore e ore).

MA c'è una ragione se fuma!
l'assetto iniziale dei parametri è volutamente grasso questo perchè il motore è in rodaggio e anche perchè è un assetto con motore sotto sforzo che si presume sia la condizione di maggiore utilizzo. un motore che fa 10000giri a vuoto consuma un tot, se sta tagliando un tronco consuma molto di piu.
Per questa ragione viene consigliato di fare tagli importanti nelle prime ore, perchè usando il metodo della sgassata a vuoto si parte da una condizione pericolosamente magra.
Queste sono speculazioni ma le faccio basandomi su un esperienza abbastanza vasta, quando studiavo ing meccanica il mio hobby era modificare le cantraline delle auto e moto, per lavoro sono finito a lavorare con quelle di motori da migliaia di cavalli. Sono tutte banalmente molto simili, qualcuna ha piu sensori, qualcuna una logica piu evoluta ma l'autotune funziona semplicemente con settaggi di fabbrica gia di per se molto accurati, modificati in corso di utilizzo leggendo i sensori per adattarsi all usura e tolleranze di fabbricazione e assemblaggio dei componenti e sensori stessi. Per esempio la tolleranza di produzione di un sensore puo essere del X% e il coefficente di usura Y%: le centraline conoscendo all'interno la tolleranza di produzione e il coefficente di usura sanno fino a che punto potersi adattare e sanno anche i limiti imposti da tutti gli altri sensori e dalal meccanica e gemoetria del motore. La logica è complessa ma neanche poi cosi tanto una volta che la si comprende.
Non ci sono scorciatoie, se non fate come dice il manuale semplicmente mettete a rischio il motore per tutta la durata del buffer dell autotune, facendo partire la media da valori un po sballati anche se comunque funzionali.
Il bello è che il metodo della sgassata smagrisce quindi la mts urla e spinge tanto fin da subito, l'impressione è che vada benissimo: poco fumo tanti giri una ripresa da paura e se affoga un po quando gli chiediamo molto beh..è in rodaggio, si deve elasticizzare, siamo noi che spingiamo troppo bla bla bla.
Gli ingegneri sanno anche questo e impediscono smagrite che mettono a repentaglio l'affidabilità, soprattutto in rodaggio. Il metodo della sgassata fa partire la centralina dal limite di smagrimento non dico massimo ma bello elevato rispetto los tandard su cui si andrà ad assestare.
Ricordate che l'unica cosa che una centrlaina non saprà mai è quando arriverà il carico sul motore, non puo essere progettata per lavorare bene sia a vuoto che sotto carico. Forse avrete fatto caso che le macchine moderne se sgasate a vuoto salgono di giri piano e tornano giu ugualmente piano, non è un caso, è perchè sono fatte per usare il motore sotto carico non per fare i supercafoni al semaforo Smile

In ogni caso mi fiderei piu di chi ha progettato l'autotune e scritto il manuale che di un commesso che per quanto esperto difficilmente sa cosa sta succedendo in tempo reale ai parametri dell'autotune.
Ovviamente questo vale per marche che hanno una divisione R&D che scrive i manuali come si deve, per quello che puo fare.
Alcune cose sono protette da segreto industriale. Quello che vi ho scritto qui per molti anni nel settore auto non era pubblico e non è tuttora presente sui manuali, è stato tutto un lavoro di retroingegneria fatto dalle ditte di car tuning che hanno hackerato le centraline bosh per prime e poi le altre, ergo nei manuali non spiegavano molto però come guidare i primi km dopo la prima messa in moto o disconnessione della batteria prolungata si che lo dicevano, giustificando il metodo con "per permettere alal centralina di adeguarsi alle condizioni di guida".
Comunque non mi aggiorno da un po, ribadisco che sono speculazioni.






flick
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 01.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Lello78 il Sab Mag 02, 2015 10:18 am

Il venditore mi ha detto accendila, la fai girare qualche minuto SENZA sgasare,poi fai come riportato sul manuale d' uso; taglio grosso tronco per circa 3-5 min.
Non ho capito se fra un taglio e l' altro devo rilasciare il gas oppure mantenere i giri del taglio ?????

Lello78
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 16.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  flick il Sab Mag 02, 2015 11:29 pm

LA userei normalmente ovvero lasciando l'acceleratore tra un taglio e un altro.
Questo supponendo che la centralina lavori come le altre che conosco.

flick
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 01.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Anto86 il Dom Mag 03, 2015 8:40 am

flick ha scritto:Non ho ancora avuto accesso alla logica degli autotune in questione ma conosco bene quella usata su altri motori dai piu piccoli ai piu grandi, benzina e diesel.
Sono decenni che le centraline delle auto hanno l'autotune, sostanzialmente consiste nel monitorare l'andamento del motore facendo una media sul lungo periodo (per le auto supera le 6h) e usando i dati del lungo periodo in tempo reale per correggere la curva di alimentazione ed anticipo a seconda del carico e dell acceleratore.
Al primo avvio se si sgasa per qualche secondo la media (che aprte da valori di fabbrica) si basa solo su quelle sgassate, viene smagrita la miscela aria carburante e smette di fumare perchè la serie di dati è corta (ha solo pochi secondi di dati ma il suo buffer probablimente è di ore e ore).
mi riallaccio a questa parte di post.. Very Happy
senza andare troppo fuori tema visto che comunque questo è un forum di motoseghe a che motori ti riferisci quando parli di piccoli e grandi motor diesel e benzina anche da migliaia di cavalli? (solo i tipi di applicazione intendo..)

ora, quella che personalmente so di questa carburazione elettronica è circa questo: (letto sul forum, domandato un pò in giro a rivenditori esperti..)
la carburazione elettronica regola, appunto, la carburazione (miscelazione, anticipo), adattandosi a variazioni di pressione, temperatura, umidità esterna e lo fa attraverso dei sensori che "leggono" questi parametri.
dopo di che attraverso un dispositivo elettromagnetico (credo) va ad agire fisicamente sul carburatore che da quanto capito e visto sembra essere un carburatore molto tradizionale a farfalla.

ora però tu aggiungi notizie su come questa questione avviene. però ti chiedo: un auto ha anche un sistema di iniezione differente, il common rail ad esempio nel caso di motori diesel, e dunque però la logica di controllo è comunque molto simile a quella che può essere con un sistema di iniezione a carburazione?

aggiungi notizie anche a riguardo di come ragiona questa logica di controllo: "sostanzialmente consiste nel monitorare l'andamento del motore facendo una media sul lungo periodo (per le auto supera le 6h)"
una media del ciclo di carico che in base a cosa viene letta? apertura acceleratore, numero giri...
dopo di che scrivi: "usando i dati del lungo periodo in tempo reale per correggere la curva di alimentazione ed anticipo a seconda del carico e dell acceleratore."
i dati del lungo periodo li usa in fase di avvio? perchè effettivamente si dice che memorizzi i dati per avere partenze pronte sia a caldo che a freddo. oppure li usa anche durante il taglio? anche se durante il taglio dovrebbe basarsi sulle condizioni di quel momento per avere la carburazione ottimale...

cosa intendi con questa frase?" ha solo pochi secondi di dati ma il suo buffer probablimente è di ore e ore"

grazie.. mago del pc

Anto86
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 02.03.13
Età : 30

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  flick il Mar Mag 05, 2015 9:33 pm

avevo risposto ma non vedo il post.
x i motori ho esperienza seria con quelli da modelismo, agricoli, auto moto e nautica. per le centraline ho lavorato su diesel a pistoni mtu e a turbina allison oltre che auto e moto.

il discorso si fa lungo e vado ot se affondo nei dettagli tecnici, partecipo a forum da tanto e ho imparato che è meglio evitare di scendere cosi in dettaglio, si dirottano i thread, se vuoi mandami un pm l'argomento è veramente complesso.
risposta breve: si, le centraline hanno logiche simili cambiano sensori e attuatori quindi vengono aggiunte parti di logica per ognuno di essi contribuendo all'algoritmo complessivo, siccome sono regolate dalla termodinamica del ciclo otto e diesel e dalla resistenza meccanica dei componenti seguono le relative regole della scienza.
non so per le mts ma normalmente i dati storici vengono usati sempre per ottimizzare il motore in realtime, vengono usati per adattarsi alle inevitabili diversità che ci sono tra motore e motore e ambiente in cui vengono utilizzati utente incluso.
il buffer è quel recipiente che contiene i dati storici, se il motore è aceso da 1 minuto quel buffer che di solito contiene ore di dati contiene solo 1 minuto di dati reali, se sono sballati la centrlaina sballa ma siccome è fatta per proteggere il motore non sballa piu di tanto, gli ingegneri di solito sanno quello che fanno.

ripeto che per le mts non sono ferrato come sulle altre ma non vedo perchè per quanto semplificate debbano discostarsi dalle leggi che regolano i motori.

flick
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 01.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Anto86 il Mer Mag 06, 2015 7:16 am

si il discorso si fa lungo ed inutile se non discutiamo di effettive centraline delle motoseghe, su quest'ultime possiamo scendere in dettaglio quanto vogliamo.
inoltre se ci fossero cose da dire, da far conoscere agli utenti, si scrivono qui e non in MP.
questo è una parte di ciò che si fa qui dentro, di quanto capita su altri forum, con tutto il rispetto, non c'è ne frega nulla.

dato che questo argomento vuole essere molto serio, essendo riguardante una parte importante della nuova tecnologia applicata alle motoseghe, non possiamo basarla su informazioni presunte basate su altre tecnologie, che per carità saranno simili potranno basarsi su logiche non distanti tra loro ma comunque non sono uguali, non son quelle che interessano gli scopi del forum.
di conseguenza scriviamo solo se abbiamo effettive conoscenze a riguardo di centraline autotune, delle effettive applicazioni di tali tecnologie a motori diesel e turbine a gas, o a vapore, se le veda chi interessato negli spazi opportuni, qui no.

Anto86
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 02.03.13
Età : 30

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  luca31 il Mer Mag 06, 2015 12:19 pm

io ringrazio comunque l'iscritto flick per le lunghe spiegazioni fornite ma molto chiare e con toni molto gradevoli ok capo

******************************************************************************************************
"L'uomo non è un vaso da riempire, ma un fuoco da suscitare"
Plutarco

luca31
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3892
Data d'iscrizione : 05.06.12
Età : 39
Località : parma

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  miki1 il Mer Mag 06, 2015 12:26 pm

leggevo il post in questione e si è molto interessante cio che avete scritto è sempre utile approfondire la conoscenza specie di sistemi elettronici,il loro funzionamento e perchè no sapere come vengono programmate le centraline dalle case, penso usino appositi softwer
saluti

miki1
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 22.10.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  flick il Gio Mag 07, 2015 6:24 am

X anto:
ho detto che non ti rispondevo qui perchè andavamo ot riferendomi a questa tua richiesta:

"ti chiedo: un auto ha anche un sistema di iniezione differente, il common rail ad esempio nel caso di motori diesel, e dunque però la logica di controllo è comunque molto simile a quella che può essere con un sistema di iniezione a carburazione? "

Alle altre domande ho risposto e c'è chi ha apprezzato, grazie a Luca31 e miki1 Smile


flick
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 01.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: carburatori elettronici autotune

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 12:24 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum