Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti
» Dischi, lame e simili
Da Motosegaro 94 Oggi alle 1:49 pm

» Sostituzione carburatore obsoleto Walbro WT-55 o ZAMA C1Q M26
Da indocoiocoio Oggi alle 1:23 pm

» nuova motosega hobbystica da 200/300€
Da shepard18 Oggi alle 9:51 am

» Non ne salto fuori, ho bisogno di qualche esperto!
Da Elciu Oggi alle 7:43 am

» Che motosega BLITZ ....?!
Da nitro52 Oggi alle 6:25 am

» che musica stiamo ascoltando
Da simone.cc94 Ieri alle 6:34 pm

» Flusso olio husqy 450
Da Explorer Ieri alle 10:12 am

» DECESPUGLIATORI HOBBISTICI
Da Ghepardo Ieri alle 7:44 am

» MOTOAGRICOLE
Da cri92 Sab Ago 18, 2018 4:21 pm

» decespugliatore LANDONI DZ 38
Da CARTERINO Sab Ago 18, 2018 7:25 am

» Come affilare ascia
Da luca. Sab Ago 18, 2018 7:20 am

» EFCO Stark 2500s (problema smontaggio albero)
Da falcetto Ven Ago 17, 2018 3:34 pm

» OLIO MISCELA: TIPI - QUALITA' - DOSI parte 3
Da giacomone Ven Ago 17, 2018 12:08 pm

» Decespugliatore Mitsubishi T200
Da angelo65 Gio Ago 16, 2018 10:12 pm

» ABBIGLIAMENTO ANTIINFORTUNISTICO - DPI- Parte 2
Da luca. Gio Ago 16, 2018 2:19 pm

» Buon ferragosto
Da nitro52 Mer Ago 15, 2018 9:36 am

» sostituire cuscinetto pignone ruota rasaerba
Da falcetto Mer Ago 15, 2018 6:24 am

» Motore Honda GXV140 problema
Da falcetto Mer Ago 15, 2018 6:16 am

» motosega a scoppio
Da donabcs Mar Ago 14, 2018 5:58 pm

» Acquisto motosega
Da Ghepardo Mar Ago 14, 2018 4:30 pm

» manubrio motozappa honda
Da speedsonic Mar Ago 14, 2018 3:21 pm

» MOTOSEGHE SEMI-PROFESSIONALI
Da falcetto Lun Ago 13, 2018 5:44 pm

» Vecchio decespugliatore con bobina da cambiare?
Da patrick91 Lun Ago 13, 2018 10:44 am

» sollevatore pneumatico per tagliaerba
Da ferrari-tractor Lun Ago 13, 2018 9:20 am

» saldatrici
Da ferrari-tractor Lun Ago 13, 2018 9:08 am

» MOTOCOLTIVATORI
Da simmy106 Dom Ago 12, 2018 6:05 pm

» Decespugliatore e vibrazioni
Da Charles2014 Sab Ago 11, 2018 10:42 pm

» POMODORO
Da drakere Ven Ago 10, 2018 8:42 pm

» partner s50 esplosi
Da ferrari-tractor Gio Ago 09, 2018 12:25 pm

» BC 550 Master
Da Vittorio R Gio Ago 09, 2018 11:36 am

» echo RM-250
Da rundidino Gio Ago 09, 2018 9:35 am

» problema vecchio kawasaki td40
Da trez78 Gio Ago 09, 2018 5:32 am

» Stihl FS106 - carburazione
Da Kalimero Mer Ago 08, 2018 9:40 pm

» Asparagi selvatici
Da ferrari-tractor Mer Ago 08, 2018 5:00 pm

» Decespugliatore TAYAKANA 526ZA
Da CARTERINO Mer Ago 08, 2018 4:59 pm

» Husqvarna 435T niente olio alla catena
Da The Red Baron Mer Ago 08, 2018 12:29 pm

» Husqvarna 435T niente olio alla catena
Da ferrari-tractor Mer Ago 08, 2018 12:06 pm

» sostituzione carburatore motosega cinese
Da ferrari-tractor Mer Ago 08, 2018 10:18 am

» Richiesta informazioni
Da Xxxx Mar Ago 07, 2018 6:54 pm

» REGIME MASSIMO E MINIMO IN CARBURAZIONE (REGOLAZIONE DEL CARBURATORE)
Da patrick91 Mar Ago 07, 2018 5:34 pm

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 17932 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Tito90

I nostri membri hanno inviato un totale di 234928 messaggi in 11380 argomenti
Chi è online?
In totale ci sono 119 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 114 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Ghepardo, Giovannidagrat, hokkaido254vl, Motosegaro 94, superclod

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 370 il Lun Mar 23, 2015 8:17 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

30% 30% [ 158 ]
35% 35% [ 184 ]
12% 12% [ 64 ]
2% 2% [ 13 ]
4% 4% [ 20 ]
5% 5% [ 24 ]
2% 2% [ 11 ]
9% 9% [ 47 ]
1% 1% [ 5 ]

Voti totali : 526


manici degli attrezzi

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Seguente

Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  ferrari-tractor il Lun Feb 18, 2013 6:03 pm

gian66 ha scritto:
gran lavoro, bravo!! ok capo altro che mettere il nastro come faccio io, .... a vedere la tua descrizione non pare difficile, ma quanto tempo ci hai messo per ogni roncola??
Dipende un po'... quella messa meglio ci ho messo circa 20 minuti, il più è stato togliere l'anello di tenuta (in questo caso è l'uncino che fa tenuta).
Quella con gli anelli in MDF ci ho messo circa 2 ore, tra sagomare due rondellone (scelte tra quelle "vintage"), tagliare col traforo il compensato (traforo che non taglia bonk!bonk!) e richiudere.

Senza contare il "trattamento minimo sindacale" ovvero rimozione ruggine con disco lamellare, affilatura e oliatura della lama Very Happy
avatar
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 9259
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 37
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  gian66 il Lun Feb 18, 2013 6:21 pm

ferrari-tractor ha scritto:
gian66 ha scritto:
gran lavoro, bravo!! ok capo altro che mettere il nastro come faccio io, .... a vedere la tua descrizione non pare difficile, ma quanto tempo ci hai messo per ogni roncola??
Dipende un po'... quella messa meglio ci ho messo circa 20 minuti, il più è stato togliere l'anello di tenuta (in questo caso è l'uncino che fa tenuta).
Quella con gli anelli in MDF ci ho messo circa 2 ore, tra sagomare due rondellone (scelte tra quelle "vintage"), tagliare col traforo il compensato (traforo che non taglia bonk!bonk!) e richiudere.

Senza contare il "trattamento minimo sindacale" ovvero rimozione ruggine con disco lamellare, affilatura e oliatura della lama Very Happy

bhe! comunque è sempre una bella soddisfazione risistemare questi attrezzi e poi utilizzarli dinuovo.
basta avere: tempo, voglia e tanta passione.
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3994
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 51
Località : Prov. di Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  ferrari-tractor il Mar Apr 16, 2013 10:11 am

Una delle differenze tra le scuri/accette alla canadese e le tipiche italiane è come è montato il manico.

Nelle "canadesi" il manico viene infilato dentro l'occhio dalla parte inferiore e poi viene fissato mediante cunei.
In quelle tipiche italiane ed anche francesi il procedimento è l'inverso: il manico viene infilato da sopra ed ha una precisa conicità in modo da combaciare con quella dell'occhio e impedire che il ferro si sfili.
Il vantaggio meccanico e di semplicità è notevole, lo svantaggio è che il manico non può essere sagomato per aumentarne il "grip" con le mani.

Rispetto alle attuali Rinaldi o Angelo B, le scuri ed accette vecchie hanno tipicamente un occhiello decisamente più grosso, questo permette di inserire un manico più spesso che viene poi lavorato per portarlo a dimensioni ottimali nella parte dell'impugnatura, lasciando la parte terminale del manico più grossa in modo da evitare che l'attrezzo scappi di mano.

Sulla prima accetta che ho comprato anni fa ho provato nel tempo alcune soluzioni, avvolgere del nastro per tapparelle e fare una sorta di gancio al termine del manico. Il gancio è utile per raccogliere da terra i rami senza chinarsi o usare l'accetta come uncino come molti fanno:



Però il gancio è un po' scomodo se si porta l'accetta nella cintura dei pantaloni perchè ti batte sulle gambe.

Domenica ho provato una soluzione diversa per l'altra accetta che uso molto spesso, non ho fatto un gancio ma una U:





Ho trovato che questa soluzione è più comoda per la mano.

Ho replicato per un'ascia che ho recuperato e che voglio utilizzare per scortecciare:




Come si vede, il manico è di recupero e un po' camolato nella parte finale, ma è solo superficiale ed il legno è ancora bello robusto.
Una spennellata di antitarma e mi durerà anni.
avatar
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 9259
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 37
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  gian66 il Mar Apr 16, 2013 10:48 am

ferrari-tractor ha scritto:Una delle differenze tra le scuri/accette alla canadese e le tipiche italiane è come è montato il manico.

Nelle "canadesi" il manico viene infilato dentro l'occhio dalla parte inferiore e poi viene fissato mediante cunei.
In quelle tipiche italiane ed anche francesi il procedimento è l'inverso: il manico viene infilato da sopra ed ha una precisa conicità in modo da combaciare con quella dell'occhio e impedire che il ferro si sfili.
Il vantaggio meccanico e di semplicità è notevole, lo svantaggio è che il manico non può essere sagomato per aumentarne il "grip" con le mani.

Rispetto alle attuali Rinaldi o Angelo B, le scuri ed accette vecchie hanno tipicamente un occhiello decisamente più grosso, questo permette di inserire un manico più spesso che viene poi lavorato per portarlo a dimensioni ottimali nella parte dell'impugnatura, lasciando la parte terminale del manico più grossa in modo da evitare che l'attrezzo scappi di mano.

Sulla prima accetta che ho comprato anni fa ho provato nel tempo alcune soluzioni, avvolgere del nastro per tapparelle e fare una sorta di gancio al termine del manico. Il gancio è utile per raccogliere da terra i rami senza chinarsi o usare l'accetta come uncino come molti fanno:

Però il gancio è un po' scomodo se si porta l'accetta nella cintura dei pantaloni perchè ti batte sulle gambe.

Domenica ho provato una soluzione diversa per l'altra accetta che uso molto spesso, non ho fatto un gancio ma una U:

Ho trovato che questa soluzione è più comoda per la mano.

Ho replicato per un'ascia che ho recuperato e che voglio utilizzare per scortecciare:

Come si vede, il manico è di recupero e un po' camolato nella parte finale, ma è solo superficiale ed il legno è ancora bello robusto.
Una spennellata di antitarma e mi durerà anni.

ottima soluzione ferrari-tractor ok capo , ... l'occhiello lo ho già visto in giro ... alcuni lo adottano e pare che vada bene, .. riguardo all' uncino, più che sul manico, .. forse è meglio averlo sulla testa della scure.
guarda nel topic asce, dove tra poco posto una domanda.

saluti
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3994
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 51
Località : Prov. di Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  beppe65 il Dom Apr 28, 2013 7:31 pm

claudio de rosa ha scritto:diverse accette,soprattutto di alcune marche,utilizzano l'occhio rettangolare o quadrato con relativo manico squadrato a tale forma.ma non sarà scomodo impugnare l'attrezzo in tale modo?soprattutto nei colpi più decisi.. omissis...a tal proposito vedete sul sito sadsrl.it alla voce attrezzi artigianali e relativamente alle accette...
Personalmente ritengo che siano una "stupidaggine": poco maneggevoli e soggetti a facili scheggiature.
Di chi è il prossimo parere? Very Happy
Beppe65
avatar
beppe65
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 6031
Data d'iscrizione : 02.10.10
Età : 53
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  ferrari-tractor il Dom Apr 28, 2013 8:23 pm

beppe65 ha scritto:
claudio de rosa ha scritto:diverse accette,soprattutto di alcune marche,utilizzano l'occhio rettangolare o quadrato con relativo manico squadrato a tale forma.ma non sarà scomodo impugnare l'attrezzo in tale modo?soprattutto nei colpi più decisi.. omissis...a tal proposito vedete sul sito sadsrl.it alla voce attrezzi artigianali e relativamente alle accette...
Personalmente ritengo che siano una "stupidaggine": poco maneggevoli e soggetti a facili scheggiature.
Di chi è il prossimo parere? Very Happy
Beppe65
Mah... io ne ho sentite diverse sul fatto, ed alcuni dicono che un manico un po' squadrato è meglio di uno col profilo "a uovo".
Effettivamente, prediligo manici che abbiano i fianchi lisci , poi ovviamente le due parti che sono maggiore contatto con le dita devono essere arrotondate.
Quello che non si trova più sono accette o scuri con l'occhio grosso, sia squadrato che ovoidale, avere un occhio grosso ti consente di sagomare un po' il manico o semplicemente farlo un pelo più grosso se hai una presa che lo predilige.
avatar
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 9259
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 37
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  claudio de rosa il Lun Apr 29, 2013 8:00 am

in effetti l'occhio rettangolare o quadrato è una questione regionale(anche per altri attrezzi come zappe ecc), col relativo manico di conseguenza.è vero ke gli occhielli sono sempre più piccoli ma credo siano fatti per questioni di forgiatura.intendo dire con questo che non tutti gli arnesi ormai sono forgiati a meno. ma ci sono dei parametri standardizzati a livello industriale.

claudio de rosa
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 28.04.13
Età : 41
Località : Monteleone (FG)

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  claudio de rosa il Gio Mag 02, 2013 3:08 pm

cari amici del forum,a dispetto della mia diffidenza dovuta all'inesperienza e a quanti danno pareri senza prima aver visto e provato Mad ,ho acquistato giusto ieri alla fiera dell'agricoltura di Foggia(una delle più in vista del sud Italia) un'accetta artigianale pugliese(Putignano provincia di Bari)con occhio rettangolare e di conseguenza manico prismatico.già provata ed è una cannonata ma non poteva essere altrimenti vista la zona di provenienza a vocazione contadina, ricca di uliveti e frutteti nella quali un attrezzo non valido NON può esistere sul mercato.il manico "squadrato" è tipico di queste parti,usato per i più svariati attrezzi(dalle zappe alle scuri).ok un saluto e presto vi posto relative immagini Shocked

claudio de rosa
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 28.04.13
Età : 41
Località : Monteleone (FG)

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Robinia il Dom Lug 14, 2013 9:23 am

dopo quasi 60 anni di onorato servizio il manico del mio piccone ha deciso di lasciarmi!

Si tratta di un piccone del dopo guerra,quelli che si usavano per togliere le traversine dei binari,fatto di un ferro che non si piega quasi mia nemmeno sotto una pressa!ovviamente i manici di adesso non sono compatibili con quello,un vecchio dalla mie parti mi ha detto di usare legno di castagno ben stagionato,avete suggerimenti?tenendo presente anche lo sforzo che andrà a fare?

Grazie ok capo 
avatar
Robinia
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 1764
Data d'iscrizione : 31.12.10
Età : 41
Località : colli............

Torna in alto Andare in basso

manici

Messaggio  stefen 66 il Dom Lug 14, 2013 9:49 am

ciao,io ho sempre usato (come faceva il nonno) il legno di robinia,lavorato a mola,o con il flessibile,tieni presente che il manico del mio caro martello da carpentiere l'ho usato per ben otto anni e credimi tiravo filo di ferro x le armature,bacchette da 6 x i morsetti a battere di tutto e di piu.

stefen 66
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 19.12.10
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Robinia il Dom Lug 14, 2013 10:41 am

lavorato a mola o con il flessibile in che senso?
avatar
Robinia
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 1764
Data d'iscrizione : 31.12.10
Età : 41
Località : colli............

Torna in alto Andare in basso

manici per attrezzi

Messaggio  stefen 66 il Dom Lug 14, 2013 12:13 pm

mi spiego:il pezzo che intendi utilizzare per l'atrezzo in questione,sicuramente non sarà della forma e misure che vuoi,quindi,lo lavori a tuo piacimento,il nonno usava la mola(quella che userai per fare le punte da trapano,le forbici,coltelli ecc.) io ho sempre usato la smerigliatrice angolare,(scusami ma a Bergamo la chiamiamo flessibile),con montato platorello e disco di carta vetrata,oppure fai prima con un lamellare con grana 40.personalmente manico martelli o accette,x l'ascia da abbattimento o da spacco,o anche x il piccone e la mazza,mi trovo troppo bene con quelli in nylon:) ciao

stefen 66
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 19.12.10
Località : bergamo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  ferrari-tractor il Dom Lug 14, 2013 6:33 pm

Per il piccone non ti consiglio il castagno.
Serve un legno che non tenda a scheggiare.
O il classico frassino, con venatura però verticale ovvero parallela al lato lungo dell'ovale dell'occhiello, o legni più pesanti tipo robinia o rovere per lavori "duri".
avatar
ferrari-tractor
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 9259
Data d'iscrizione : 19.04.10
Età : 37
Località : Prov. Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Alessio510 il Gio Ago 08, 2013 7:07 am

Carissimi, spero di non scrivere nella sezione sbagliata... il problema è il seguente:
dopo che un amico mi ha procurato un manico canadese per la mia ascia, in questi giorni mi sono deciso a montarlo (era ora!)...
Il problema è il seguente: l'occhio del ferro (che ha un centinaio di anni) è ovale e corto, mentre il manico è uno più rettangolare e lungo rispetto all'occhio. Avevo pensato di accorciare la sezione del manico in testa per farlo calzare e riempire gli spazi vuoti con le zeppe. Dato che il ferro non entra dalla parte dell'impugnatura ( mentre nel vecchio manico saliva appunto dall'impugnatura) lo faccio andare in sede da sopra e dopo avere zeppato gli metto il cuneo di testa per la tenuta.... credete sia un'operazione corretta?
Vi ringrazio per l'aiuto!!! ok capo 
avatar
Alessio510
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 6734
Data d'iscrizione : 03.03.11
Località : Insubria

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  gian66 il Gio Ago 08, 2013 8:29 am

Alessio510 ha scritto:Carissimi, spero di non scrivere nella sezione sbagliata... il problema è il seguente:
dopo che un amico mi ha procurato un manico canadese per la mia ascia, in questi giorni mi sono deciso a montarlo (era ora!)...
Il problema è il seguente: l'occhio del ferro (che ha un centinaio di anni) è ovale e corto, mentre il manico è uno più rettangolare e lungo rispetto all'occhio. Avevo pensato di accorciare la sezione del manico in testa per farlo calzare e riempire gli spazi vuoti con le zeppe. Dato che il ferro non entra dalla parte dell'impugnatura ( mentre nel vecchio manico saliva appunto dall'impugnatura) lo faccio andare in sede da sopra e dopo avere zeppato gli metto il cuneo di testa per la tenuta.... credete sia un'operazione corretta?
Vi ringrazio per l'aiuto!!! ok capo 


io non lo monterei, in quanto le zeppe non credo che terrano  a lungo.
a mio parere se il manico non è il suo,  è meglio farne uno di misura (se hai il tempo e voglia)  o acquistarne uno adatto.
magari posta anche foto ...  altri consigli arriveranno.
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3994
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 51
Località : Prov. di Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Alessio510 il Gio Ago 08, 2013 8:36 am

[quote="gian66"]
Alessio510 ha scritto:io non lo monterei, in quanto le zeppe non credo che terrano  a lungo.
a mio parere se il manico non è il suo,  è meglio farne uno di misura (se hai il tempo e voglia)  o acquistarne uno adatto.
magari posta anche foto ...  altri consigli arriveranno.

beh sono pochi millimetri da zeppare.... tutto sommato non molto....
mi piacerebbe farne uno ad hoc, ma sinceramente non ne ho il tempo, per questo sono ricorso ad uno già fatto.... spero di riuscire a fare le foto... ok capo 
avatar
Alessio510
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 6734
Data d'iscrizione : 03.03.11
Località : Insubria

Torna in alto Andare in basso

Legno più resistente e duro.

Messaggio  Geronimo Apache il Gio Ago 08, 2013 1:29 pm

Ciao..qual'è o quali sono ,i tipi di legno con queste caratteristiche,per produrre guance per coltelli,manici per accette,bastoni.....ok capo 
avatar
Geronimo Apache
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.07.13
Età : 39
Località : VARESE-MILANO

http://forum.coltelleriacollini.it/modules.php?name=Forums&f

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  CanBastardo il Gio Ago 08, 2013 1:36 pm

Ciao, io so che se devi fare una buona roncola col manico di legno, è preferibile senza dubbio quello di olivastro perchè è molto duro e resistente nel tempo. Se usi l olivastro non te ne pentirai ok capo  Very Happy 
avatar
CanBastardo
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 654
Data d'iscrizione : 20.08.12
Età : 29
Località : Sardegna

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Geronimo Apache il Gio Ago 08, 2013 1:55 pm

Intanto grazie..ok capo 
avatar
Geronimo Apache
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.07.13
Età : 39
Località : VARESE-MILANO

http://forum.coltelleriacollini.it/modules.php?name=Forums&f

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  gian66 il Gio Ago 08, 2013 3:12 pm

anche l'acero e il bosso in quanto a durezza sono tra i migliori.
avatar
gian66
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 3994
Data d'iscrizione : 28.03.11
Età : 51
Località : Prov. di Cuneo

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Alessio510 il Gio Ago 08, 2013 3:26 pm

Ciao!

qui trovi un bel po di informazioni in merito ai manici :
http://lamotosega.forumattivo.com/t486-manici-degli-attrezzi

per cortesia, non scrivere in grassetto ok capo 
avatar
Alessio510
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 6734
Data d'iscrizione : 03.03.11
Località : Insubria

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Geronimo Apache il Gio Ago 08, 2013 4:31 pm

Alessio510 ha scritto:Ciao!

qui trovi un bel po di informazioni in merito ai manici :
http://lamotosega.forumattivo.com/t486-manici-degli-attrezzi

per cortesia, non scrivere in grassetto ok capo 
A si ok....grazie intanto ok capo 
avatar
Geronimo Apache
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.07.13
Età : 39
Località : VARESE-MILANO

http://forum.coltelleriacollini.it/modules.php?name=Forums&f

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Leos86 il Ven Ago 09, 2013 1:03 pm

Un legno molto adatto per fare i manici agli attrezzi è l'ornello (Fraxinus ornus) perchè è robusto, leggero e flessibile, da me in mugello si trova facilmente nel bosco lo si riconosce tra le querce e i carpini perchè ha la corteccia chiara.
avatar
Leos86
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 14.01.12
Età : 32
Località : Firenze

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Geronimo Apache il Lun Ago 12, 2013 1:44 pm

ottimo,faccio un giro nei miei boschi ,visto che ci sono zone con molte querce..ok capo
avatar
Geronimo Apache
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.07.13
Età : 39
Località : VARESE-MILANO

http://forum.coltelleriacollini.it/modules.php?name=Forums&f

Torna in alto Andare in basso

Manico di legno per scure

Messaggio  Stefano89 il Sab Nov 09, 2013 5:01 pm

Buona sera a tutti. La mia scure ( accetta ), aveva il manico in fibra di vetro giallo della Maurer, si è lesionato, ed oggi volendo sostituirlo, sono andato ad acquistare il nuovo manico, di faggio purtroppo; volevo riprendere quello in fibra di vetro, essendo molto più vantaggioso credo, ma non era disponibile Mad 

Ora, come noi sappiamo, il manico di legno si ritira (con aria secca) e si rigonfia (con aria umida e a contatto con l'acqua), di conseguenza quando c'è il ritiro igrometrico, l'ascia si allenta, e questo non va bene mentre si lavora. Di solito per questo inconveniente, metto l'ascia inserita con il manico in un secchio d'acqua e il problema non si pone, però in acqua l'ascia non ci può stare per 10 minuti, o in un tempo breve, ma ci deve stare per qualche ora buona, quindi questo sistema lo si può adottare a fine lavoro. Ma se ad esempio stiamo spaccando qualche quintale di ciocchi, e poi a lavoro non ancora ultimato, improvvisamente si allenta l'ascia e d'altra parte ci dobbiamo sbrigare per spaccare ancora parecchi ciocchi, ecco qua che dovremo ritornare il giorno dopo a riprendere il lavoro, o per continuare dovremo usare una altra accetta efficiente, e questo non va bene.

Allora vi chiedo: una volta che inserisco nel manico l'accetta, se provo a sigillare le teste del manico con il vinavil, posso risolvere il problema per sempre, senza che ogni volta che l'ascia è lenta devo metterla a contatto con l'acqua e di conseguenza perdere tempo prezioso ?

Oppure c'è un altro metodo alternativo che evita in maniera permanente che il manico di legno si ritira ?


Accetto consigli utili per adottare qualche metodo che non mi faccia più perdere tempo a mettere a bagno l'accetta....

Grazie, cosa mi suggerite ?

Stefano89
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 108
Data d'iscrizione : 23.08.13
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: manici degli attrezzi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum