Accedi

Ho dimenticato la password

IL NOSTRO FORUM
questo è l'unico forum in lingua italiana esclusivamente dedicato al mondo delle motoseghe, dei decespugliatori, dei vari attrezzi da taglio e delle altre attrezzature di piccole e medie dimensioni da lavoro agriboschivo. in 14 sezioni per un totale di oltre 230 sottosezioni viene trattato qualsiasi aspetto delle motoseghe, delle altre macchine da lavoro e del loro impiego: dall'officina alla manutenzione, dagli esplosi alle indicazioni sugli acquisti, dalle gamme complete dei produttori alle modalità di utilizzo. si affrontano inoltre svariati argomenti correlati quali i legnami, il lavoro in sicurezza, il giardinaggio e la meteorologia.
read the forum in other languages

MAIL DELL’ AMMINISTRATORE
per problemi di connessione, perdita password, lamentele, idee, collaborazioni, invio di materiale in pdf e altre necessità lamotosega@yahoo.it
MAIL DELLO STAFF MODERATORI
per invio foto o altre richieste staff.lamotosega@yahoo.it (la posta in arrivo verrà evasa solo agli iscritti che si qualificano con nickname del forum)
Ultimi argomenti
» motocoltivatore eurosystems p55 problema regolatore giri
Da georgatosat Oggi alle 11:04 am

» problema motore carriola irroratrice
Da Stepmeister Oggi alle 9:02 am

» Carburatore ad una sola vite Kawasaki th 48
Da Venerdì Oggi alle 7:14 am

» TOPIC PER RICHIEDERE I MANUALI OFFICINA ED ESPLOSI
Da lucain Oggi alle 5:57 am

» MOTOCOLTIVATORI parte 2
Da falcetto Oggi alle 5:54 am

» Decespugliatore Tayakana 530B non parte
Da falcetto Oggi alle 5:48 am

» Avviamento Husqvarna 135
Da falcetto Ieri alle 3:29 pm

» Oleomac bc240 che si affoga a caldo
Da assenzio58 Ieri alle 11:46 am

» Bcs 602 falciatrice
Da luca31 Dom Ago 02, 2020 11:07 am

» Consiglio motosega abbattimento uso occasionale
Da luca31 Dom Ago 02, 2020 11:03 am

» Trattorino Lombardini Tipo 530 rotto
Da il mecc Dom Ago 02, 2020 9:50 am

» Problema spegnimento motosega oleo mac gs260
Da galero96 Dom Ago 02, 2020 6:59 am

» Schema elettrico bobina accensione STIHL MS192T
Da nitro52 Sab Ago 01, 2020 3:15 pm

» Lubrificazione Stihl MS150 tc-e
Da nitro52 Sab Ago 01, 2020 3:07 pm

» CATENE SPECIALI
Da markidaz Ven Lug 31, 2020 12:40 pm

» decespugliatore Efco jet 220
Da Lunico Ven Lug 31, 2020 11:22 am

» Consiglio dece per bosco scosceso più giardino
Da luca31 Ven Lug 31, 2020 7:59 am

» motosega McCulloch non va in moto
Da Alessio510 Ven Lug 31, 2020 6:17 am

» Ricambi per Carburatore NIKKI 6050
Da boscocastagno Gio Lug 30, 2020 7:05 pm

» Soffiatore storico
Da Skizzo2085 Gio Lug 30, 2020 5:12 pm

» CATENE NORMALI
Da falcetto Gio Lug 30, 2020 3:33 pm

» OLIO MISCELA: TIPI - QUALITA' - DOSI parte 4
Da luca31 Mer Lug 29, 2020 9:31 pm

» Motore Ruggerini RD 901 14 hp diesel
Da Giovanni 65 Mer Lug 29, 2020 11:24 am

» manutenzione tagliasiepe
Da luca31 Mer Lug 29, 2020 7:47 am

» TRITURATORI
Da ferrari-tractor Mar Lug 28, 2020 6:28 pm

» Consigli per pro/semipro
Da mister Mar Lug 28, 2020 9:38 am

» ELETTROSEGHE E SEGHE A BATTERIA
Da luca31 Mar Lug 28, 2020 6:13 am

» ABBIGLIAMENTO ANTIINFORTUNISTICO - DPI- Parte 2
Da phantom Lun Lug 27, 2020 9:43 pm

» Landoni L110 in scatola di montaggio
Da Etto Lun Lug 27, 2020 7:26 pm

» Briggs&Stratton quantum 50
Da rappys Lun Lug 27, 2020 4:45 pm

» Rasaerba harry
Da Etto Lun Lug 27, 2020 4:12 pm

» MOTOSEGHE PROFESSIONALI parte 3
Da mister Lun Lug 27, 2020 3:13 pm

» Decespugliatore Sternwins PBC431
Da nitro52 Lun Lug 27, 2020 2:11 pm

» Landoni L75
Da Il Celtico Lun Lug 27, 2020 8:44 am

» informazioni su identificazione castor e tappo miscela
Da Nonno_sprint Dom Lug 26, 2020 9:44 pm

» Stihl fs120r o Oleomac bc300s
Da Venerdì Dom Lug 26, 2020 8:58 pm

» decespugliatore Jonsered GR2026L si spegne
Da prosky Dom Lug 26, 2020 8:54 pm

» Elastico per decespugliatore spalleggiato
Da Venerdì Sab Lug 25, 2020 6:57 pm

» Husqvarna 350 Anno 2000 Problemi carburazione.
Da falcetto Sab Lug 25, 2020 5:43 pm

» Consiglio motosega per mantenimento frutteto e bosco
Da luca31 Sab Lug 25, 2020 2:10 am

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Statistiche
Abbiamo 20614 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ggggggggg

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 262921 messaggi in 13115 argomenti
Chi è online?
In totale ci sono 146 utenti online: 7 Registrati, 0 Nascosti e 139 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

alep1960, alpinalido, loker, luca31, nemo, thor1, Venerdì

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 512 il Dom Apr 26, 2020 5:18 pm
Sondaggio

La Migliore Motosega Professionale da 50cc

esperienze personali di rischio Vote_lcap30%esperienze personali di rischio Vote_rcap 30% [ 158 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap35%esperienze personali di rischio Vote_rcap 35% [ 184 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap12%esperienze personali di rischio Vote_rcap 12% [ 64 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap2%esperienze personali di rischio Vote_rcap 2% [ 13 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap4%esperienze personali di rischio Vote_rcap 4% [ 20 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap5%esperienze personali di rischio Vote_rcap 5% [ 24 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap2%esperienze personali di rischio Vote_rcap 2% [ 11 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap9%esperienze personali di rischio Vote_rcap 9% [ 47 ]
esperienze personali di rischio Vote_lcap1%esperienze personali di rischio Vote_rcap 1% [ 5 ]

Voti totali : 526


esperienze personali di rischio

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty esperienze personali di rischio

Messaggio  maxi il Dom Feb 07, 2010 9:06 am

Very Happy ragazzi mi piacerebbe conoscere una vostra situazione dove per fortuna ve la siete cavata nel vostro lavoro........(sarebbe anche un insegnamento per altri che leggono)............in quanto a me sul mio lavoro non cè gnente di pericoloso........magari è una continua corsa contro il tempo(non so perche ma vogliono il pane tutti la mattina) Mad
maxi
maxi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1370
Data d'iscrizione : 02.12.09
Età : 45
Località : umbria

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  tottoli livio il Dom Feb 07, 2010 10:45 am

ciao maxi....forse rischi piu' tu' sulle strade tutti i giorni ...che nei boschi a far legna.... :flower: :flower:
tottoli livio
tottoli livio
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 4758
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 52
Località : omegna (vb) piemonte

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Cadeeee...anzi, no, peggio...

Messaggio  Il Celtico il Lun Mar 15, 2010 10:17 pm

Quello che vi sto raccontando mi e' capitato per la prima volta in vita mia l'altro ieri e giuro che corrisponde a verita'. Sono restato anche io senza parole Shocked .
Sto facendo pulizia nel bosco. Purtroppo ci sono diverse piante "morte in piedi" e quindi bisogna tagliare per lasciare spazio alle altre, senza considerare che queste piante sono gia' secche, quindi non serve un granche' di stagionatura del legno prima di metterlo nella stufa. Nella fattispecie parliamo di rovere. Taglio la prima, la seconda ed arrivo alla terza della mattinata. Un rovere da 40 cm circa di diametro, con la corteccia al suo posto, ma morto.
Inizio a liberare la zona da rami e rametti e scelgo la direzione di caduta. Parto con il taglio direzionale. 1 e 2. Via lo spicchio. Giro e inizio con il taglio di abbattimento, 2 dita sopra... tutto da libretta. Lascio la cerniera, forse qualche mm in piu' per sicurezza, ma tanto ho i cunei da abbattimento. Inserisco un cuneo (per intenderci sono quelli in materiale plastico che si inseriscono nel taglio di abbattimento e che servono per assicurare la pianta nella direzione di caduta). Un paio di colpetti con il retro dell'ascia... ancora un paio...
Forse la cerniera deve essere aiutata con una spintarella. Di solito basta appoggiare una mano all'albero e via!
In questo caso qualche mm in piu' di cerniera richiedono un po' piu' di spinta. Appoggio entrambe le mani al tronco e spingo nella direzione di caduta, sicuro, con il mio cuneo che avevo appena messo.
Normalmente tendendo l'orecchio si sente il rumore del legno della cerniera che si lacera. In base al rumore si puo' capire quando e' il momento di allotanarsi ( sempre a 120° dx o sx nella direzione di caduta ). Spingi, ma tutto tace, spingi e la pianta inizia ad inclinarsi, ma non si sente nessun rumore. D'improvviso la terra mi si alza da sotto i piedi... VIAAAAA!!!!
Shocked Un tonfo sordo ed il terreno che ha tremato sotto i piedi, come sempre succede quando cade un albero non piccolissimo. Non ci posso credere. Il rovere e' caduto, ma il tronco e' intatto, con ancora il cuneo infilato nel taglio e tutte le radici all'aria...
Si e' completamente sradicato. Essendo morto, le radici, che rispecchiano spesso le dimensioni della chioma, si erano "ridimensionate". Una vigorosa spinta ha favorito il tutto.
E' proprio vero...non si finisce mai di imparare. Pero' l'adrenalina era a mille...
Ciao. Il Celtico.
Il Celtico
Il Celtico
Admin
Admin

Messaggi : 1549
Data d'iscrizione : 13.10.09
Località : Ca' mea.

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  peppone il Lun Mar 15, 2010 10:25 pm

quelle situazioni sono PERICOLOSISSIME. io gli alberi morti non li abbatto direttamente proprio per quel motivo...se devo tirali giù li faccio cadere abbattendoci contro un altro albero oppure spingendoli con la forca del mio Lamborghini 125cv 4wd. non li lavoro mai da terra con la motosega. ti è andata bene celtico. posta la foto che mi hai mandato così tutti si fanno una idea di quello di cui parli.

******************************************************************************************************
esperienze personali di rischio Diviet10      "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
peppone
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13271
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 50
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

https://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  paolaas il Mar Mar 16, 2010 10:00 am

Mamma mia, che paura.... e? tipo i video che si vedono in tv.... Se finisce tutto bene ci si può anche fare una risata ma il rischio che in realtà vada "meno bene" è davvero alto.....

Nel mio lavoro il massimo del rischio è bucarmi con un cacciavite 🤡
(devo dire che in realtà succede abbastanza spesso, soprattutto a mio marito Rolling Eyes )

Trovo ci siano più pericoli negli hobby che non sul lavoro...
O in cucina..... 🤡 🤡 🤡
paolaas
paolaas
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 291
Data d'iscrizione : 29.01.10
Età : 50
Località : Novara - Cuccaro Monferrato

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty esperienze personali a rischio

Messaggio  curva il Mar Mar 16, 2010 5:34 pm

non ho mai sentito parlare di un fatto cosi' pericoloso
curva
curva
UTENTE BANNATO

Messaggi : 928
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 72
Località : cesano di roma

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  tottoli livio il Mar Mar 16, 2010 6:48 pm

una specie di fatto analogo(ma meno pericoloso) era successo anche a me': un castagno morto di circa 50 cm di diametro,lo aggancio con il tirfor e lo metto leggermente in tiro, faccio il cuneo e il taglio d'abbattimento lasciando una cerniera abbondante,tanto(pensavo io) tirando si rompe, inizio a tirare (a quel punto arriva mio zio e mi metto a chiaccherare) metto mio figlio a smanettare un po',vedo la pianta che inizia a muoversi ma non sento la rottura della cerniera,chiedo a mio figlio: e' dura?..no' mi risponde lui continuando a tirare....guardo in basso e vedo che tutta la ceppaia che si sta' sollevando.......ferma tutto....ho mollato un po' il tiro e (operazione pericolosissima) ho inciso ancora un po'...tirando e' caduta..
tottoli livio
tottoli livio
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 4758
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 52
Località : omegna (vb) piemonte

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  arnaldo il Mar Mar 16, 2010 10:14 pm

Bella da ridere (per fortuna), devi buttar giu una pianta e ti esce dalle radici,scometto che se avresti voluto sradicarla neanche a tirarla per tutto il giorno, sempre cosi, non va mai come dovrebbe :scratch:
Basta non farsi male comunque.
arnaldo
arnaldo
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 905
Data d'iscrizione : 07.02.10
Età : 53
Località : trasaghis udine

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  fausto coppi il Ven Nov 05, 2010 8:59 pm

una volta tagliando un tronco mi e' andata la catena sul piede facendo un solco sulla scarpa che per fortuna era una anti infortunio con la punta in metallo altrimenti mi sarei tagliato il piede
fausto coppi
fausto coppi
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 215
Data d'iscrizione : 29.10.10
Età : 32
Località : lettomanoppello(pe)

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Robinia il Dom Giu 12, 2011 1:54 pm

una volta tagliando l'erba su un pendio mi sono trovato una biscia,e seppur grande e grosso personalmente sono animali con cui non ho molta confidenza,risultato?sono inciampato,sono trottorellato giù contro un albero e......due costole inclinate.....ma la biscia stava bene tranquilli!! bla bla bla
Robinia
Robinia
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 31.12.10
Età : 43
Località : colli............

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty incidenti vari

Messaggio  coldsteel il Lun Giu 13, 2011 7:51 pm

Nell' unico incidente che mi è capitato ho benedetto l'elmo in acciaio.
Un ramo di 5o6 metri mi è caduto sulla testa e, grazie all' elmetto, lì si è spezzato altrimenti si spezzava qualche cosa d'altro.CIAOOOOOOOO.

coldsteel
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 30.04.11

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  straker il Dom Giu 19, 2011 6:17 pm

questa mattina avevo iniziato da 30 secondi netti a tagliare con il decespugliatore, quando la samoieda più piccola, che non ha paura di nulla, neppure dei motori in funzione, è arrivata di corsa da dietro le mie spalle ed ha puntato contro la testina brogio ... risultato: telefonata e corsa all'assistenza veterinaria festiva (fortunatamente dalle mie parti è fornita da un gruppo di veterinari che si alternano fra loro, ed io sono un affezionato utente, dato che a casa mia succede qualcosa o di sabato, o di domenica o di notte), due tagli ricuciti con sette punti, anestesia, antibiotico e quant'altro ... e probabilmente alla piccola, che in questo momento cammina ancora a tre zampe, è andata ancora bene
straker
straker
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 734
Data d'iscrizione : 02.04.11

http://www.falispabianca.it

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  peppone il Dom Giu 19, 2011 6:35 pm

povera bestina...falle una carezza da parte mia.
in ogni caso io non mi stancherò mai di ripeterlo: quando si impiega il decespugliatore bambini ed animali domestici devono essere messi in condizione di NON potersi avvicinare. per nessun motivo.

******************************************************************************************************
esperienze personali di rischio Diviet10      "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
peppone
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13271
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 50
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

https://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  tottoli livio il Dom Giu 19, 2011 6:46 pm

peppone ha scritto:povera bestina...falle una carezza da parte mia.
in ogni caso io non mi stancherò mai di ripeterlo: quando si impiega il decespugliatore bambini ed animali domestici devono essere messi in condizione di NON potersi avvicinare. per nessun motivo.
condivido...in questo caso..meglio la catena.....al cane...che il cane contro la catena....mi spiace... Crying or Very sad

******************************************************************************************************
il micron non e' un microbo..
tottoli livio
tottoli livio
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 4758
Data d'iscrizione : 24.01.10
Età : 52
Località : omegna (vb) piemonte

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  straker il Dom Giu 19, 2011 9:20 pm

tottolilivio ha scritto:
peppone ha scritto:povera bestina...falle una carezza da parte mia.
in ogni caso io non mi stancherò mai di ripeterlo: quando si impiega il decespugliatore bambini ed animali domestici devono essere messi in condizione di NON potersi avvicinare. per nessun motivo.
condivido...in questo caso..meglio la catena.....al cane...che il cane contro la catena....mi spiace... Crying or Very sad
un grazie a te e a peppone ... purtroppo ho gravemente sottovalutato la tendenza al gioco della piccola ... e sottovalutare i rischi potenziali può costare caro
straker
straker
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 734
Data d'iscrizione : 02.04.11

http://www.falispabianca.it

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Poseidon X6 il Gio Ott 06, 2011 6:20 pm

Spostando dei tronchi da mezzo metro di diametro e almeno 100kg uno è rotolato bloccando la gamba del mio collega contro un altro tronco. Fortunatamente mentre volavo da lui, ho preso un bastone di 10cm di diametro e lungo un mezzo metro... è stato sufficiente per fare leva fra i due pezzi e liberargli la gamba in pochissimi secondi. Fortunatamente ne è uscito illeso cheers
Poseidon X6
Poseidon X6
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 2871
Data d'iscrizione : 26.07.11

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  cri393 il Ven Ott 07, 2011 10:19 pm

io mentre spostavo dei tronchi da 60cm per 1.5metri con l'escavatore mi sn fatto prendere la mano e mentre lavoravo mi sono messo a chiaccherare...un movimento mal fatto ed il tronco e caduto a 1m da mia mamma....a momenti prendevo l'eredità in anticipo... hahahahaaaa!!! hahahahaaaa!!!
cri393
cri393
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 10.08.10
Località : genova

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Gabaró il Lun Ott 10, 2011 9:05 am

...raccogliendo legna alluvionale, mentre tagliavo un rovere di 40 cm di diametro parzialmente in acqua e appoggiato alla riva direttamente dalla barca la radice con buona parte del fusto hanno ruotato appoggiandosi con tutto il peso sulla punta della barca... Rischio affondamento...

Gabaró
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 30.09.11
Località : Pavia

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  magicoalverman il Gio Ott 27, 2011 9:57 am

Avevo da anni una quercia abbattuta dal vento ed appoggiata inclinata verso il basso di un crinale del bosco,

che non avevo il coraggio di sezionare perchè aveva una circonferenza esagerata, circa 1 metro Shocked

Troppo per le mie attrezzature , quindi ho chiamato un professionista pensando di fare la cosa giusta.
Ebbene costui l'ha tagliata semplicemente a fette che poi faceva scivolare verso il basso, senza nessuna legatura Mad

Io ero un po' perplesso, ma mi continuava a dire che non c'era problema che sapeva cosa faceva, che era inutile legarle. Boh!

Per un po' la cosa è proceduta senza intoppi, ogni fetta andava ad appoggiarsi a quella tagliata precedentemente, e pensavo : "i veri professionisti sono proprio dei maghi".

Poi una delle ultime fette, la piu' pesante perchè era vicino alla radice,

ha fatto esattamente come succede in quel giochetto con la serie sfere di acciaio, in cui una oscilla e con l'urto contro altre sfere, trasmette il moto al un'altra sfera distante. ...àcc

Risultato una fetta di circa 1 metro di diametro per 50 cm è partita rotolando come una gomma giu' dal crinale, in direzione della strada pubblica che si trovava qualche centinaia di metri piu' sotto.

Ormai mi vedevo già in tribunale assieme al manutentore del verde,
quando qualcuno ha guardato giu', mio signore

e la fetta si è scontrata con un mucchio di arbusti che avevo lasciato li' da pochi giorni piu' sotto, e si è fremata!

Pensare che quel mucchio era lì perchè mi ero detto "oggi ne ho piene le b... questi li porto via un altro giorno".

A volte NON lavorare troppo ti cambia la vita! Very Happy
magicoalverman
magicoalverman
utente registrato
utente registrato

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 06.12.10

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Robinia il Gio Ott 27, 2011 10:07 am

magicoalverman ha scritto:Avevo da anni una quercia abbattuta dal vento ed appoggiata inclinata verso il basso di un crinale del bosco,

che non avevo il coraggio di sezionare perchè aveva una circonferenza esagerata, circa 1 metro Shocked

Troppo per le mie attrezzature , quindi ho chiamato un professionista pensando di fare la cosa giusta.
Ebbene costui l'ha tagliata semplicemente a fette che poi faceva scivolare verso il basso, senza nessuna legatura Mad

Io ero un po' perplesso, ma mi continuava a dire che non c'era problema che sapeva cosa faceva, che era inutile legarle. Boh!

Per un po' la cosa è proceduta senza intoppi, ogni fetta andava ad appoggiarsi a quella tagliata precedentemente, e pensavo : "i veri professionisti sono proprio dei maghi".

Poi una delle ultime fette, la piu' pesante perchè era vicino alla radice,

ha fatto esattamente come succede in quel giochetto con la serie sfere di acciaio, in cui una oscilla e con l'urto contro altre sfere, trasmette il moto al un'altra sfera distante. ...àcc

Risultato una fetta di circa 1 metro di diametro per 50 cm è partita rotolando come una gomma giu' dal crinale, in direzione della strada pubblica che si trovava qualche centinaia di metri piu' sotto.

Ormai mi vedevo già in tribunale assieme al manutentore del verde,
quando qualcuno ha guardato giu', mio signore

e la fetta si è scontrata con un mucchio di arbusti che avevo lasciato li' da pochi giorni piu' sotto, e si è fremata!

Pensare che quel mucchio era lì perchè mi ero detto "oggi ne ho piene le b... questi li porto via un altro giorno".

A volte NON lavorare troppo ti cambia la vita! Very Happy
affraid affraid affraid affraid affraid per fortuna si è risolto tutto per il meglio...e si sono limitate a fermarsi nei cespugli....eppure i casi della vita!! cheers
Robinia
Robinia
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 31.12.10
Età : 43
Località : colli............

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Poseidon X6 il Gio Nov 03, 2011 10:09 am

Ieri mattina dopo aver ripulito una riva (termine piemontese per pendio molto ripido) a casa mia da delle gaggie con la mia nuova Echo stavo rimuovendo le ramaglie e una spina mi fora il dorso del guanto che era in tela non gommata e mi entra nella mano. Dopo averla tolta finisco il lavoro e ora di sera la mano inizia a farmi una male boia. Corsa dalla guardia medica che applica antibiotico cutaneo e fascia tutto.
Stamattina mi sono fatto spacchettare dal medico di famiglia che per fortuna ha escluso l'infezione e danni ai legamenti, anche se per un po' devo stare fermo bonk!bonk!
Poseidon X6
Poseidon X6
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 2871
Data d'iscrizione : 26.07.11

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  iury1977 il Gio Nov 03, 2011 3:34 pm

Poseidon X6 ha scritto:Ieri mattina dopo aver ripulito una riva (termine piemontese per pendio molto ripido) a casa mia da delle gaggie con la mia nuova Echo stavo rimuovendo le ramaglie e una spina mi fora il dorso del guanto che era in tela non gommata e mi entra nella mano. Dopo averla tolta finisco il lavoro e ora di sera la mano inizia a farmi una male boia. Corsa dalla guardia medica che applica antibiotico cutaneo e fascia tutto.
Stamattina mi sono fatto spacchettare dal medico di famiglia che per fortuna ha escluso l'infezione e danni ai legamenti, anche se per un po' devo stare fermo bonk!bonk!
Mi fa un pò ridere parlare di rischio......ma poseidon mi ha dato il la. L'anno scorso mentre ripulivo una meretta (quasi tutte piante di acacia) una spina bella grossa mi si è infilata nella nocca dell'indice forando il guanto. Anche io l'ho tolta ed ho continuato il lavoro. La sera avevo la nocca come un pallone e faceva parecchio male. Non sono andato al pronto soccorso ma mi sono medicato con crema antinfiammatoria. Il gonfiore è passato nel giro di due giorni ma il dolore anche se un pò diminuito mi ha accompagnato per circa un mese affraid . non ho nemmeno pensato ad una possibile infezione ma non ho notato rossori, calore, ecc tipici di un'infezione. Basta veramente poco alla natura per farci capire chi comanda mio signore
iury1977
iury1977
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 5202
Data d'iscrizione : 29.04.10
Età : 42
Località : Chiavenna (SO)

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  peppone il Gio Nov 03, 2011 5:31 pm

ragazzi...parliamo di rischi veri per cortesia e non di quella volta che ci siamo fatti la bua...grazie Very Happy

******************************************************************************************************
esperienze personali di rischio Diviet10      "La caccia è una forma secondaria di malattia mentale umana"                    

     (Theodor Heuss, Presidente della Repubblica Federale di Germania dal 1949 al 1959).
peppone
peppone
Admin
Admin

Messaggi : 13271
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 50
Località : mah? chi lo sa? comunque...ORIGINARIO della bassa padana

https://lamotosega.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Poseidon X6 il Ven Nov 04, 2011 8:36 am

Pardon, volevo solo cercare di passare l'informazione riguardo gli effetti di questi piccoli inconvenienti e mi sembrava la sezione più adatta. Chiedo scusa
Poseidon X6
Poseidon X6
ex moderatori
ex moderatori

Messaggi : 2871
Data d'iscrizione : 26.07.11

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  iury1977 il Ven Nov 04, 2011 3:30 pm

peppone ha scritto:ragazzi...parliamo di rischi veri per cortesia e non di quella volta che ci siamo fatti la bua...grazie Very Happy

Embarassed giusto Embarassed

Il mese scorso stavo facendo un trasporto di legna gia sfesa in pezzi lunghi un metro, impilata sul cassone del trattore e lagata con una cinghia per il lato lungo. Ovviamente per poter caricare fino all'altezza della cabina, ho messo due spozzoni in piedi contro la sponda dietro. Fino a qui tutto normale, solo che sono dovuto andare a scaricare in un boschetto che ho raggiunto facendo circa 80 metri in retromarcia in una pista forestale in salita alla fine della quale c'era uno spiazzo dove dovevo scaricare. Con le ramaglie che mi continuavano a coprire gli specchietti non ho visto che agli inizi dello spiazzo c'era un forte avvallo ed affrontandolo sotto sterzo mi sono trovato molto in pendenza con il ponte dietro del trattore che è slegato da quello anteriore grazie ad uno snodo appena dietro la cabina. Così facendo però la ruota a monte si è alzata di circa 20 cm. per aria e la legna è scivolata tutta da una parte mettendo a rischio l'equilibrio del mezzo, quindi mi sono fermato ma ero in una posizione nel quale sia se andavo indietro che in avanti rischiavo di peggiorare la situazione. Con calma poi ho capito che tutto cio era successo proprio per via dello snodo ed il cassone si era fermato una volta raggiunto il limite della torsione, ho atteso cinque minuti che mi raggiungesse mio fratello per farlo attaccare di peso da una parte per ripristinare la stabilità e poter finire la manovra. Anche qui il non prendere provvedimenti avventati è stato utili, ma attenzione agli avvalli nei boschi spesso coperti da strati di fogliame. Quando ho visto il piano del cassone inclinato di circa 45° un pochino mi sono spaventato lo ammetto Rolling Eyes
iury1977
iury1977
Moderatori
Moderatori

Messaggi : 5202
Data d'iscrizione : 29.04.10
Età : 42
Località : Chiavenna (SO)

Torna in alto Andare in basso

esperienze personali di rischio Empty Re: esperienze personali di rischio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum